L'ultimo bambino nella natura

Prof. Dott. Fazilet Karakoç ha fornito informazioni sulle malattie che possono manifestare i bambini che sono costantemente in casa e sulle precauzioni che possono essere prese.

I bambini sono più in casa adesso

Nel nostro mondo in fase di modernizzazione, i bambini trascorrono una parte significativa del loro tempo in ambienti chiusi senza un'adeguata attività fisica. Numerosi studi condotti negli ultimi anni dimostrano che questo stile di vita aumenta la frequenza di malattie come obesità, asma, carenza di vitamina D, sindrome da deficit di attenzione, depressione e ansia e miopia. Esiste una relazione tra l'aumento di queste malattie e la natura sempre minore della natura nella vita dei bambini. Questi problemi di salute nell'infanzia provocano purtroppo problemi legati alla salute polmonare, cardiaca e mentale che si estendono all'età adulta. Tutti questi effetti dannosi colpiscono in particolare i bambini con bassi livelli socioeconomici.

Nel suo libro "The Last Child in Nature", Richard Louv afferma che "Il bambino in natura è una specie in pericolo, e la salute dei bambini e la salute della terra sono intrecciate". In natura, il gioco è raccomandato come metodo molto economico e sostenibile per ridurre le più importanti minacce croniche per la salute dei bambini.

Se non vogliamo che i nostri figli appartengano a una generazione che cresce senza un legame significativo con la natura, ci sono molte questioni a cui dobbiamo prestare attenzione. Si consiglia ai bambini di fare esercizio fisico nella natura per almeno 60 minuti al giorno, se possibile. I ruoli della società, delle famiglie, delle scuole sono molto importanti per motivare i bambini e i giovani all'attività fisica, che può anche essere un'attività divertente adatta all'età del bambino o del giovane. Si può andare al parco giochi o fare passeggiate nella natura. I bambini dovrebbero essere motivati ​​a giocare a giochi gratuiti non strutturati. I giochi gratuiti e non strutturati influenzano il livello di attività dei bambini, aumentando la loro creatività, immaginazione e forza fisica. È anche importante per uno sviluppo sano del cervello. I bambini imparano a lavorare in gruppo, a condividere, a risolvere i problemi tra loro e ad assumersi la responsabilità.

Quali sono i problemi di salute più comuni nei bambini che trascorrono poco tempo in ambienti naturali?

Obesità

Secondo il rapporto di studio preliminare di "Turkey Nutrition and Health Survey-2010", coloro che sono in sovrappeso all'età di 0-5 anni sono il 17,9% e quelli che sono in sovrappeso e obesi sono il 26,4%. Quelli che erano in sovrappeso all'età di 6-18 anni erano il 14,3% e quelli che erano in sovrappeso e obesi erano il 22,5%. Un bambino su 4 pesa più del peso sano che dovrebbe avere. Nei bambini, in relazione all'obesità si verificano malattie molto importanti come ipertensione, malattie cardiovascolari, sindrome da apnea ostruttiva del sonno, asma, steatosi epatica non alcolica e diabete.

Naturalmente, sebbene ci siano molti fattori come la genetica e l'alimentazione, uno dei fattori più importanti che influenzano l'obesità è che i nostri figli ora sono molto meno attivi.

I giovani trascorrono 7,5 ore al giorno davanti ai media elettronici, più di cinque anni fa. Il 32% dei bambini di età compresa tra 2-7 e il 65% dei bambini di età compresa tra 8 e 18 anni dispone di una TV in camera da letto. Guardare la TV per lunghe ore influisce negativamente sulla salute dei bambini. L'obesità è abbastanza comune in questi bambini, la loro igiene orale è scarsa, i problemi sociali ed emotivi sono maggiori e la loro autostima è minore. Gli ambienti naturali aumentano l'attività fisica nei bambini, il che riduce il rischio di obesità nei bambini e aiuta a costruire muscoli e ossa sani.

I bambini che hanno un parco vicino a casa sono più sani; È noto che i bambini hanno cinque volte più probabilità di avere un peso sano rispetto ai bambini che non sono in grado di raggiungere parchi e campi da gioco, che si trova a un chilometro dalla casa in cui vive e ha un parco con campi da gioco.

Responsabilità scolastiche

Anche le scuole hanno responsabilità in questo senso. Nella maggior parte delle scuole, i parchi giochi sono costituiti da pavimenti in cemento. Se nelle scuole può essere fornito un ambiente più naturale, i livelli di attività fisica dei bambini aumenteranno. In uno studio scientifico condotto in Canada, è emerso che quando gli orti scolastici sono stati riorganizzati e gli elementi verdi sono aumentati, c'è stato un aumento del livello di attività fisica e della qualità degli studenti nel 75% di 59 scuole.

Esercizio verde e salute mentale

T.R. Secondo i dati del piano d'azione nazionale per la salute mentale del Ministero della Salute; Quando la distribuzione è fatta per i principali gruppi di malattie, le malattie psichiatriche occupano il secondo posto dopo le malattie cardiovascolari con il 19%. La prevalenza dei disturbi mentali nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni è risultata essere del 15,8%. Le diagnosi più comuni nei bambini e negli adolescenti ammessi all'ambulatorio di psichiatria infantile erano deficit di attenzione, disturbo da iperattività, disturbo d'ansia e depressione.

L'attività fisica ha effetti positivi sulla salute mentale dei bambini e un numero crescente di dati scientifici ha dimostrato che gli ambienti naturali riducono lo stress e aumentano l'attenzione nei bambini. I bambini in ambienti naturali rimangono psicologicamente più sani e la frequenza della depressione e dell'ansia diminuisce.

Carenza di vitamina D.

Nel nostro Paese esistono studi che dimostrano che la carenza e l'insufficienza di vitamina D nella fascia di età infantile si aggira intorno al 40%. La carenza di vitamina D può prevenire la crescita ossea, portando a rachitismo e osteoporosi. In questi bambini, il sistema immunitario è indebolito e si ritiene che la carenza di vitamina D sia anche associata a malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete. Per questo motivo, somministrare integratori di vitamina D è importante non solo per mantenere le ossa forti, ma anche per proteggere le malattie croniche che possono insorgere più tardi nella vita.

Si ritiene che l'attività fisica sia associata ai livelli di vitamina D. È stato dimostrato che i livelli di vitamina D sono bassi nei bambini obesi, che non bevono abbastanza latte, che trascorrono più di 4 ore al giorno davanti allo schermo. Condizioni come l'ipertensione e i lipidi nel sangue alti sono stati riscontrati più in questi bambini rispetto ai bambini senza carenza di vitamina D.

Molti bambini non possono ottenere la vitamina D di cui hanno bisogno solo attraverso la dieta, quindi si consiglia di somministrare ai bambini 400 UI di vitamina D al giorno dalla nascita fino alla pubertà. Inoltre, il nostro corpo dovrebbe ricevere 10-15 minuti di luce solare almeno due volte a settimana per essere in grado di sintetizzare una quantità sufficiente di vitamina D.

L'esercizio verde previene la miopia

Miopia; In altre parole, la miopia è una delle situazioni prioritarie accettate dall'Organizzazione mondiale della sanità nel 2020 per prevenire la cecità prevenibile. La miopia è aumentata negli ultimi 30 anni e la frequenza della miopia nei bambini negli Stati Uniti è del 9,2%. Per i bambini che leggono più libri in età scolare; La frequenza e la gravità della miopia è maggiore rispetto ai bambini che leggono di meno. Si ritiene che questo aumento della frequenza della miopia sia correlato al tempo trascorso a guardare schermi illuminati per lungo tempo e al tempo di lettura. Gli studi dimostrano che la frequenza della miopia diminuisce con l'aumentare del tempo che i bambini trascorrono all'aperto e indica la mancanza di luce naturale come causa. Si ritiene che una sostanza chiamata "dopamina" prodotta nella retina a causa della luce prevenga la miopia.

L'esercizio in ambienti verdi migliora l'asma dei bambini

L'asma è una delle malattie più comuni dei bambini sia nel nostro paese che nel mondo. Quando si parla di malattie come l'asma o la rinite allergica, si parla sempre di come i pollini di fiori e alberi possano esacerbare le malattie allergiche in primavera. Ma uno studio in realtà mostra che aumentare la densità degli alberi in cui vivi riduce il rischio di asma nei bambini. È stato dimostrato che riduce lo sviluppo dell'asma alterando la qualità dell'aria locale degli alberi e motivando i bambini a giocare all'aperto (magari incontrando varie infezioni invece di incontrare allergeni all'interno). Durante la conduzione di questo studio, sono stati presi in considerazione fattori come la vicinanza delle regioni in cui vivono i bambini ad altre fonti di inquinamento atmosferico. I ricercatori che sono giunti a questa conclusione hanno dimostrato che i bambini che vivono in aree con 343 alberi per chilometro quadrato avevano una prevalenza di asma inferiore del 29%.