10 modi per proteggere il tuo bambino dall'infezione della piscina

Con il riscaldamento del clima, molte persone, soprattutto i bambini, preferiscono il mare e le piscine per rinfrescarsi. Le piscine che si ritiene siano pulite poiché clorurate possono diventare una fonte di infezione, soprattutto per i bambini. Prof. Dott. Ahmet Soysal ha fornito informazioni sulle misure da adottare contro le malattie infettive nelle piscine.

I pool possono essere una fonte di infezione

Poiché le scuole sono in vacanza e il clima si fa più caldo, gli hotel, i luoghi di villeggiatura e le piscine dei parchi acquatici sono particolarmente allagati dai bambini. I genitori generalmente pensano che queste piscine siano disinfettate e pensano che non ci saranno infezioni dalle piscine. Tuttavia, contrariamente a quanto si sa, anche le piscine regolarmente clorate possono essere fonte di infezione sia per i bambini che per gli adulti. Oggi è noto che focolai di diarrea originati dalle piscine sono segnalati soprattutto nei paesi sviluppati.

Tuo figlio può contrarre un'infezione divertendosi

Le alternative con un parco acquatico nei loro programmi di vacanza possono venire alla ribalta per le famiglie con bambini. L'acqua delle piscine e delle attrezzature ricreative degli hotel o dei parchi acquatici circola al suo interno. Non esiste ancora un metodo di controllo standardizzato in tali piscine ricreative, che possono essere utilizzate da centinaia di persone contemporaneamente. Soprattutto nelle piscine di intrattenimento preferite dai bambini, l'acqua che circola di per sé può facilmente diventare fonte di infezione e provocare epidemie di diarrea. Ad esempio, 1700 persone sono state infettate contemporaneamente in un parco acquatico negli Stati Uniti.

Le piscine gonfiabili potrebbero non essere innocenti

Le piscine d'acqua gonfiabili in plastica sono generalmente riempite con acqua di città. Quando le piscine gonfiabili vengono utilizzate per attività in ambienti come scuole e asili nido, vengono utilizzate da molti bambini contemporaneamente. In questo caso, le pozze gonfie diventano facilmente una fonte di infezione. Se le piscine gonfiabili, che possono essere utilizzate in casa, sono utilizzate da bambini diversi da quelli che vivono nella stessa casa, è necessario prestare attenzione. Nelle piscine gonfiabili che i bambini con vomito e diarrea non dovrebbero usare; In termini di infezione, è importante che i bambini facciano una doccia con il sapone prima di entrare in piscina, il bambino non ingerisca l'acqua in piscina, tenendo i bambini con i pannolini sporchi lontano dalla piscina, svuotando la piscina e asciugandola al sole per almeno 4 ore in caso di perdita di feci.

Porta tuo figlio fuori dalla piscina ogni ora

Rimanere a lungo in piscina può creare conseguenze rischiose in termini di infezione. L'otite esterna acuta, comunemente nota come orecchio del nuotatore e vista soprattutto dopo il nuoto, può essere sperimentata dopo una lunga permanenza in piscina. Dopo un contatto prolungato del canale uditivo esterno traumatizzato con l'acqua della piscina, si possono osservare rossore, gonfiore, prurito, dolore e secrezione a causa dell'infezione. Per proteggere te stesso e tuo figlio dall'orecchio del nuotatore, cosa comune nei nuotatori;

  • Le orecchie devono essere pulite con un asciugamano asciutto, evitando i bastoncini per le orecchie.
  • Dovresti lasciare la piscina ogni ora
  • Se l'acqua della piscina è entrata nelle orecchie, fare attenzione a rimuovere la testa appoggiandosi su entrambi i lati.

I panni sigillanti possono fuoriuscire germi

Sebbene i pannolini oi pantaloni impermeabili progettati per la piscina impediscano alle feci di fuoriuscire grossolanamente quando il bambino viene messo sotto di esso per un certo periodo di tempo, non impedisce la contaminazione dei microbi che possono essere nelle feci. Pertanto, i bambini con diarrea non dovrebbero entrare in piscina anche se usano questi pannolini. Se il bambino è sano ed è entrato in piscina con questi pannolini, il bambino deve essere controllato ogni sei mezz'ora o 45 minuti. I panni imbottiti devono essere cambiati in un'area lontana dalla piscina. Le mani devono essere lavate con acqua e sapone dopo aver cambiato il panno.

10 regole d'oro per evitare infezioni in piscina:

  1. L'acqua della piscina per nuotare dovrebbe essere limpida e il fondo della piscina dovrebbe essere chiaramente visibile.
  2. È necessario garantire che la piscina sia regolarmente ispezionata e controllata. Il valore del pH dell'acqua nella piscina dovrebbe essere compreso tra 7,2 e 7,8 e il contenuto di cloro libero nell'acqua dovrebbe essere di almeno 1 ppm.
  3. Se si verifica diarrea dovuta a Cryptosporidium, il pool non deve essere inserito entro 2 settimane dalla risoluzione della diarrea.
  4. Uno dei punti più importanti è assicurarsi che i tubi o canali di scarico e circolazione della piscina siano stati presi con misure di sicurezza. È necessario assicurarsi che siano presenti i bagnini responsabili della piscina e che siano prese le necessarie precauzioni contro l'annegamento.
  5. Le persone con ferite aperte non dovrebbero entrare in piscina.
  6. Prima di entrare in piscina, si dovrebbe assolutamente fare una doccia con il sapone.
  7. In piscina, l'acqua della piscina deve essere presa in bocca. Bisogna fare attenzione che i bambini non ingeriscano l'acqua della piscina.
  8. Si dovrebbe trascorrere al massimo un'ora in piscina. Dovresti lasciare la piscina ogni ora. Se la piscina deve essere nuovamente inserita, è necessario portare a riposo una quantità sufficiente di liquido.
  9. Dopo aver lasciato la piscina, le orecchie dovrebbero essere asciugate con un asciugamano. La testa deve essere inclinata su entrambi i lati in modo che l'acqua nell'orecchio venga rilasciata completamente.
  10. Dopo aver cambiato la toilette o il panno, le mani devono essere lavate con acqua e sapone.