11 motivi che fanno piangere i bambini

Il pianto del bambino di solito preoccupa i genitori e i genitori che non hanno ancora conosciuto il nuovo membro della famiglia possono persino avere discussioni con il suono del pianto. È di grande importanza qui scoprire perché il bambino piange e placarlo adeguatamente. Specialista del Dipartimento di Pediatria e Salute del Memorial Şişli Hospital. Dott. Dicle Çelik ha fornito informazioni sui motivi per cui i bambini piangono.

Il miracolo che arriva con il suono del pianto ...

I bambini vengono al mondo piangendo. Prima della nascita, il ruolo dei polmoni del bambino viene assunto dalla madre tramite il cordone ombelicale. Dopo che il bambino è nato, viene scollegato dal cordone ombelicale. Dopo questo evento, i polmoni chiusi del bambino iniziano ad aprirsi. Questo è un processo doloroso. Il motivo per cui il neonato piange al primo movimento respiratorio è in realtà il dolore che il bambino avverte a causa dell'apertura dei polmoni. Dopo il momento del parto, i pediatri eseguono il primo esame dei bambini, li mettono sul seno della madre e il pianto si ferma.

I bambini possono piangere dopo la nascita a causa di molte ragioni. Man mano che i genitori conoscono i loro bambini, scopriranno queste ragioni. Man mano che il legame tra il bambino e la madre diventa più forte, diventerà chiaro che tipo di pianto significa.

Le ragioni per cui i bambini piangono possono essere elencate come segue:

  1. Può piangere quando ha fame: Soprattutto nel periodo neonatale, i bambini dovrebbero essere allattati ogni volta che vogliono. Se sono trascorse 3 ore dal periodo di allattamento, il bambino dovrebbe essere svegliato e dato il latte. La comunicazione più efficace tra madre e bambino avviene attraverso l'allattamento al seno. In altre parole, i bambini raccontano la loro fame piangendo. Soprattutto nei primi mesi, il bambino ha fame perché il suo stomaco è piccolo e la digestione avviene rapidamente. Lo mostra piangendo perché ha fame in fretta.
  2. La casa può essere calda: Poiché i bambini sono piccoli, si pensa che si raffredderanno rapidamente. Per questo le finestre vengono tenute chiuse nei giorni estivi e la temperatura della casa viene aumentata nei giorni invernali. Questo potrebbe infastidire i bambini piccoli; questo potrebbe farli piangere. Mantenere la temperatura dell'ambiente tra i 21 ei 24 gradi è adatto ai bambini per non annoiarsi del caldo.
  3. Potrebbe annoiarsi dei suoi vestiti: Molte famiglie vogliono vestirli spessi e attillati, basandosi sull'idea che i bambini avranno freddo dopo aver lasciato il grembo materno. Tuttavia, è sufficiente vestirli uno strato in più rispetto ai propri vestiti. Perché i bambini spessi e troppo vestiti possono sentirsi a disagio e piangere perché si scaldano. È sufficiente indossare un copricapo per i primi 10 giorni per i neonati a termine e 15 giorni per i prematuri. Inoltre, è opportuno indossare i guanti per il primo mese. Non è necessario usare i guanti dopo il primo mese perché i bambini si guardano le mani; vorrà stabilire un contatto con la pelle.
  4. L'ambiente soffocante può causare pianto: Nei periodi freddi, la stufa inizia a bruciare nelle case. L'aria ambiente diminuisce e si asciuga di conseguenza. Pertanto, i bambini possono sentirsi a disagio in un ambiente senz'aria. Tuttavia, i bambini dovrebbero essere portati fuori frequentemente; l'ambiente domestico dovrebbe essere ventilato frequentemente.
  5. I loro nasi possono essere ostruiti: Gli adulti possono respirare attraverso la bocca e il naso. Ma i bambini non sanno come respirare attraverso la bocca. Se il naso del bambino è bloccato, può verificarsi il pianto perché non sa come respirare attraverso la bocca. Man mano che l'ambiente si prosciuga, soprattutto nelle case con elementi riscaldanti, anche la mucosa dei bambini si secca e si gonfia. Di conseguenza, la congestione nasale diventa permanente. Il naso del bambino deve essere pulito con una soluzione salina consigliata dal pediatra. In questo modo si previene il pianto.
  6. Il gas dà fastidio: I bambini possono avvertire dolori gassosi nella 2a o 3a settimana. Questo processo sale fino al secondo mese e poi scompare gradualmente. Questo perché gli intestini dei bambini si stanno abituando al nuovo ordine. Non esiste un rimedio miracoloso per i dolori di gas. Questo è un processo temporaneo. Man mano che gli intestini del bambino maturano e iniziano a muoversi a destra ea sinistra, anche il problema del gas verrà risolto. Nei tavoli a gas pesante chiamati coliche, il pianto può essere alleviato con massaggi consigliati dal pediatra, alcuni farmaci per il gas, abbondante contatto con la pelle e musica rilassante.
  7. Allergie alimentari: Un argomento che può essere confuso con il gas ma che è diventato di recente popolare sono le allergie alimentari. Alcuni cibi mangiati dalle madri durante l'allattamento o alcune formule utilizzate in caso di carenza di latte materno possono causare allergie alimentari nei bambini. Il pianto non è l'unico sintomo delle allergie alimentari, ma se l'eruzione cutanea dell'eczema che accompagna il bambino, il vomito grave, la grave dermatite da pannolino sul bordo dei glutei, la cacca di muco sanguinante, può suggerire un'allergia. I problemi di pianto legati alle allergie alimentari possono essere risolti chiedendo aiuto a un pediatra e organizzando la dieta della madre.
  8. Infezioni del tratto urinario: Un altro quadro da non dimenticare sono le infezioni del tratto urinario, soprattutto nelle ragazze. Molte infezioni del tratto urinario possono essere ignorate dicendo "un bambino sta piangendo". Anche qui ci sono criteri di accompagnamento come febbre, vomito, diminuzione della suzione, diminuzione del peso. È una situazione che dovrebbe essere consultata con un pediatra. Inoltre, alcuni bambini potrebbero versare sabbia. Alcune vitamine prese dalle madri, alcune vitamine date al bambino o problemi metabolici possono causare questo. Quando versano la sabbia, i bambini piangono anche per il dolore.
  9. Stipsi: I bambini allattati al seno possono fare la cacca 6-8 volte al giorno e talvolta potrebbero non fare la cacca per una settimana. Se i bambini sono felici, non c'è problema, ma al contrario, se c'è una situazione come irrequietezza, pianto, gonfiore addominale, è necessario consultare uno specialista. Inoltre, alcuni bambini possono sviluppare crepe nell'ano quando sono costipati. In questo caso, i bambini possono piangere.
  10. Infezioni dell'orecchio: Anche le infezioni nell'orecchio e l'accumulo di liquidi nell'orecchio possono causare pianto. Una congestione nasale molto grave può colpire le orecchie. I bambini possono toccarsi le orecchie o tirarle mentre piangono. Per questo motivo, è necessario visitare uno specialista.

Periodi di dentizione: Alcuni bambini sperimentano il periodo della dentizione senza problemi, ma alcuni piangono e entrano in questo periodo con disturbi diversi. Durante il processo di dentizione possono verificarsi pianto, irrequietezza, vomito, diarrea ed eruzioni cutanee intorno alla bocca. Durante il periodo della dentizione, alcuni gel a base di erbe possono essere somministrati dai pediatri.