Se non puoi decidere il tempo dell'estetica del seno

Gli interventi chirurgici di riduzione o aumento del seno non vengono eseguiti solo con problemi estetici. In questi interventi chirurgici, che possono essere eseguiti soprattutto a causa dei problemi fisiologici e psicologici delle donne nel loro periodo riproduttivo, le ghiandole del latte non vengono assolutamente danneggiate. Dopo queste operazioni eseguite senza danneggiare il capezzolo, le donne che hanno figli possono allattare i loro bambini contrariamente alla credenza comune nella società; la protesi non viene danneggiata e la forma del seno non cambia. Prof. Dott. Teoman Eskitaşçıoğlu ha fornito informazioni sull'estetica del seno.

La riduzione del seno fornisce un comfort importante alla persona come madre e donna.

Le dimensioni del seno provocano dolore al collo, alle braccia, alla vita e alla schiena, soprattutto nelle donne minuscole, e comportano importanti problemi di salute. Nelle operazioni di riduzione del seno si elimina il grasso in eccesso, il tessuto mammario e la pelle che dà pienezza e si cerca di portare il seno alla dimensione ideale. Il grasso in eccesso viene rimosso applicando la liposuzione. Nelle operazioni di riduzione, la pianificazione viene effettuata tenendo conto delle aspettative e dei desideri del paziente. Tuttavia, l'aspetto naturale appropriato e le esigenze delle donne dovrebbero essere prese in considerazione. In altre parole, il peso, l'altezza, la circonferenza della spalla e l'aspetto generale della donna dovrebbero essere valutati insieme prima dell'intervento.

Le ghiandole del latte sono preservate nella chirurgia del seno

Prima di decidere sull'aumento del seno o sulla chirurgia di riduzione, le donne nel periodo riproduttivo stanno studiando la risposta alla domanda "se divento madre, sarò in grado di allattare mio figlio?" Mentre le donne cercano la risposta a questa domanda, incontrano voci diffuse con informazioni per sentito dire. Durante tali operazioni chirurgiche, la chirurgia viene eseguita preservando le ghiandole del latte nel seno dei giovani pazienti nel loro periodo riproduttivo. Tali operazioni sono pianificate in base alle condizioni fisiche della donna e al fattore età. Tuttavia, non va dimenticato che l'allattamento al seno è fortemente correlato allo stato emotivo e ormonale della madre. Molte donne che non hanno subito un intervento chirurgico al seno potrebbero non essere in grado di allattare i propri figli, spesso per altri motivi.

Il seno ridotto non cresce tanto quanto prima nel puerperio.

La chirurgia del seno viene eseguita proteggendo il più possibile le ghiandole del latte e non si verificano problemi strutturali legati all'allattamento al seno nella futura mamma dopo l'intervento. Molte donne che hanno subito un intervento chirurgico al seno allattano i loro bambini anche quando diventano madri anni dopo. D'altra parte, il seno della donna cresce fisiologicamente durante la gravidanza e l'allattamento. Nelle donne con seno grande, questa situazione aumenta i problemi esistenti (come spalle, mal di schiena in vita, dermatite da pannolino, limitazione dei movimenti). Un altro vantaggio della chirurgia di riduzione del seno in questo gruppo di pazienti è che i seni ridotti non raggiungono mai la loro dimensione originale durante il periodo del puerperio e dell'allattamento al seno.

Vengono applicati metodi personalizzati

Le protesi al silicone utilizzate negli interventi di aumento del seno sono posizionate sotto il tessuto mammario o muscolare. Le ghiandole del latte sono completamente superiori e protette. Pertanto, non crea mai un ostacolo all'allattamento al seno. Alcune donne hanno persino problemi ad allattare al seno a causa del tessuto mammario sottosviluppato. Grazie all'impianto utilizzato nella chirurgia del seno, il tessuto mammario viene evidenziato in modo che il bambino possa afferrare più facilmente il capezzolo. Tuttavia, nel caso di un capezzolo nascosto o capovolto, la possibilità del bambino di succhiare diminuisce. In questo caso l'intervento chirurgico è sconsigliato perché danneggia i dotti lattiferi. Nella chirurgia di aumento del seno che utilizza protesi al silicone, il tessuto mammario viene tirato in avanti preservando le ghiandole del latte e viene eliminata anche la situazione del capezzolo rivolto verso l'interno.