Raucedine e biforcazione possono indicare il cancro alla tiroide

CON QUESTI SINTOMI PUO 'VERIFICARSI IL CANCRO DELLA TIROIDE

I noduli tiroidei si formano nella ghiandola tiroidea e possono causare il cancro. Il cancro alla tiroide, che è più benigno rispetto ad altri tumori e può essere eliminato con il trattamento, è più comune nelle donne. Il trattamento da applicare varia a seconda del tipo e della diffusione del cancro della tiroide. Prof. Dott. Gürsel Remzi Soybir ha fornito informazioni sul cancro alla tiroide e sul suo processo di trattamento.

Una delle malattie più comuni della ghiandola tiroidea sono i noduli tiroidei, che potrebbero non indicare sempre il cancro. Il rischio di cancro di un paziente con un nodulo nella tiroide può essere determinato in base alla struttura di questo nodulo. Esistono diversi tipi di questo cancro. I tipi papillare e follicolare sono i più comuni.

Attenzione se c'è raucedine con il nodulo!

Il cancro della tiroide a volte è asintomatico. Nella corretta diagnosi delle malattie originate dalla tiroide, è importante valutare i fattori di rischio personali e la storia familiare, nonché i sintomi. La formazione di noduli occupa un posto importante tra i sintomi del cancro alla tiroide. Naturalmente, non tutti i noduli sono cancro.

Tra i sintomi del cancro alla tiroide;

  • Raucedine o biforcazione con noduli tiroidei,
  • Pienezza del collo, gonfiore e dolore,
  • Difficoltà a respirare o deglutire
  • Se ci sono linfonodi nel collo con il nodulo,
  • Se il paziente ha ricevuto radiazioni al collo o intorno al collo nelle fasi precedenti della sua vita, è molto più probabile che i noduli trovati in questi pazienti siano associati al cancro.

Quando il nodulo si incontra in tali pazienti, anche se è molto piccolo, dall'aspetto innocente, sono necessari ulteriori esami. L'ecografia e la biopsia con ago sono metodi estremamente sicuri utilizzati per la diagnosi definitiva. Inoltre, i noduli valutati come funzionali e attivi alla scintigrafia sono classificati come caldi e quelli che sono inattivi sono classificati come noduli freddi. In termini di cancro, i noduli freddi hanno un rischio molto più elevato.

Di noduliil suo aspetto e la sua struttura sono importanti

Oltre all'aspetto ecografico del nodulo, anche la sua dimensione è importante. In generale, un nodulo più grande di 1 cm comporta ancora un rischio indipendentemente dal suo aspetto agli ultrasuoni. In un tale nodulo, una diagnosi viene effettuata eseguendo una biopsia con ago. Anche se il nodulo è più piccolo di 1 cm, se appare rischioso agli ultrasuoni o se si osserva un sintomo correlato al cancro, la biopsia con ago viene eseguita anche su questi noduli. Se i noduli sono benigni o meno è determinato dalla biopsia. Dopo aver eseguito la biopsia, il trattamento del paziente continua in base al risultato.

Se il nodulo non può essere diagnosticato, è nella classe rischiosa

A volte, ci sono situazioni in cui il materiale bioptico prelevato è insufficiente ed è necessaria una nuova biopsia. A volte, sebbene il materiale bioptico sia sufficiente, non è possibile fare una diagnosi. In tal caso, i noduli non diagnosticati vengono nuovamente classificati come rischiosi e la procedura chirurgica viene eseguita di conseguenza. Nessun problema per i noduli con buoni risultati, il trattamento viene continuato per i noduli con diagnosi di cancro.

La chirurgia viene eseguita in base al tipo e alla diffusione del cancro

Se viene diagnosticato un cancro nei noduli tiroidei, spesso deve essere rimosso chirurgicamente. A seconda del tipo di cancro rilevato e della sua prevalenza nel tessuto tiroideo, parte o tutto il tessuto tiroideo viene rimosso. Nei casi in cui viene rimosso l'intero tessuto tiroideo, il paziente deve utilizzare farmaci che soddisfano le funzioni della ghiandola tiroidea per tutta la vita. Se il cancro ha raggiunto grandi dimensioni, se le cellule cancerose sono sporgenti oltre i noduli tiroidei, o se coinvolgono altri tessuti intorno a loro, l'intervento chirurgico eseguito su questi pazienti non sarà sufficiente. Oltre a questi, è necessario eseguire un trattamento chiamato terapia con iodio radioattivo. Dopo che questi trattamenti sono stati completati, i pazienti vengono seguiti.