Il sole invernale protegge dalle malattie

La vitamina D fornisce protezione contro le malattie rafforzando il sistema immunitario. La vitamina D, nota per essere benefica per tutte le cellule del corpo, si ottiene dal sole in modo più semplice ed economico. Uz. Dal dipartimento di endocrinologia del Memorial Şişli Hospital. Dott. Yavuz Yalçın ha fornito informazioni sulla carenza di vitamina D e le precauzioni da prendere.

Molto importante per il sistema immunitario

La vitamina D svolge un ruolo in molte importanti funzioni del corpo, in particolare le ossa. Fornisce assorbimento di calcio e fosforo dall'intestino. Pur mantenendo l'equilibrio di calcio e fosforo nel corpo, previene la secrezione dell'ormone paratiroideo che causa il riassorbimento osseo. È noto che la vitamina D, necessaria per la salute di ossa e muscoli, ha un effetto positivo sul sistema immunitario. Oltre a questi, ha anche un effetto protettivo contro l'ipertensione, malattie cardiache, alcuni tipi di cancro e malattie legate al sistema immunitario.

La carenza di vitamina D può anche influire negativamente sulla salute delle future mamme.

Durante la gravidanza, si dovrebbe attribuire importanza all'uso della vitamina D in termini di salute del bambino e della futura mamma. Mentre c'è un aumento del rischio di preeclampsia / eclampsia chiamato "avvelenamento da gravidanza" nella madre con carenza di vitamina D, si osservano anche diabete gestazionale e osteoporosi. La carenza di vitamina D durante la gravidanza causa anche una diminuzione dell'assorbimento del calcio; Provoca disturbi come aumento di peso insufficiente, debolezza, affaticamento, dolore muscolare e osseo. Il parto cesareo è più comune nelle madri con bassi livelli di vitamina D. Il supporto di vitamina D da applicare alla futura mamma dovrebbe iniziare dalla 12a settimana di gravidanza. È importante continuare il supporto della vitamina D, che dovrebbe continuare durante la gravidanza, fino al 6 ° mese del periodo di allattamento.

Può avere effetti duraturi sul bambino

Il bambino nel grembo materno soddisfa il suo fabbisogno di calcio dalla madre. Il livello di vitamina D dovrebbe essere sufficiente per il normale equilibrio del calcio della madre durante la gravidanza e l'allattamento. I bambini nati da madri con carenza di vitamina D hanno un basso peso alla nascita, ammorbidimento delle ossa e deformità dovute all'indebolimento. Oltre a questi, la fontanella del bambino è grande, chiusura tardiva o non chiusura, debolezza muscolare e ritardi nella dentizione sono tra le situazioni comuni. Gli effetti dell'insufficienza di vitamina D durante la gravidanza sul neonato possono essere permanenti. Questi effetti potrebbero non essere completamente corretti con integratori di vitamina D somministrati dopo la nascita. Ciò è particolarmente importante per lo sviluppo del cervello e del sistema immunitario.

La vitamina D più economica alla luce del sole

Non bisogna dimenticare che la fonte più economica e più importante di vitamina D è il sole. Almeno 15-20 minuti di cammino in un ambiente soleggiato sono sufficienti per superare la carenza quotidiana di vitamina D. La quantità di luce solare necessaria dipende dall'età della persona, dal colore della pelle o dal tempo di esposizione al sole. La produzione di vitamina D nella pelle diminuisce gradualmente con l'età. Nelle persone con la pelle scura, è necessaria la luce solare a lungo termine, specialmente in inverno, affinché si formi una quantità sufficiente di vitamina D nella pelle.

Mangia sano per evitare la carenza di vitamina D.

In questi mesi in cui il sole è basso, occorre prestare attenzione alla dieta per non andare incontro a carenze di vitamina D. Dovrebbero essere consumati salmone, sarde, sgombri e tonno ricchi di grassi. Inoltre, latte, latticini e uova dovrebbero essere aggiunti alla dieta. Le piante contengono vitamina D in prezzemolo, ortica ed erba medica. Non va dimenticato che il 15-20% del fabbisogno di vitamina D del corpo è soddisfatto con l'alimentazione. È necessario prendere il sole il più possibile durante i mesi invernali e ricevere il supporto di vitamina D sotto la supervisione di un medico quando è insufficiente.

Per aumentare l'assunzione di vitamina D ...

Soprattutto nei mesi autunnali e invernali, quando il sole è meno visibile, è necessario mantenere lungo il periodo di esposizione al sole. Prendere il sole dietro il finestrino o in macchina per proteggersi dal freddo non aiuta perché previene i raggi UVB necessari per la formazione della vitamina D. Ci sono molti fattori che impediscono l'assunzione di vitamina D;

  • I raggi UVB del sole, necessari per la vitamina D, iniziano a raggiungere sempre meno durante i mesi invernali. L'accorciamento delle giornate e il fatto che la maggior parte del corpo sia ricoperta di vestiti è anche uno svantaggio in termini di vitamina D.
  • L'inquinamento atmosferico può bloccare la produzione di vitamina D trattenendo i raggi UVB del sole.
  • Disturbi del fegato o dei reni, che svolgono un ruolo chiave nella produzione di vitamina D, possono portare a carenza di vitamina D.
  • Fumare, non mangiare abbastanza e alcuni farmaci possono prevenire la produzione di vitamina D.
  • Malattie digestive come la celiachia, che impedisce l'assorbimento della vitamina D, che viene assorbita nell'intestino, dagli alimenti o integratori dal corpo e passa nel corpo può causare carenza di vitamina D.

I filtri solari con un fattore di 20 e oltre riducono o prevengono completamente la formazione di vitamina D nella pelle.