Gli attacchi ricorrenti di respiro sibilante possono indicare la BPCO

Le basi della BPCO, vale a dire la "broncopneumopatia cronica ostruttiva", che è una delle malattie più comuni negli adulti, vengono effettivamente poste durante l'infanzia. L'esposizione al fumo di sigaretta durante l'infanzia, l'asma frequente e le malattie respiratorie possono aumentare il rischio di BPCO. Si dovrebbe prestare attenzione agli attacchi di tosse e respiro sibilante durante l'infanzia. Prof. Dott. Fazilet Karakoç ha fornito informazioni sulle "malattie infantili che aumentano il rischio di BPCO" prima del 15 novembre giorno della BPCO.

Bisogna fare attenzione dal periodo di gravidanza

Broncopneumopatia cronica ostruttiva; cioè, la BPCO è una malattia che causa a lungo l'ostruzione nei bronchi. L'incidenza negli individui adulti di età superiore ai 40 anni nel nostro paese è del 20 per cento. Naturalmente, il più importante fattore di rischio per la BPCO è il fumo; Tuttavia, alcuni fattori a partire dal periodo di gravidanza innescano anche la formazione della BPCO. Alcune condizioni che richiedono attenzione durante l'infanzia e alcune malattie che richiedono un trattamento adeguato possono portare alla formazione di BPCO in età avanzata.

Importante primi 6-10 anni dopo la nascita

Dal momento in cui nascono i bambini, con cure e nutrizione adeguate, la loro altezza e il loro peso aumentano, insomma, crescono e si sviluppano. Allo stesso modo, anche i loro polmoni crescono e si sviluppano. Soprattutto nei primi 6-10 anni, incontrare malattie che influenzano negativamente la crescita e lo sviluppo dei polmoni aumenta il rischio di sviluppare la BPCO in futuro. Occorre prestare attenzione alle malattie infantili che possono rappresentare un rischio di BPCO.

La polmonite ha bisogno di un trattamento efficace nel primo periodo

Molti studi dimostrano che avere infezioni del tratto respiratorio in tenera età è un fattore di rischio per problemi respiratori cronici che si estendono all'età adulta e bassa capacità polmonare. I bambini con polmonite radiologicamente provata, soprattutto prima dei 3 anni, hanno una capacità polmonare negli adulti inferiore rispetto a quelli senza polmonite in tenera età. Per questo motivo, un trattamento precoce ed efficace delle infezioni delle basse vie respiratorie come la polmonite in tenera età dovrebbe essere fornito da un pneumologo pediatrico, dovrebbe essere seguito in termini di problemi respiratori e dovrebbe essere misurata la capacità polmonare.

L'asma infantile è importante per il rischio di BPCO

I primi 6 anni dalla nascita sono molto importanti per lo sviluppo delle vie aeree nei bambini con asma. Una parte significativa dei cambiamenti nella capacità polmonare nei bambini con asma si verifica nel periodo prescolare. Il fattore più importante che influenza questa diminuzione della capacità polmonare durante questo periodo sono gli attacchi d'asma vissuti dai bambini. Quanto più frequenti e gravi sono questi attacchi, tanto più influisce sulla capacità polmonare. Queste diminuzioni della capacità polmonare fanno sì che il 17% dei bambini con asma moderato venga diagnosticato con BPCO di 1 ° grado (lieve) in età adulta e il 5% venga diagnosticato con BPCO di 2 ° grado (lieve-moderato).

Fai attenzione agli attacchi sibilanti ricorrenti!

Anche gli attacchi di respiro sibilante ricorrenti nel periodo prescolare sono un fattore di rischio per la BPCO. Nel periodo prescolare, molti genitori si rivolgono al medico con la denuncia di respiro sibilante ricorrente insieme a infezioni virali nei loro figli. È molto sbagliato che le famiglie pensino che "passerà quando sarai grande". I bambini che hanno attacchi di tosse e respiro sibilante con infezioni virali in età prescolare devono essere seguiti e trattati secondo le raccomandazioni delle linee guida di trattamento internazionali in base alla frequenza e alla gravità degli attacchi. In questi pazienti è ancora più importante prendere precauzioni senza attacchi come tosse e respiro sibilante, insomma per fornire trattamenti preventivi.

I bambini non dovrebbero essere esposti al fumo

Il fumo è il più importante fattore di rischio per la BPCO. L'esposizione dei bambini al fumo di sigaretta influisce negativamente sul loro sviluppo polmonare. Il fumo della futura mamma durante la gravidanza o il fatto di essere in un ambiente fumante crea effetti negativi sulla capacità polmonare del bambino che possono estendersi all'età adulta e aumenta il fattore di rischio della BPCO.

Il supporto della vitamina A influisce sulle funzioni respiratorie

È noto che le carenze di micronutrienti come vitamine, minerali e oli delle madri nelle società con carenze nutrizionali croniche influenzano negativamente lo sviluppo polmonare dei bambini. Ad esempio, in uno studio condotto in Nepal, integratori di vitamina A sono stati aggiunti alle diete di alcune madri prima e dopo il parto. Come risultato della ricerca, è stato osservato che i test di funzionalità respiratoria dei bambini nati da queste madri di età compresa tra 9 e 13 anni erano migliori rispetto ai bambini di madri che non hanno ricevuto questo supporto vitaminico.