10 vantaggi della chirurgia di bypass in un cuore che lavora

Nel cuore funzionante, il bypass viene eseguito senza arrestare il cuore e collegare il paziente alla pompa cuore-polmone. Durante la procedura, fino al completamento dell'intervento di bypass coronarico, si garantisce che la struttura del cuore sia preservata con metodi che mantengono il flusso sanguigno nei vasi cardiaci. La selezione appropriata del paziente è un criterio molto importante per il successo di questo metodo. Prof. Dott. Muzaffer Bahçivan ha fornito informazioni sulla tangenziale al cuore che lavora.

Tra gli ambulatori specializzati ...

Durante l'intervento chirurgico di bypass cardiaco funzionante, vengono utilizzati metodi speciali e vengono ridotti solo i movimenti dell'area cardiaca su cui lavorare. Nel frattempo, il cuore continua a pompare sangue sia al corpo che a se stesso ea creare la funzione necessaria per la vita.

Oggi, gli "ambulatori a cuore aperto" in cui si utilizza la pompa cuore-polmone e il cuore viene temporaneamente fermato e disabilitato vengono oggi applicati in sicurezza e l'esposizione dei pazienti ad alcuni possibili rischi è minimizzata con le misure adottate. Rischi come perdita di coscienza, cambiamenti comportamentali, insufficienza renale, aumento degli enzimi epatici, diminuzione dello stomaco e motilità intestinale sono ridotti al minimo con la procedura di bypass al cuore che lavora.

La corretta selezione del paziente è importante

Operazione di bypass nel cuore di lavoro;

  • Nei pazienti con funzioni cardiache contrattili gravemente ridotte, che non possono tollerare la pompa cardiaca,
  • Persone che hanno avuto un precedente ictus o un attacco ischemico transitorio (mini-ictus),
  • In pazienti con grave insufficienza renale,
  • Quelli con malattia polmonare cronica,
  • In pazienti con cancro trattato o trattato,
  • Quando applicato a pazienti di età superiore a 70 anni, fornisce risultati benefici e di successo per il paziente.

Speciale per il comfort del paziente

L'applicazione di bypass nel cuore funzionante fornisce anche un comodo processo di recupero per il paziente durante e dopo l'intervento chirurgico.

  1. Fornisce una migliore protezione delle funzioni cardiache.
  2. Aumenta il successo dell'operazione soprattutto nei pazienti a rischio.
  3. Riduce la durata della degenza ospedaliera.
  4. Riduce il tempo trascorso nel reparto di terapia intensiva e il tempo trascorso sul respiratore.
  5. Riduce il tempo di recupero postoperatorio del paziente.
  6. Riduce i disturbi post-operatori come debolezza e perdita di appetito.
  7. Riduce al minimo la possibilità di insufficienza polmonare, renale ed epatica.
  8. Riduce il rischio di danni cerebrali che possono verificarsi sotto forma di alcuni disturbi comportamentali e ictus.
  9. Riduce al minimo il fabbisogno di sangue del cuore.
  10. Riduce il rischio di infezione nelle incisioni toraciche.