Cos'è la clamidia? Quali sono i sintomi della clamidia?

Chlamydia "È una comune malattia a trasmissione sessuale causata dal batterio Chlamydia trachomatis. Sebbene causi infezione cervicale (cervicite) nelle donne, può causare uretrite e proctite sia negli uomini che nelle donne. Il medico di urologia Murat Binbay ha fornito importanti informazioni sulla clamidia.

L'infezione da clamidia può causare problemi più gravi nelle donne, come malattia infiammatoria pelvica, infertilità, gravidanza ectopica e dolore pelvico cronico. Il medico di urologia Murat Binbay ha fornito importanti informazioni sulla clamidia.

Quanto è comune l'infezione da clamidia?

La clamidia è l'agente batterico a trasmissione sessuale più comune negli Stati Uniti. 2,8 milioni di persone visitano un medico ogni anno per il trattamento. In effetti, il numero di pazienti che consultano un medico non riflette la verità, perché molte persone hanno anche i batteri della clamidia, ma non causano alcun sintomo e queste persone non consultano un medico. L'infezione da clamidia è più comune, soprattutto tra i giovani. 2/3 dei nuovi casi si vedono tra i 15 ei 24 anni.

La clamidia è comune anche tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini. Il tasso di infezione da Chlamydia nei campioni prelevati dall'ano di questo gruppo di uomini è compreso tra il 3 e il 10%; Il tasso di infezione da Chlamydia nelle colture prelevate dalla gola varia tra 1-3%.

Come vengono trasmesse le persone alla clamidia?

L'infezione da clamidia viene trasmessa tramite rapporti sessuali attraverso il pene, la vagina, la bocca o la via anale. La persona infetta non deve necessariamente essere eiaculata per la trasmissione dell'infezione da clamidia. L'infezione da clamidia può essere trasmessa anche tramite rapporti sessuali senza eiaculazione.

I bambini di donne in gravidanza con infezione da Chlamydia anale o vaginale possono essere infettati durante il parto. Può causare infezioni agli occhi e ai polmoni nei neonati.

Quali sono i sintomi della clamidia?

La clamidia è nota come infezione silenziosa perché la maggior parte delle persone infette non presenta sintomi o non presenta reperti fisici all'esame. Sebbene non si sappia esattamente per quanto tempo si verificherà l'infezione dopo un rapporto sessuale con una persona con infezione da clamidia, possono essere necessarie settimane prima che compaiano i reclami.

Solo il 10% degli uomini e il 30% delle donne lamenta la clamidia, la cui esistenza è dimostrata dalla cultura.

Nelle donne, i batteri infettano principalmente la cervice (cervicite) e si verificano disturbi correlati (ad es. Secrezione mucopurulenta, sanguinamento vaginale). A volte il tratto urinario viene infettato (uretrite) e questo può causare bruciore durante la minzione, minzione frequente o rilevamento di leucociti durante l'analisi delle urine.

L'infezione che inizia nella cervice a volte può diffondersi all'utero e ai tubi del tratto riproduttivo; Di conseguenza, può verificarsi una condizione chiamata malattia infiammatoria pelvica che può rendere le donne sterili. La malattia infiammatoria pelvica non può causare disturbi, così come forti dolori pelvici e dolorabilità durante l'esame genitale.

Gli uomini con disturbi in genere hanno segni di uretrite (muco o scarico di liquidi dal pene, bruciore durante la minzione). Un piccolo numero di uomini infetti può sviluppare epididimite e questi pazienti hanno dolore ovarico unilaterale, dolorabilità e gonfiore alle ovaie.

I batteri della clamidia possono anche causare infezioni rettali sia negli uomini che nelle donne. Mentre la maggior parte delle volte la clamidia nell'ano non causa alcun reclamo, raramente può causare disturbi di proctatite (dolore rettale, secrezione rettale, sanguinamento rettale).

Se le secrezioni genitali delle persone con infezione da Chlamdia entrano negli occhi; può svilupparsi un'infezione agli occhi (congiuntivite).

L'infezione da clamidia può depositarsi in gola dopo il sesso orale con una persona infetta, ma di solito non causa alcun reclamo. (Non causa faringite)

Chi dovrebbe sottoporsi a un test per la clamidia?

** Le persone con disturbi genitali come secrezione, bruciore durante la minzione, piaghe insolite o eruzioni cutanee dovrebbero consultare immediatamente un medico. Queste persone non dovrebbero fare sesso per un po 'per evitare l'infezione ad altri.

** Quelli con diagnosi di infezione da Clamidia nel loro partner sessuale (coloro che hanno rapporti orali, vaginali, anali) dovrebbero assolutamente consultare un medico per fare un test per la clamidia.

** Le donne sessualmente attive di età inferiore ai 25 anni dovrebbero sottoporsi a un test per la clamidia senza alcun reclamo.

** Anche le donne che hanno più di un partner o hanno un nuovo partner sessuale dovrebbero sottoporsi a un test per la clamidia.

** Le donne incinte dovrebbero assolutamente sottoporsi a un test per la clamidia alle prime visite dal medico. Anche le donne incinte di età inferiore ai 25 anni dovrebbero sottoporsi a un secondo test per la clamidia ai controlli del 7 ° mese.

Le persone con infezione da Chlamydia rilevata nei loro test dovrebbero sottoporsi a un test per la Chlamydia 3 mesi dopo il trattamento per scopi di controllo.

Lo screening di routine per la clamidia non è raccomandato per gli uomini a meno che non vi siano sintomi o sospetti rapporti sessuali.

C'è una situazione separata per gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini. Questi uomini dovrebbero essere esaminati una volta all'anno per l'infezione da clamidia uretrale. Anche gli uomini passivi dovrebbero essere esaminati ogni anno per l'infezione da Chlamydia rettale. Lo screening di routine per l'infezione da Chlamydia alla gola non è raccomandato in questi uomini.

Questi uomini dovrebbero essere esaminati ogni 3 mesi in termini di infezione da Chlamydia in quelli con infezione da HIV o in relazioni multi-partner.

Come viene eseguito un test per la clamidia?

Esistono molti test tra cui test molecolari e colture cellulari per diagnosticare l'infezione da clamidia. I test molecolari sono i test più sensibili per mostrare l'infezione da Chlamydia. I test per la clamidia molecolare possono essere eseguiti dai tamponi vaginali delle pazienti o dai campioni di urina.

I tamponi vaginali, raccolti dal paziente o dal medico, sono il campione ottimale per lo screening della clamidia genitale utilizzando NAAT nelle donne; l'urina è il campione di scelta per gli uomini ed è un tipo di campione alternativo efficace per le donne.

La coltura da clamidia può essere utilizzata per il campionamento rettale o della gola. I test molecolari sono anche superiori alla coltura della clamidia per gli esami del retto e della gola, ma attualmente non esiste l'approvazione della FDA per gli esami della gola e del retto. Per fare un test per la clamidia, puoi fissare un appuntamento online con il medico di urologia Murat Binbay.

Trattamento contro la clamidia

  • L'infezione da clamidia viene trattata con antibiotici.
  • Le persone con infezione da Chlamdia dovrebbero evitare l'attività sessuale per 1 settimana dopo l'inizio del trattamento (per non infettare i loro partner).
  • È importante assumere gli antibiotici prescritti per il trattamento della clamidia in modo tempestivo e completo per sbarazzarsi della malattia.
  • L'uso di antibiotici per il trattamento della clamidia aiuta solo a distruggere i batteri, non può invertire il danno causato dall'infezione da clamidia nel tuo corpo.
  • Pochi giorni dopo l'inizio del trattamento, i reclami relativi all'infezione da Chlamydia dovrebbero scomparire. Se i reclami continuano, dovresti assolutamente fare riferimento al tuo medico per un riesame.
  • La ricorrenza dell'infezione da clamidia è comune. L'infezione da Chlamydia si ripresenta nei pazienti (soprattutto donne) in cui i partner sessuali non sono adeguatamente trattati.
  • Le donne o gli uomini con infezione da clamidia dovrebbero consultare un medico per un nuovo controllo 3 mesi dopo il trattamento.
  • L'infezione da clamidia nella madre durante il parto vaginale può causare infiammazione agli occhi o infezione polmonare nel bambino. Questi bambini devono essere trattati con antibiotici appropriati.