Il glaucoma può causare un forte mal di testa

L'incidenza del glaucoma nella società aumenta di giorno in giorno. Il glaucoma, noto anche come pressione oculare, deve essere seguito soprattutto dopo i 35-40 anni di età. Il trattamento deve essere iniziato non appena il glaucoma, che progredisce con un'elevata pressione oculare, provoca nel tempo danni ai nervi oculari, causando restringimento del campo visivo e perdita della funzione visiva. Assoc. Dott. Abdullah Özkaya ha parlato di ciò che si dovrebbe sapere sul glaucoma e sul suo trattamento nell'ambito della “Giornata mondiale del glaucoma del 12 marzo”.

Dopo i 40 anni, una visita oculistica non dovrebbe essere trascurata.

Sebbene il glaucoma possa essere visto anche in un neonato, si manifesta fondamentalmente nella fascia di età dai 40 anni in su. Nella malattia che progredisce senza sintomi, è molto difficile per il paziente comprendere la perdita del campo visivo. La malattia, che si sviluppa in modo asimmetrico, colpisce principalmente il campo visivo di un singolo occhio. Poiché l'altro occhio continuerà a fare il suo lavoro, è molto difficile per il paziente contrarre il glaucoma in una fase precoce. Per questo motivo, gli over 40 dovrebbero assolutamente fare una visita oculistica una volta all'anno. Il glaucoma, che si riscontra anche nella fascia di età pediatrica, ha reperti molto tipici. Questi; lacrimazione, arrossamento e un certo ingrandimento dell'occhio. È più facile rilevare la pressione oculare precocemente nei bambini, poiché i risultati osservati nel primo periodo sono molto evidenti.

Se la pressione oculare supera i 45 mmHg ...

Esistono due tipi di glaucoma, ad angolo aperto e ad angolo chiuso. Il glaucoma ad angolo chiuso è più comune nei pazienti ipermetropi. In questo gruppo di pazienti, l'occhio è piccolo e la stenosi nella parte anteriore dell'occhio può portare a glaucoma ad angolo chiuso. A volte, il paziente può esprimere che ha lamentele come vedere le onde intorno alle luci nell'oscurità e il dolore sotto forma di pressione. I disturbi del glaucoma diventano più pronunciati quando la pressione oculare supera i 21 mmHg. Finché non raggiunge i livelli di 40-50 mmHg, non provoca disturbi come il dolore, ma anche livelli come 30-35 mmHg sono piuttosto alti. Se supera i 45-50 mmHg, provoca arrossamento degli occhi, lacrimazione e un forte mal di testa sotto forma di un mezzo mal di testa su quale lato è alto.

L'elevata pressione oculare non è sufficiente per la diagnosi

La pressione oculare di solito rimane agli stessi livelli, ma ha un ritmo durante il giorno. Se lo misuri al mattino, lo misuri la sera, potrebbero arrivare risultati diversi. In una persona con glaucoma, la pressione oculare è per lo più superiore a 21 mmHg. Successivamente, i nervi oculari del paziente vengono controllati perché ci sono cambiamenti come la vaiolatura dovuta al glaucoma. Nei pazienti con vaiolatura, anche se la pressione oculare è normale, dovrebbe essere esaminata. Inoltre, la sola pressione oculare elevata non è sufficiente per una diagnosi definitiva in pazienti con pressione oculare. Dovrebbe anche essere controllato se c'è un indebolimento del nervo ottico con il test di tomografia a coerenza ottica e se c'è una perdita del campo visivo con il test del campo visivo.

La terapia di caduta viene applicata nella prima fase

Trattamento del glaucoma; È diviso in 3 gruppi come trattamenti farmacologici, trattamenti laser e trattamenti chirurgici. Se non è un tipo di glaucoma secondario che si sviluppa a causa di glaucoma, diabete, occlusione vascolare, cataratta o qualsiasi altra causa, ovvero il tipo più comune di glaucoma da causa sconosciuta (gruppo di glaucoma primario), la prima opzione di trattamento è il drop applicazione. Grazie a colliri efficaci, la pressione oculare della maggior parte dei pazienti è controllata con colliri. Nel trattamento, ha lo scopo di ridurre la pressione oculare senza danneggiare i nervi oculari. La chirurgia può anche essere raccomandata prima di iniziare la terapia farmacologica, poiché ci sarà un danno avanzato del nervo oculare nel gruppo di pazienti con glaucoma grave. Non bisogna dimenticare che il glaucoma è una malattia che causa la cecità. Se il trattamento viene ignorato e ritardato, purtroppo, può portare a una perdita di luce nell'ultima fase. Per questo motivo è opportuno effettuare misurazioni regolari, soprattutto dopo i 35-40 anni di età.

Dieta specifica per il glaucoma

È stato dimostrato che alcuni gruppi vitaminici contribuiscono positivamente alla malattia del glaucoma. La vitamina B1 (tiamina) e la vitamina B3 (niacina), che proteggono le funzioni del tessuto nervoso, sono le principali. L'acido folico, chiamato vitamina B9, è anche molto efficace nelle reazioni cellulari e in tutte le funzioni del sistema nervoso. Per questo motivo si ritiene che l'uso dell'acido folico insieme alla vitamina B12 abbia un effetto protettivo nel glaucoma. Un'altra vitamina che supporta positivamente il trattamento del glaucoma è la vitamina C, che è abbondante in frutta e verdura. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, protegge il nervo ottico e si dice che riduca la pressione sanguigna nei pazienti con pressione oculare. La vitamina D riduce la pressione oculare influenzando la produzione-deflusso del fluido intraoculare e protegge il nervo ottico dai danni aumentando il flusso sanguigno all'occhio.