Attenzione al rischio di allergia nelle scuole

La stagione estiva è finita; le scuole stanno aprendo e il tempo sta lentamente diventando più freddo. Pertanto, i bambini dovranno trascorrere più tempo in ambienti chiusi e affollati come casa, scuola, centri commerciali, cinema. Ciò può aumentare l'esposizione agli allergeni interni e alle infezioni del tratto respiratorio superiore. Gli esperti del dipartimento di allergia pediatrica del Memorial Health Group hanno fornito informazioni sulle precauzioni da prendere contro il pericolo di allergeni nelle scuole.

L'esposizione all'allergene scatena la malattia

Le allergie respiratorie si presentano come "rinite allergica" e "asma allergico" nella clinica e costituiscono importanti problemi di salute dell'infanzia. Nella rinite allergica, nota anche come "raffreddore da fieno", si osservano congestione nasale stagionale o per tutto l'anno, naso che cola, prurito nasale e starnuti; Questa immagine può essere accompagnata da lacrimazione e prurito. L'asma allergica, d'altra parte, è caratterizzata da periodi ricorrenti di tosse e respiro sibilante e si aggrava con attacchi di mancanza di respiro. Durante questi attacchi, in particolare le piccole vie aeree si restringono e possono verificarsi gravi distress respiratori. In entrambi i quadri clinici, l'esposizione all'allergene sensibile gioca un ruolo come un importante fattore scatenante.

Gli allergeni sono efficaci nell'esacerbazione dell'asma e della febbre da fieno

Gli allergeni epiteliali degli animali domestici come acari della polvere domestica, scarafaggi, muffe, gatti, cani e piume sono gli allergeni interni più importanti identificati. La sensibilità agli allergeni indoor è un importante fattore di rischio nello sviluppo e nell'esacerbazione di malattie allergiche respiratorie come l'asma e il raffreddore da fieno. L'ipersensibilità delle vie aeree dei bambini con asma provoca anche sensibilità a stimoli diversi dagli allergeni. Infezioni del tratto respiratorio superiore, esercizio fisico, aria fredda, stress, inquinamento atmosferico, fumo di sigaretta e alcuni gas irritanti sono altri fattori stimolanti non allergenici che facilitano le esacerbazioni dell'asma.

Il riconoscimento dell'allergene fornisce il controllo della malattia

Al fine di prevenire i disturbi respiratori causati dalla sensibilità agli allergeni interni, è importante determinare prima a quale allergene è sensibile. Per questo, possono essere applicati vari test cutanei di laboratorio e cutanei. L'applicazione di metodi di prevenzione degli allergeni dopo l'identificazione dell'allergene ridurrà il carico di allergeni ambientali. Inoltre, quando necessario, vari farmaci antidolorifici e preventivi e metodi di immunoterapia specifici per allergeni costituiscono le fasi del trattamento.

La tosse da veglia può essere un sintomo di allergie, le infezioni del tratto respiratorio superiore possono scatenare attacchi

Attacchi di tosse in corso, in particolare tosse che possono svegliarsi dal sonno durante la notte e intensificarsi al mattino, respiro sibilante occasionale al petto, respiro accelerato, sensazione di oppressione possono essere un sintomo di sensibilità nelle piccole vie aeree e un possibile avvertimento di una riacutizzazione imminente. È stato anche dimostrato in molti studi scientifici che le infezioni del tratto respiratorio superiore innescano esacerbazioni acute in soggetti con sensibilità agli allergeni. Pertanto, è importante che gli individui suscettibili adottino le necessarie precauzioni per la protezione dalle infezioni del tratto respiratorio superiore.

I bambini non dovrebbero essere esposti al fumo di sigaretta

Il fumo ha anche un effetto negativo sull'asma. Oltre al fumo, anche l'esposizione passiva al fumo di sigaretta provoca l'esacerbazione dell'asma e rende difficile il controllo della malattia. Anche fumare in un'altra stanza o balcone della casa colpisce i bambini con asma.

Nuovo a scuola, il ragazzo conosce anche molti stimoli.

Soprattutto nei bambini piccoli che sono nuovi a scuola, alcune difficoltà sorgono dall'ingresso in un nuovo ambiente. I bambini possono incontrare molti più stimoli di quelli che hanno incontrato nella loro vita prima di questo periodo e potrebbero avere problemi di salute ad essi correlati. Tuttavia, nei bambini che non hanno una malattia di base nel sistema immunitario o in coloro che non sviluppano sensibilità agli allergeni, questi problemi possono diminuire nel tempo e non causare complicazioni.