Il caldo stanca il cuore

Molte persone che non hanno malattie cardiache in un clima caldo e afoso si lamentano che l'aria le travolge e mette sotto pressione la loro gabbia toracica. Il caldo estivo, che spesso può causare malattie anche a persone sane, aumenta i disturbi, soprattutto in quelli con malattie cardiache. Gli esperti del dipartimento di cardiologia del Memorial Antalya Hospital hanno affermato che i cardiopatici dovrebbero prestare molta attenzione alla loro salute durante i mesi estivi e hanno fornito suggerimenti per proteggere il cuore.

L'aumento della temperatura dell'aria comporta alcuni rischi, soprattutto per i cardiopatici. Gli attacchi di cuore aumentano stagionalmente in estate. La ragione più importante di ciò è l'aumento della velocità di coagulazione del sangue insieme alla perdita di sale ed elettroliti. Al fine di prevenire un possibile infarto, è molto importante che le persone con malattie cardiache siano protette dagli effetti nocivi del sole bevendo molti liquidi.

Il clima caldo e umido porta fattori di rischio per i cardiopatici

Il fatto che l'aria estremamente calda e umida crei un rischio maggiore soprattutto per i pazienti cardiovascolari, ipertensione e pazienti con scompenso cardiaco non deve essere trascurato. Uno dei meccanismi più importanti che mantengono costante la temperatura corporea è la circolazione sanguigna della pelle. Le vene che nutrono la pelle cercano di ridurre o aumentare la perdita di calore nel corpo contraendosi al freddo ed espandendosi con il caldo. Questa situazione richiede che il cuore lavori di più. Nei pazienti con insufficienza cardiaca, il flusso sanguigno è prevalentemente diretto alla pelle, il che può portare a una diminuzione del flusso sanguigno agli organi vitali.

Se il fabbisogno idrico non è equilibrato, può verificarsi insufficienza cardiaca.

Il metodo più efficace adottato dal corpo contro il calore è la sudorazione. Quando l'acqua evapora dalla pelle umida, la pelle inizia a raffreddarsi. Naturalmente, in questo caso, si perdono sali e minerali chiamati fluidi ed elettroliti. La diminuzione del volume del fluido circolante nelle vene provoca una diminuzione della fluidità del sangue e della quantità di sangue che passa attraverso i reni. Questo può portare a una compromissione della funzionalità renale se non viene assunto abbastanza liquido. Per compensare ciò, le sostanze secrete dai reni e dalle ghiandole surrenali possono causare la contrazione dei vasi e aumentare i sintomi di insufficienza cardiaca con improvvisi aumenti della pressione sanguigna.

I farmaci dei pazienti ipertesi dovrebbero essere regolati in base all'estate.

È molto importante che i pazienti con ipertensione e che usano farmaci diuretici bevano una quantità sufficiente di liquidi. In caso contrario, potrebbero verificarsi improvvisi cali della pressione sanguigna e deterioramento delle funzioni renali. Inoltre, alcuni pazienti che usano i bloccanti dei canali del calcio come analgesici per la pressione sanguigna hanno un aumento del gonfiore alle gambe e alle caviglie con il calore. I pazienti con questa condizione dovrebbero prestare maggiore attenzione alla restrizione del sale. Poiché l'ipertensione è principalmente una malattia che non causa alcun reclamo, la maggior parte dei pazienti non è a conoscenza dei cambiamenti della pressione sanguigna. È utile monitorare più da vicino i cambiamenti della pressione sanguigna, specialmente durante i periodi di cambio stagionale. Pertanto, i pazienti con pressione alta dovrebbero consultare il proprio medico per evitare problemi durante i mesi estivi. Pertanto, l'uso di farmaci di questi pazienti può essere riorganizzato per il periodo estivo se ritenuto necessario dai loro medici.

Gli attacchi di cuore aumentano con il caldo estremo

Nelle giornate estremamente calde e umide, il numero di persone che hanno avuto un infarto o sono morte a causa di malattie cardiovascolari è in aumento. Negli studi osservazionali condotti negli anni in cui si sono verificate ondate di caldo estremo, è stato osservato che soprattutto gli anziani ei pazienti con malattie concomitanti erano più colpiti.

Cosa fare in caso di spasmo o attacco cardiaco improvviso?

In questi giorni, è molto importante che i pazienti con malattie cardiovascolari rimangano il più possibile in luoghi freschi e se si manifestano disturbi come dolore toracico, mancanza di respiro, palpitazioni, si rivolgono immediatamente a un istituto sanitario.

Suggerimenti per proteggere la salute del cuore in estate:

È possibile elencare alcune delle misure fondamentali da adottare per prevenire gli effetti negativi dell'aria calda sul metabolismo e per trascorrere in salute i mesi estivi.

  • In estate, scegli vestiti realizzati con tessuti chiari, comodi e larghi che non aumentano la traspirazione.
  • Evita pasti pesanti e grassi e cerca di seguire una dieta ricca di frutta e verdura a intervalli piccoli e frequenti.
  • Fai attenzione se bevi alcolici. Non bere alcolici sotto il sole all'aria aperta, specialmente durante le ore in cui i raggi del sole sono ripidi.
  • Durante i mesi estivi, il fabbisogno giornaliero di liquidi aumenta a 2-3 litri. In estate, abbi cura di consumare 2-2,5 litri di acqua al giorno.
  • Dovrebbe stare attento nel consumo di soda e acqua minerale. Il consumo incontrollato di acqua minerale e soda aumenterà la pressione sanguigna e causerà la comparsa o il peggioramento dei sintomi di insufficienza cardiaca.
  • Non vagare all'aperto, soprattutto quando il sole è ripido.
  • Poiché il nostro corpo perderà elettroliti, soprattutto sodio, con il sudore, usa il sale secondo il parere del tuo medico.
  • Entra in mare al mattino e alla sera a stomaco vuoto, non prendere il sole sulla sabbia, nuota nel mare parallelo alla riva. Non nuotare all'aperto.
  • Assicurati che i tuoi farmaci per l'ipertensione siano organizzati in base all'estate consultando il tuo medico.
  • Prima di viaggiare per un lungo periodo, assicurati di avere i controlli cardiaci.