L'influenza di lunga durata può trasformarsi in polmonite

La polmonite, comunemente nota come polmonite, può manifestarsi con disturbi come febbre improvvisa, tosse, espettorato, mancanza di respiro e dolore al petto. Situazioni come ignorare l'influenza stagionale o aspettare che i sintomi vengano risolti inconsciamente con l'assunzione di farmaci possono causare una diagnosi tardiva, un trattamento difficile e persino situazioni pericolose per la vita. Prima del "12 novembre, Giornata mondiale della polmonite", Assoc. Dott. Güngör AteĊŸ ha fornito informazioni sulla polmonite e sul suo trattamento.

L'influenza può scatenare la polmonite

Alcuni batteri, virus e funghi causano infiammazione del tessuto polmonare e provocano la polmonite. La polmonite più comune al mondo e in Turchia si sviluppa a causa di batteri chiamati pneumococchi. Nei mesi autunnali e invernali, può verificarsi una polmonite grave a causa del virus dell'influenza o con i batteri aggiunti all'influenza.

Gli effetti della polmonite possono differire

I fattori che causano la polmonite possono differire. Ad esempio, i microbi che causano la polmonite sono diversi da quelli delle persone normali perché il sistema immunitario è altamente soppresso nelle persone che usano farmaci simili al cortisone che riducono la resistenza del corpo, trapianti di organi, cancro e malati di AIDS. In questi gruppi di pazienti, la causa della polmonite può essere anche vari batteri, virus e funghi che non causano malattie nelle persone normali.

Non fare tardi per andare dal dottore

La diagnosi di polmonite, o polmonite, può essere fatta dai reclami del paziente e dall'esame del medico. I suoni tipici provenienti dai polmoni sono il sintomo più importante della malattia. Inoltre, la radiografia del torace e gli esami del sangue che mostrano la presenza di infezione nel corpo sono anche efficaci per fare una diagnosi definitiva. In alcuni casi, al paziente possono essere applicati metodi come analisi dell'espettorato e delle urine, tomografia, broncoscopia.

La polmonite è ancora un problema pubblico potenzialmente letale, nonostante i numerosi metodi di trattamento in via di sviluppo, l'aumento positivo delle strutture di terapia intensiva, antibiotici e altri farmaci sviluppati in base alle malattie.

Attento al fuoco che non cade!

Un numero significativo di pazienti con polmonite può essere trattato in regime ambulatoriale senza ricovero. Con gli antibiotici appropriati, i pazienti le cui condizioni generali migliorano entro 48-72 ore, i disturbi regrediscono e la diminuzione della febbre possono continuare il trattamento in sicurezza. Tuttavia, i pazienti la cui febbre non è diminuita con antibiotici nelle prime 72 ore e le cui condizioni generali non possono essere migliorate devono consultare nuovamente un medico senza indugio e potrebbe essere necessario seguirli. In generale, i bambini piccoli e gli anziani, i pazienti che non possono essere assistiti e trattati a casa, le persone con malattie cardiache, cancro, insufficienza renale, diabete, BPCO, asma possono aver bisogno di essere ospedalizzati e trattati.

Il trattamento antibiotico per 5-7 giorni è generalmente sufficiente nel trattamento della polmonite. Pertanto, l'uso inconscio di antibiotici per settimane dovrebbe essere evitato.