10 domande che le madri di bambini prematuri si chiedono

Ogni anno nascono circa 150mila bambini prematuri. Questi bambini nati prematuramente, secondo i bambini a termine; Possono affrontare seri problemi al sistema respiratorio, al sistema nervoso, all'udito, alla vista e alle funzioni cognitive legate all'apprendimento nelle età successive. Supervisore di terapia intensiva neonatale Assoc. Dott. Ercan Tutak ha risposto alle 10 domande più curiose delle madri di bambini prematuri nell'ambito della "Giornata mondiale prematura del 17 novembre".

  1. Ogni bambino nato debole è prematuro?

Uno degli errori più comuni è che si può determinare se il neonato è prematuro o meno in base al suo peso. Tuttavia, il peso alla nascita non indica se il bambino è prematuro o meno. Mentre un bambino che pesa 2mila grammi non è prematuro, un bambino nato 3mila grammi può essere prematuro. I bambini nati prima delle 37 settimane sono chiamati neonati prematuri.

  1. I bambini prematuri hanno necessariamente gravi problemi di salute?

    Nei bambini nati prima delle 6 settimane possono verificarsi disturbi di organi vitali e sistemi di organi come cervello, fegato, reni, cuore, polmoni e intestino. Immediatamente dopo la nascita, il bambino deve adattarsi a un sistema completamente diverso dal sistema circolatorio nel grembo materno con il primo respiro che prende. Man mano che le settimane di nascita dei bambini prematuri si riducono, aumentano i problemi in altri sistemi di organi, specialmente nel sistema respiratorio. Per questo motivo è importante che un bambino prematuro nasca in centri con unità di terapia intensiva neonatale.

  1. Il latte materno dovrebbe essere somministrato immediatamente ai bambini prematuri?

Problemi di suzione, deglutizione, respirazione e coordinazione di tutti questi attendono il bambino nato prima che il sistema immunitario maturi. Nei neonati prematuri, è molto importante che la prima poppata sia fatta con il primo latte proveniente dalla madre chiamato colostro. Trattenere il respiro durante l'alimentazione, attacchi di lividi, suzione, deglutizione e coordinazione respiratoria sono tra i problemi comuni che possono durare per i primi giorni, a volte alcune settimane, durante il processo di adattamento all'ambiente esterno. Nei bambini prematuri, la fuoriuscita di cibo dallo stomaco all'esofago può causare un rallentamento del battito cardiaco e attacchi di lividi.

  1. Perché la perdita di calore è più importante in questi bambini?

I bambini prematuri hanno pochissima capacità di generare calore a causa della sottigliezza della loro pelle e del basso tessuto adiposo sottocutaneo. Inoltre, non appena sale, la perdita di calore raggiungerà il livello massimo quando viene eseguita la prima manutenzione in un luogo in cui non è prevista la temperatura ambiente appropriata, senza una buona asciugatura. Quando la temperatura corporea diminuisce, il corpo consumerà più ossigeno per produrre calore. In un bambino prematuro che ha già difficoltà respiratorie, un maggiore consumo di ossigeno per la generazione di calore aumenterà la necessità di ossigeno molte volte. Questa situazione causerà mancanza di ossigeno, emorragia cerebrale, grave deterioramento dei sistemi di organi. Per questo motivo, al fine di ridurre al minimo la dispersione di calore nei neonati prematuri, i primi interventi da fare subito dopo la nascita dovrebbero essere eseguiti sotto una fonte di calore, la pelle dovrebbe essere accuratamente asciugata e la testa dove si verifica la maggior dispersione di calore dovrebbe essere coperta. il prima possibile. Non dovrebbe mai essere assunto prima che siano trascorse 24 ore.

  1. Anche i bambini prematuri hanno l'ittero?

I neonati prematuri sono più rossi dei neonati a termine. Ciò è dovuto all'elevato numero di globuli rossi e alla pelle molto sottile. L'ittero nei bambini prematuri dura più a lungo dei bambini a termine. La bilirubina, che viene rilasciata dalla scomposizione di un gran numero di cellule del sangue, conferisce un colore giallo alla pelle e al bianco degli occhi. Il trattamento dell'ittero è fornito con un'adeguata nutrizione e fototerapia.

  1. Cosa si dovrebbe fare per proteggere i bambini prematuri dalle infezioni?

Al fine di proteggere i bambini prematuri con funzioni di difesa del corpo estremamente scarse dalle infezioni, è necessario pulire le mani prima di toccarli. Per questo motivo il lavaggio delle mani dovrebbe essere un'abitudine indispensabile nelle unità neonatali. L'unità neonatale deve essere ventilata con un sistema di ventilazione con filtro anti-germi a circuito chiuso. Per proteggere un bambino prematuro dalla pertosse, è molto importante vaccinare le persone intorno al bambino, in particolare la madre e il padre, che hanno il contatto più elevato con il bambino, secondo un'applicazione chiamata strategia del bozzolo.

  1. I bambini prematuri hanno la pressione sanguigna?

Un altro problema riscontrato nei bambini prematuri è l'emorragia cerebrale e le relative complicanze. La barriera emato-encefalica, che impedisce il riflesso diretto dei cambiamenti della pressione sanguigna al cervello nei neonati a termine, non è completamente matura nei neonati prematuri. È importante monitorare i cambiamenti della pressione sanguigna. Oltre ai farmaci sedativi necessari nei bambini in terapia intensiva, il numero e l'intensità degli stimoli forniti dalla luce, dal suono e dal tatto ambientali sono ridotti. "Con meno mani, più occhi" è uno dei principi più importanti nelle unità che seguono i bambini prematuri.

  1. Il rischio di udito e vista è più alto nei bambini prematuri?

Un altro problema riscontrato nei bambini prematuri è la perdita della vista. La diagnosi precoce della malattia rende possibile il trattamento. Alcuni oftalmologi speciali che si occupano delle malattie dello strato retinico dell'occhio eseguono tali operazioni. Bassi livelli di zucchero nel sangue, calcio e magnesio sono altri problemi metabolici riscontrati nei bambini prematuri. È la determinazione dei mancanti per il trattamento e la loro sostituzione per via endovenosa o orale. I problemi di udito e la paralisi cerebrale sono tra le altre condizioni riscontrate nei bambini che nascono prima della 30a settimana e ricevono ossigenoterapia con autorespiratore al di sotto dei 1000 gr.

  1. Come viene determinata l'ora in cui il bambino prematuro torna a casa?

Può essere alimentato completamente per via orale con latte materno o artificiale, tollera la sua alimentazione, la frequenza respiratoria è di 25-55 / min. I bambini che non presentano disfunzioni d'organo che richiedono cure ospedaliere sono inclusi nel piano di dimissione. L'educazione materna viene impartita individualmente, se nessuna madre viene seguita, un giorno viene monitorata a fianco della madre per verificare se tutta l'assistenza è fornita dalla madre. Se la madre può nutrire il suo bambino, se non ci sono problemi nel bambino, se il bambino non mostra segni di lividi, pallido respiro trattenuto quando è sdraiato sul seggiolino auto e può mantenere la temperatura corporea nell'aria della stanza, lei può farlo. ora essere rimandato a casa.

  1. Quali sono i punti a cui la famiglia dovrebbe prestare attenzione nell'assistenza domiciliare al mio bambino prematuro?

Il numero giornaliero di cacca, la quantità di urina, i tempi dei pasti e le quantità dei pasti devono essere registrati in una tabella. Eventuali situazioni anomale sperimentate devono essere registrate e condivise con il medico. Si consiglia di avere una temperatura ambiente di 23-25 ​​gradi e di dormire nel proprio letto in un ambiente silenzioso coprendo la parte inferiore, la tuta e una coperta sottile in base a questa temperatura. In caso di rifiuto del cibo, non succhiare, pianto continuo o non piangere affatto, trovarsi in una posizione molto rilassata e collassare dove gli arti vengono mossi quando si muovono i piedi delle mani, lividi, respirazione frequente e difficile, febbre o bassa temperatura corporea, ittero visibile sulla pelle, consultare immediatamente un medico. La crescita e lo sviluppo dei bambini nati sotto le 28 settimane è monitorata dall'età di 3 anni e dai bambini prematuri più grandi fino all'età di 2 anni, tenendo conto delle settimane di nascita. Dopo questa età, non è più necessario guardare l'età corretta. Deve aver catturato i suoi coetanei.