È possibile sbarazzarsi del vaginismo con la psicoterapia

Il vaginismo, che viene definito come "paura di non avere rapporti sessuali" e talvolta porta i matrimoni al punto di finire, può trasformare la vita dei coniugi in un incubo a causa di tentativi di trattamento errati e incompleti. Prima di tutto, le coppie dovrebbero essere consapevoli di questa malattia, che può essere raggiunta al 100% con metodi di trattamento appropriati e ottenere l'aiuto dell'esperto. Gli esperti di psicologia del Memorial Hospital hanno fornito informazioni sul "vaginismo e il suo trattamento".

Il vaginismo non ha nulla a che fare con gli eventi sociali. Tuttavia, la percezione della sessualità e della verginità nella società, l'inadeguatezza e l'inesperienza nelle informazioni sessuali, le false credenze, i tabù e i miti possono essere trovate alla radice del vaginismo. Il vaginismo è più comune nel nostro paese rispetto ai paesi occidentali. Si può anche dire che "il vaginismo non si vede quasi nei paesi occidentali". In Turchia, questo tasso è del 2-3%. Sebbene non sia la disfunzione sessuale più comune nelle donne, è la più comune tra le disfunzioni sessuali che si presentano all'ambulatorio; perché, a differenza di altri disturbi, previene la coalescenza.

Il vaginismo può porre fine alla tua relazione prima che inizi

La caratteristica principale del vaginismo durante i rapporti sessuali; È l'incapacità di rapporti sessuali o eventi dolorosi a causa di contrazioni e dolore intenso. Questa contrazione è una contrazione involontaria che si verifica al di fuori del controllo cosciente della donna. Questa contrazione è accompagnata da contrazioni in tutto il corpo, chiusura delle gambe, una serratura, paura e la convinzione di evitare i rapporti sessuali. Il rapporto sessuale si verifica raramente, ma poiché la contrazione continua, il rapporto sessuale è doloroso o fastidioso.

Sebbene il vaginismo sia una disfunzione sessuale primaria; raramente, può svilupparsi a causa di traumi vaginali o infezioni vaginali ricorrenti.

Si basa su informazioni errate e incomplete.

La maggior parte delle donne con vaginismo ha paura della penetrazione vaginale. Pertanto, le donne con vaginismo non possono usare i tamponi ed evitare l'esame ginecologico. Molti credono che i loro genitali abbiano un aspetto sgradevole e scomodo. Temono che i rapporti sessuali siano dolorosi e sanguinolenti perché pensano che le vagine siano troppo piccole e il pene sia grande. Mancanza di educazione sessuale, giudizi di valore conservatori sulla sessualità, prevalenza di miti sessuali (ad esempio il pensiero che i muscoli vaginali si contrarranno involontariamente e il pene rimarrà all'interno), le donne non riconosceranno i propri genitali, l'importanza esagerata attribuita al concetto di verginità , il fatto che l'esperienza sessuale non si sviluppa gradualmente e inizia con il rapporto sessuale diretto e i tabù nella nostra comprensione generale della sessualità Si può dire che ha un ruolo in questo.

Provoca una diminuzione del desiderio sessuale

Anche i pazienti con vaginismo sperimentano un'eccitazione e un orgasmo limitati, anche se nella maggior parte dei casi. Pertanto, anche se il rapporto sessuale non viene raggiunto, possono condurre una vita sessuale soddisfacente. Quando il problema del vaginismo non è risolto; La frequenza di problemi come l'eiaculazione precoce, la diminuzione dell'interesse sessuale e del desiderio o l'insufficienza erettile nei loro partner è piuttosto alta.

Un trattamento sbagliato sta causando problemi maggiori

Un altro fatto sul problema del vaginismo sono i tentativi di trattamento inappropriati dei medici. Le pomate anestetiche e antidolorifiche raccomandate aumentano l'aspettativa del paziente di sentire dolore e l'enectomia (rimozione dell'imene con un intervento chirurgico) influisce negativamente sul processo di terapia sessuale. Tali tentativi fisici o approcci "psicologici" che non vanno al di là del consiglio e assomigliano all'atteggiamento del "padre" più di quanto il terapeuta non siano di alcuna utilità; al contrario, aumenta i sentimenti di impotenza nelle donne. Gli approcci terapeutici che mirano ad arrivare al nocciolo del problema, d'altra parte, ritardano la soluzione del problema del vaginismo, il cui trattamento richiede urgenza, e possono rafforzare i sentimenti di disperazione e impotenza del paziente.

Non è possibile trattare il vaginismo con alcun farmaco o operazione. Oggi è accettato che i trattamenti più efficaci siano le terapie sessuali di terapisti specializzati in trattamenti sessuali. Con un trattamento corretto e appropriato, le percentuali di successo sono del 100% e la durata media del trattamento è di 8-10 settimane.