Prenditi cura del tuo bambino in estate

Specialista del Dipartimento per la salute e le malattie dei bambini del Memorial Şişli. Dott. Deniz Tamtekin, ha fornito informazioni pratiche ma importanti sulla cura del bambino in estate.

Non dire "il bambino ha freddo" e avvolgerlo a strati

I bambini sono molto sensibili al freddo nel primo mese, che chiamiamo periodo neonatale. Durante questo periodo, è necessario proteggere meglio il bambino. Durante il periodo neonatale, la più grande area del corpo è la testa. Poiché la perdita di calore proverrà da questa zona, è opportuno indossare un berretto. Dopo il periodo neonatale, sarà opportuno vestire il bambino in base alla temperatura ambiente. In realtà, ogni bambino è diverso; Per questo motivo, non ha senso dire "vestito in uno strato, avere tre strati di vestiti". Tuttavia, in estate, durante il giorno sarà sufficiente un solo strato di indumenti di cotone pettinato. Il cappello è un elemento importante. È necessario per proteggersi dal sole nelle calde giornate estive. Se le parti sono fredde, è possibile indossare un indumento a maniche lunghe e con le gambe. È preferibile che gli abiti siano di colore chiaro, larghi, non tinti e in cotone 100%, se possibile in cotone organico.

Dai al tuo bambino acqua dopo ogni cibo supplementare

I bambini dovrebbero iniziare l'allattamento al seno subito dopo la nascita. Nei bambini allattati esclusivamente al seno, di solito non sono necessari integratori idrici esterni. Tuttavia, quando si avvia cibo aggiuntivo, è assolutamente necessario dare acqua. L'acqua dovrebbe essere somministrata dopo ogni cibo supplementare, il bambino berrà quanto ne ha bisogno. Poiché la temperatura ambiente aumenta in estate, c'è sudorazione. Poiché c'è una perdita di acqua dovuta alla sudorazione, nasce già il desiderio di bere acqua. Nelle giornate molto calde, sarà bene dare acqua al bambino in momenti diversi della giornata e nutrirlo con cibi acquosi.

Proteggi dall'eruzione cutanea

Con l'arrivo dell'estate e il riscaldamento del clima, uno dei problemi più comuni che incontriamo è l'eruzione cutanea. L'eruzione cutanea si verifica a causa dell'eccessiva sudorazione nella stagione calda. Quando la temperatura ambiente aumenta, aumenta anche la temperatura corporea. Inizia a sudare per bilanciare la temperatura corporea. Se la temperatura ambiente è troppo alta e non si fanno bagni frequenti, potrebbe esserci un'ostruzione nei pori. Quando le ghiandole sudoripare sono ostruite, vediamo punti rossi, punto a punto in quella zona. L'eruzione cutanea, che tutti conosciamo, si verifica principalmente sul petto, sulle spalle e sul collo. Per curare questo, di solito è sufficiente ridurre la sudorazione, indossare abiti più larghi e fare un bagno con acqua tiepida. Se le creme oleose bloccano i dotti delle ghiandole sudoripare, prevengono la traspirazione e fanno proliferare l'eruzione cutanea.

Proteggi il tuo bambino dal sole, ma non dimenticare di assicurarti che benefici anche della vitamina D.

Un altro problema riscontrato in estate sono i colpi di sole e le ustioni. Il modo più semplice per evitarlo è scegliere le ore in cui andare al sole e reintegrare il liquido. A condizione che le ore siano regolate in base alla regione in cui ci troviamo (soprattutto tra le 10.00 e le 16.00), prendere il sole che non richiede troppo tempo al mattino e alla sera sarà salutare. Dovresti uscire al sole applicando una crema solare con alto fattore di protezione e barriera meccanica. Quando si sceglie la protezione solare, è necessario prestare attenzione al fatto che sia resistente all'acqua o meno e al grado di fattore di protezione. È importante applicarlo senza esporsi al sole e rinnovarlo ad intervalli regolari in termini di protezione. In caso di scottature, non si dovrebbe più andare al sole prima di stare meglio. Sarà opportuno indossare un cappello nelle giornate estive in quanto proteggerà meccanicamente il viso e magari le spalle dai raggi del sole.

Attenzione alla diarrea estiva!

In estate, la diarrea è un problema più comune. Il motivo per cui è più frequente in estate è la crescita più rapida dei microrganismi in un ambiente caldo. Inoltre, nuotare in piscina e al mare maggiormente in estate e aumenta la possibilità di ingerire più microbi per via orale. Il modo più semplice per prevenire la diarrea estiva è utilizzare fonti di acqua pulita per l'acqua potabile e il lavaggio degli alimenti. Gli alimenti che non sono conservati in condizioni adeguate o che si pensa vengano tenuti fuori non dovrebbero essere consumati. È necessario prestare attenzione alle condizioni di conservazione e alle date di scadenza dei prodotti confezionati. Da tenere in considerazione le condizioni di produzione, conservazione e presentazione del gelato, alimento molto consumato soprattutto durante la stagione estiva. Gli alimenti con latte, panna, maionese e carne si deteriorano molto rapidamente. Il fattore più importante nel trattamento della diarrea è sostituire il fluido perso e il trattamento farmacologico rilevando il microrganismo infettivo.

Suggerimenti per le vacanze ...

L'estate è una stagione in cui i genitori trascorrono più tempo con i propri figli. In generale, i periodi di vacanza coincidono con i mesi estivi. Il tempo delle vacanze è quando siamo insieme ai nostri figli. L'estate è la stagione in cui la diarrea, i colpi di sole, la perdita di liquidi, le punture di insetti, il sangue dal naso e le malattie della pelle sono più comuni. Per goderti le ore che trascorri in spiaggia con il tuo bambino in estate, la selezione dei giocattoli da giocare in spiaggia e la sicurezza di questi giocattoli sono importanti.

Mentre i giochi da spiaggia permettono al bambino di divertirsi in spiaggia; È importante che tuo figlio contribuisca allo sviluppo della sua intelligenza e creatività e sia affidabile, scegli i giocattoli con cui puoi giocare insieme e con cui creare giochi. I giocattoli da spiaggia selezionati dovrebbero essere giocattoli sicuri che aumenteranno l'interesse del bambino per il mare. I bambini sono più vulnerabili ai pericoli in spiaggia, all'aperto, ovvero in vacanza. Per questo motivo, forse il punto più importante è considerare sempre tuo figlio ed essere cauto e attento ai pericoli che può incontrare.

Protegge da mosche e punture di insetti

Poiché nei mesi estivi si trascorre più tempo all'aperto, aumenta la possibilità di incontrare creature come le cimici delle mosche. Sebbene alcuni di questi siano innocui, alcuni possono causare reazioni allergiche. Per evitare ciò, il mio suggerimento è di utilizzare zanzariere e zanzariere nelle stanze. È possibile utilizzare dispositivi repellenti per insetti che emettono suoni ultrasonici. Esistono anche repellenti per mosche sotto forma di spray e creme che si dice siano innocui.