Febbre improvvisa e dolore toracico possono essere sintomi di polmonite

Accompagnati da febbre improvvisa in aumento, tosse, espettorato, mancanza di respiro, dolore al petto; La polmonite, comunemente nota come polmonite, che può manifestarsi con mal di testa, cambiamenti di coscienza, diarrea, dolori addominali, muscolari e articolari, è tra le più importanti malattie potenzialmente letali nonostante i metodi di trattamento avanzati.

Assoc. Dott. Güngör AteĊŸ ha fornito informazioni sulla polmonite nota come polmonite.

Batteri virus e funghi causa di polmonite

La polmonite, che è un'infiammazione del tessuto polmonare, si verifica a causa di vari microbi come batteri, virus e funghi. Le polmoniti più comuni nel mondo e in Turchia sono causate da pneumococchi, che si sviluppano sia per il virus dell'influenza che per i batteri aggiunti all'influenza durante le epidemie influenzali, creando una grave polmonite.

Quelli con un sistema immunitario debole sono a rischio

I fattori che causano la polmonite differiscono in alcune malattie e gruppi di pazienti. Ad esempio, i microbi che causano la polmonite nelle persone che usano farmaci che riducono la resistenza del corpo simile al cortisone, sono stati sottoposti a trapianto di organi, cancro, malati di AIDS e il loro sistema immunitario è altamente soppresso, sono diversi da quelli delle persone normali. In questi, la causa della polmonite sono vari batteri, virus e funghi che non causano malattie nelle persone normali.

Diagnosticato da Lung Sound

La diagnosi di polmonite può essere fatta solo durante l'esame clinico del paziente. A volte le infezioni del tratto respiratorio superiore possono essere viste prima dei reclami. La diagnosi di polmonite è fatta dalla presenza di suoni tipici che il medico sente mentre ascolta il polmone del paziente con un dispositivo chiamato stetoscopio. Inoltre, anche la radiografia del torace e i risultati delle analisi del sangue che mostrano un'infezione nel corpo sono efficaci per fare una diagnosi definitiva. Oltre a metodi diagnostici aggiuntivi come l'analisi e la tomografia dell'espettorato e delle urine, che in alcuni casi vengono applicati al paziente, possono essere necessari anche metodi che visualizzano le vie aeree con una telecamera chiamata broncoscopia.

Minacciare la vita

La polmonite è ancora tra le più importanti malattie potenzialmente letali, nonostante tutti gli sviluppi in medicina, strutture ospedaliere e di terapia intensiva avanzate, metodi diagnostici avanzati, numerosi antibiotici, altri farmaci e metodi terapeutici. Come risultato dell'uso diffuso di antibiotici e di studi sulle vaccinazioni, gli effetti potenzialmente letali di molte malattie infettive sono diminuiti. Tuttavia, è difficile parlare di questo sviluppo positivo per la polmonite.

La polmonite dovrebbe essere curata a casa o in ospedale?

Una parte molto importante dei pazienti con polmonite può essere trattata senza ricovero in ospedale. Con gli antibiotici appropriati da somministrare ambulatorialmente, il trattamento dei pazienti la cui febbre diminuisce entro 48-72 ore, le loro condizioni generali migliorano e le loro lamentele diminuiscono, può essere continuato in regime ambulatoriale. Tuttavia, i pazienti la cui febbre non diminuisce con gli antibiotici nelle prime 72 ore e le cui condizioni generali non migliorano devono rivolgersi nuovamente al medico senza indugio, e il follow-up dei pazienti può essere fatto nei reparti ospedalieri o in terapia intensiva secondo la loro condizione. Oltre al decorso della malattia, alcune caratteristiche del paziente influenzano anche la decisione del ricovero. In generale, i bambini piccoli e gli anziani, i pazienti che non possono essere curati e trattati a casa, le persone con malattie cardiache, cancro, insufficienza renale, diabete, BPCO, asma dovrebbero essere trattati con il ricovero in ospedale.

Potrebbe essere necessario un follow-up in terapia intensiva

Oltre agli antibiotici e ai liquidi adeguati, potrebbe essere necessario utilizzare ossigeno, farmaci per alleviare il respiro, antidolorifici e antipiretici, farmaci che facilitano la rimozione dell'espettorato e raramente sedativi della tosse. Inoltre, a seconda delle condizioni della malattia, a volte può essere necessario trattare il paziente con supporto respiratorio in condizioni di terapia intensiva.