L'aria condizionata inconscia fa ammalare

I condizionatori d'aria utilizzati nelle case, nei luoghi di lavoro e nei veicoli per rinfrescarsi a causa dell'aumento delle temperature nei mesi estivi possono causare danni anziché benefici.

Dal reparto malattie toraciche e allergie del Memorial Hospital, Uz. Dott. Füsun Soysal ha fornito informazioni sulle malattie causate dai condizionatori d'aria, i cui effetti nocivi sono inevitabili se usati con noncuranza e in modo improprio.

Quali sono le malattie provocate dai condizionatori d'aria?

Condizionatori; Infezioni influenzali, alcune infezioni virali del tratto respiratorio superiore e inferiore, dolori muscolari, rigidità muscolare, paralisi facciale e polmonite causate da batteri nei condizionatori d'aria. Soprattutto i bambini, gli anziani, quelli con sinusiti croniche e bronchiti legate alle vie respiratorie superiori e inferiori sono a rischio nell'uso dell'aria condizionata. I condizionatori d'aria che soffiano aria fredda direttamente sulla persona possono causare edema e paralisi facciale interessando la guaina nervosa del viso. L'aria fredda soffiata dai condizionatori e le polveri emesse nell'ambiente possono innescare disturbi e crisi di persone particolarmente allergiche, provocando attacchi d'asma e tosse secca grave. Per questo motivo, le persone con allergie dovrebbero evitare sbalzi di temperatura improvvisi.

Legionellosi

La più importante delle malattie trasmesse dai condizionatori d'aria è la polmonite chiamata Legionella polmonite. Questa malattia è stata osservata per la prima volta nelle persone nella sala in una riunione tenuta dai Legionari della Pennsylvania nel 1976 e si è capito che era causata dal sistema di ventilazione. Con il riconoscimento della malattia, ci si è resi conto che questo tipo di polmonite non mostra i soliti sintomi della polmonite. La causa della malattia è un batterio nel sistema di aria condizionata. Questi batteri crescono nei sistemi di filtraggio dei condizionatori d'aria a umidità e temperatura adeguate e da qui si distribuiscono nell'aria ambiente. La malattia non si trasmette da persona a persona. ,

Gruppi rischiosi

I dipendenti dei luoghi di lavoro con aria condizionata e dei grandi hotel e gli addetti alla ventilazione sono gruppi a rischio. Anche la resistenza del corpo della persona che assume i batteri è molto importante. L'incidenza della malattia è maggiore nei neonati, nei bambini e negli anziani, nei diabetici, negli alcolisti, in coloro che ricevono terapia con cortisone, in coloro che ricevono chemioterapia, insufficienza renale e malattia polmonare cronica. Il fattore di facilitazione più comune è il fumo.

Quali sono i sintomi della malattia del legionario?

A differenza della polmonite tipica, i disturbi ai polmoni e al sistema respiratorio non sono in primo piano. Nelle prime 24-48 ore si manifestano debolezza, malessere, dolori muscolari generalizzati, forte mal di testa e irrequietezza. Successivamente si osservano febbre e tosse secca, soprattutto nei primi due giorni. Possono verificarsi sintomi dell'apparato digerente come nausea, vomito e dolore addominale. Nel 20% dei pazienti si possono osservare sintomi del sistema nervoso, agitazione, disturbi della concentrazione e persino coma.

Come viene diagnosticata la malattia?

Una diagnosi definitiva della malattia può non essere fatta durante l'esame e la radiografia del torace del paziente. Sulla radiografia si possono vedere aree infiammate nelle parti inferiori del polmone. Potrebbe esserci un accumulo di liquido nella membrana polmonare. La malattia è generalmente unilaterale. Può essere necessario un esame più dettagliato con la tomografia computerizzata dei polmoni. Alcuni test di laboratorio possono anche essere utili per la diagnosi.

Come viene trattata la malattia?

Gli antibiotici contro i batteri che causano malattie vengono utilizzati per 15-21 giorni nel trattamento della malattia. Con l'uso dell'antibiotico appropriato alla dose e al tempo appropriati, la malattia è completamente guarita. Le persone con disturbi di febbre, tosse e debolezza dovrebbero cercare l'aiuto di un pneumologo, considerando che questi risultati potrebbero essere l'inizio di polmonite invece di valutare questi risultati come una semplice infezione influenzale.

Quali misure dovrebbero essere prese per ridurre al minimo gli effetti nocivi dei condizionatori d'aria?

È molto importante che la manutenzione e la pulizia dei condizionatori d'aria siano eseguite seriamente e regolarmente ogni anno. È necessario utilizzare un filtro antibatterico. La temperatura di 25 gradi è la temperatura più adatta. Bisogna fare attenzione a non raffreddare eccessivamente l'ambiente. Fare attenzione a non essere esposti direttamente all'aria soffiata dai condizionatori d'aria.