Attenzione a 5 vitamine per un parto sano!

Una parte significativa delle future mamme di oggi sta pianificando la gravidanza. Una gravidanza programmata ha grandi vantaggi sia per la madre che per il bambino. Perché, dai valori del sangue della futura mamma che vuole avere un bambino, si possono determinare in anticipo i problemi che possono mettere a rischio la gravidanza e la salute del bambino. Inoltre, all'elenco vengono aggiunte le regole da seguire per una gravidanza sana. Memorial Diyarbakır Hospital Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia op. Dott. Ezgi Roza Gül; Ha fornito informazioni sui valori vitaminici che dovrebbero essere considerati per la salute della madre e del bambino prima della gravidanza, durante la gravidanza e dopo il parto.

Integrazione di acido folico almeno 1 mese prima della gravidanza e nei primi 3 mesi di gravidanza

L'acido folico ha la capacità di ridurre eventuali problemi al cervello, al midollo spinale o alla colonna vertebrale del bambino nell'utero e il rischio di recidiva di questi problemi nei gruppi di pazienti ad alto rischio. Pertanto, prima del concepimento e nei primi 3 mesi di gravidanza, 0,4 mg al giorno. si raccomanda l'acido folico. Poiché la chiusura del tubo neurale, che in seguito formerà il cervello e il midollo spinale, avviene nei 26-28 giorni di gravidanza, è importante iniziare la supplementazione di acido folico prima della gravidanza.

L'assunzione di vitamina D dovrebbe iniziare con il periodo della gravidanza.

La vitamina D è una vitamina che aumenta l'assorbimento del calcio dall'intestino e stimola la mineralizzazione e la crescita delle ossa. A differenza della maggior parte delle vitamine alimentari, anche la vitamina D viene sintetizzata dall'esposizione alla luce solare. La carenza di vitamina D è un problema molto comune durante la gravidanza. Per questo motivo, si consigliano 1200 UI di vitamina D al giorno dall'inizio del periodo di gravidanza.

Il fabbisogno di iodio dovrebbe essere soddisfatto durante la gravidanza e l'allattamento.

Lo iodio è un minerale necessario per lo sviluppo del sistema nervoso del bambino nell'utero e nel periodo neonatale. L'aumento del fabbisogno di iodio durante la gravidanza e l'allattamento non può essere soddisfatto solo con il sale iodato. Pertanto, durante la gravidanza e l'allattamento, 150 mg al giorno sotto il controllo del medico. Dovrebbero essere presi integratori di iodio.

L'Omega 3 è essenziale per gli occhi e il cervello

Alcuni degli acidi grassi necessari per il corpo non possono essere sintetizzati nel corpo. Pertanto, devono essere assunti dall'esterno attraverso la dieta. Questi sono acidi grassi Omega 3 e Omega 6. DHA ed EPA sono gli acidi grassi Omega3 più importanti. Soprattutto il DHA è essenziale per lo sviluppo del cervello e della retina del feto. La fonte nutritiva più importante di DHE ed EPA è il pesce. Le donne incinte dovrebbero preferire il pesce con un basso contenuto di mercurio come il salmone, l'acciuga e il sugarello. Per le donne incinte che non possono consumare pesce, 200-300 mg al giorno. Si consiglia di assumere olio di pesce o integratori di olio di alghe che contengono DHA. L'olio di pesce selezionato per il supporto degli omega 3 dovrebbe essere preferito dal corpo del pesce. Non è opportuno prediligere oli di pesce prodotti dal fegato di pesce, soprattutto nei primi mesi di gravidanza.

L'anemia da carenza di ferro deve essere trattata

Il corpo utilizza il ferro per la produzione di emoglobina nei globuli rossi che trasportano l'ossigeno nel sangue. In caso di carenza di ferro vengono prodotti meno globuli rossi. Di conseguenza, si sviluppa l'anemia. L'anemia più comune durante la gravidanza è dovuta alla carenza di ferro. La futura mamma ha bisogno di più ferro a causa dell'aumento del volume del sangue e delle esigenze del bambino. Anche in assenza di anemia clinica, dovrebbero essere raccomandati integratori di ferro da 30-60 mg al giorno considerando il fabbisogno giornaliero di ferro. Le future mamme con anemia da carenza di ferro dovrebbero assumere un supplemento di ferro da 60-120 mg al giorno fino alla scomparsa del problema dell'anemia. La vitamina C aumenta l'assorbimento del ferro. L'assunzione di cibi ricchi di ferro e integratori di ferro con alimenti contenenti vitamina C (succo d'arancia, insalata) aiuta l'assorbimento. Tè, caffè e cibi ricchi di calcio hanno la capacità di ridurre l'assorbimento del ferro.