Attenzione alla pressione sanguigna degli occhi!

Il glaucoma, che si sviluppa con l'aumento della pressione oculare dovuta a fattori genetici e all'avanzare dell'età, può essere prevenuto con una diagnosi precoce. Tuttavia, se i reclami vengono ignorati e il trattamento viene trascurato, può verificarsi la perdita della vista o persino la cecità. Gli specialisti del Memorial Şişli Hospital Eye Center hanno fornito informazioni sul glaucoma e sul suo trattamento.

La pressione oculare ideale dovrebbe essere compresa tra 12 e 18 mmHg.

All'interno dell'occhio c'è un fluido chiamato umore acqueo, che viene rilasciato dalla parte posteriore dello strato colorato dell'iride. Questo liquido viene rilasciato regolarmente per 24 ore. Questo liquido, che lava il cristallino, l'iride e la cornea dell'occhio, porta i nutrienti e raccoglie i residui metabolici, viene assorbito dall'area chiamata angolo tra la cornea e l'iride e si mescola con il sangue. C'è produzione e assorbimento per 24 ore in modo che i tessuti interni siano nutriti, i detriti vengano raccolti e l'occhio non sembri una palla scoppiata. La differenza tra questo assorbimento e la produzione determina la pressione sanguigna dell'occhio. Nel 95% della popolazione normale, la pressione oculare è compresa tra 12-18 mmHg. Questo valore viene determinato mediante strumenti di misurazione della pressione oculare chiamati tonometri. Oggi ci sono lenti a contatto che monitorano la pressione intraoculare per 24 ore, così come tipi che funzionano con le vie aeree e il tatto.

Non ci sono problemi di vista nel glaucoma

Affinché l'occhio possa fornire tutte le sue strutture anatomiche e affinché i suoi tessuti sopravvivano, non deve essere né troppo bassa né troppo alta pressione. Sebbene la pressione oculare possa essere vista in tutti, può essere alta in alcune persone. Alcuni di loro possono anche essere pazienti con glaucoma. Nel glaucoma, la persona non ha problemi a vedere dove sta guardando e la visione centrale non viene influenzata fino agli ultimi stadi della malattia. Tuttavia, può verificarsi una perdita del campo visivo a causa dello schiacciamento delle fibre nervose dal bordo. Le persone con una storia familiare di glaucoma non dovrebbero interferire con il loro follow-up e coloro che non fanno parte di questo gruppo dovrebbero sottoporsi a una visita oculistica di routine annuale dopo i 40 anni per la consapevolezza di questa malattia.

La pressione oculare può aumentare negli anni '40

Il glaucoma di solito non mostra sintomi a meno che la pressione oculare della persona non superi i 30-35. Quando la pressione oculare aumenta, c'è un dolore molto intollerabile negli occhi. Durante l'esame di routine, viene rilevata un'elevata pressione oculare e il conseguente danno al nervo ottico, e questo danno è documentato con perdite nei test del campo visivo e danni nell'analisi delle fibre nervose oculari. Di solito aumenta lentamente dopo i 40-45 anni, ma è bene sapere che non sale a 35 quando ha 16 anni.

Prendi precauzioni contro la perdita permanente della vista

Il glaucoma è una malattia genetica multifattoriale, in altre parole, multifattoriale. Nel corso familiare, non è necessariamente passato dai genitori al bambino, e c'è sempre una persona in famiglia che ha un'elevata pressione oculare e viene curata per il glaucoma. Se il trattamento viene trascurato, si verificano perdita permanente del campo visivo e cecità. Ha lo scopo di prevenire nuove perdite permanenti del campo visivo e cecità dai trattamenti eseguiti. Tuttavia, i vecchi danni sono generalmente irreversibili.

La chirurgia è un'opzione di trattamento importante se non c'è risposta ai farmaci.

Il trattamento dei glaucomi comuni viene solitamente eseguito con l'uso regolare di gocce e il monitoraggio dell'analisi delle fibre nervose del campo visivo. In media, il 90% dei pazienti affetti da glaucoma può sbarazzarsi della cecità permanente con i farmaci, a condizione che li usino regolarmente. I farmaci regolari sono importanti, ma non tutti possono adattarsi a questo, o nonostante ciò, la pressione oculare potrebbe non essere portata al livello di pressione target desiderato. La chirurgia diventa un problema attuale quando la pressione oculare non può essere abbassata al livello desiderato, quando il paziente non può usare regolarmente i farmaci o quando il farmaco ha effetti collaterali. Tuttavia, la chirurgia è preferibile solo nei casi che non possono essere controllati con i farmaci. Gli interventi chirurgici vengono solitamente eseguiti per ottenere risultati a lungo termine nell'abbassamento della pressione oculare. In alcuni pazienti, i nuovi canali aperti dalla chirurgia possono essere bloccati. Pertanto, potrebbe essere necessario sottoporsi a un secondo intervento chirurgico o utilizzare nuovamente i farmaci. D'altra parte, a seconda del tipo di glaucoma, non vi è alcuna garanzia che la tossicodipendenza del paziente finirà. A volte, dopo infiammazioni intraoculari, interventi chirurgici e traumi, la tensione oculare può aumentare e può svilupparsi glaucoma. Gli interventi chirurgici di glaucoma eseguiti dopo tali situazioni infiammatorie e traumatiche potrebbero non avere sempre successo. Pertanto, potrebbe essere necessario un secondo, terzo intervento chirurgico o una nuova medicazione.