I più curiosi della fecondazione in vitro

Fattori che determinano la possibilità di concepimento nelle applicazioni di fecondazione in vitro?

Ci sono molti punti che determinano la possibilità di concepimento nelle applicazioni di fecondazione in vitro. La più importante di queste è l'età della donna trattata. Le possibilità di concepimento sono più alte nelle donne di età inferiore ai 35 anni, accettabili tra i 35-38 anni, in calo tra i 38-40 anni, mantenendo le nostre speranze tra i 40-42 anni e gradualmente diminuendo tra i 42-44 anni. Anche il numero di embrioni trasferiti è un fattore che determina la possibilità di gravidanza. Considerando tutte le fasce di età, l'aspettativa di gravidanza con trasferimento di un singolo embrione è intorno al 28%, mentre questa percentuale sale al 45% con il trasferimento di un doppio embrione. Nei casi in cui viene effettuato un trasferimento di un singolo embrione, ci sono molti embrioni che possono essere congelati e con il loro utilizzo si ottengono gravidanze aggiuntive gravi. Ad esempio, abbiamo raggiunto il 70% di gravidanza negli ultimi 3 mesi con il trasferimento di embrioni congelati nell'ospedale Memorial Ataşehir. Nell'infertilità dovuta a un grave fattore maschile, nelle coppie con grave deformità dello sperma e nei casi azoospermici in cui la produzione di sperma è ridotta a causa dell'insufficienza testicolare, la possibilità di gravidanza diminuisce anche nel trattamento FIVET.

Quante volte al massimo possiamo provare la fecondazione in vitro?

Non c'è limite al numero di tentativi; Tuttavia, se la gravidanza non potesse essere raggiunta nonostante i trattamenti eseguiti in buoni centri, ci sarà una diminuzione dell'aspettativa di gravidanza con l'aumentare del numero di prove. A volte le coppie che hanno un problema di incapacità di resistere per motivi incerti possono raggiungere una gravidanza dopo un numero elevato di prove. Per questo motivo, assistiamo a storie di gravidanza dopo l'ottava o la decima prova.

A cosa devo prestare attenzione dopo il trasferimento?

Contrariamente a quanto crede il pubblico, attività come muoversi, sollevare pesi, viaggiare, tossire, sforzarsi, alzarsi in piedi, alzarsi subito dopo il trasferimento non hanno effetti negativi sulla tenuta e sul mantenimento della gravidanza. Durante questo periodo, è importante assumere regolarmente i farmaci consigliati dai medici e riposare per evitare dolore e fastidio anche se le ovaie sono sovrastimolate e ingrossate.

C'è una differenza tra i farmaci che stimolano l'ovulazione?

Alcuni di questi farmaci sono ottenuti dall'urina umana, alcuni di essi sono prodotti completamente artificialmente. Tuttavia, non è possibile affermare che un farmaco abbia un netto vantaggio rispetto a un altro. Pertanto, la selezione dei farmaci si basa su fattori quali facilità d'uso, costo e preferenza del medico.

Il protocollo lungo è migliore o più breve per stimolare le ovaie?

Poiché non vi è alcuna differenza in termini di tassi di natalità vivi, oggigiorno molti centri hanno principalmente convertito i loro schemi di trattamento in protocolli brevi (antagonisti). Nel protocollo più breve, il trattamento richiede meno tempo ed è meno scomodo per i pazienti poiché i controlli vengono eseguiti meno frequentemente.

Il follow-up dovrebbe essere solo ecografico o dovrebbero essere eseguiti anche i test degli ormoni del sangue?

Si è visto negli studi che; I risultati ottenuti quando seguiti solo dall'ecografia non sono diversi dagli schemi di follow-up in cui viene aggiunto il monitoraggio degli ormoni del sangue oltre all'ecografia. Il follow-up mediante la sola ecografia non è una pratica errata ed è un approccio appropriato per i pazienti. Quando seguiamo l'ecografia, esaminiamo anche i livelli di ormoni nel sangue quando lo riteniamo necessario. Ad esempio, se il tasso di sviluppo delle uova è lento o molto veloce nel follow-up con l'ecografia, se vediamo che ci sono troppe uova, se osserviamo che il rivestimento uterino non è ispessito, facciamo sicuramente un monitoraggio ormonale. Se si nota una cisti nelle ovaie il giorno in cui iniziamo il trattamento, esaminiamo di nuovo gli ormoni per capire se questa cisti è un ostacolo per noi per iniziare il trattamento. Il giorno in cui decidiamo di somministrare il farmaco hCG, noto anche come l'ultimo ago da cracking, guardiamo sicuramente alle misurazioni degli ormoni estradiolo e progesterone nel sangue.

L'aborto è osservato più frequentemente nella fecondazione in vitro?

Il rischio di aborto spontaneo è leggermente maggiore nelle gravidanze ottenute con il trattamento IVF rispetto alle gravidanze con una via normale. La ragione di ciò non è il trattamento, ma il problema stesso che causa l'incapacità di concepire.

Il sanguinamento vaginale osservato all'inizio delle gravidanze di fecondazione in vitro è normale?

Il sanguinamento vaginale non dovrebbe essere considerato normale in nessuna donna incinta e il medico deve essere consultato. D'altra parte, il sanguinamento vaginale e lo spotting sono molto comuni all'inizio delle gravidanze di fecondazione in vitro. Questo non è necessariamente un indicatore di deterioramento.

Quali dei farmaci progesterone sono efficaci per supportare la possibilità di gravidanza dopo il trasferimento?

Negli studi condotti, non è stata trovata alcuna differenza tra i farmaci a base di progesterone vaginale e le iniezioni di progesterone somministrate per via intramuscolare in termini di possibilità di gravidanza. Poiché le iniezioni giornaliere iniettate nel muscolo a volte sono molto dolorose, i farmaci a base di progesterone vaginale dovrebbero essere preferiti in primo luogo. Tuttavia, in alcuni pazienti, il progesterone vaginale provoca forte prurito e bruciore nella vagina. In questo caso, si può considerare di passare alle iniezioni di progesterone.

Per quanto tempo deve essere continuato il trattamento con progesterone dopo la gravidanza in IVF?

Non vi è alcun vantaggio scientifico nel continuare il farmaco progesterone dopo che il test di gravidanza è positivo, ma oggi molti centri continuano a utilizzare questo farmaco fino alla 12a settimana di gravidanza. Continuiamo finché non compaiono i battiti del cuore del bambino. Tuttavia, se la futura madre soffre di gravi effetti collaterali (come prurito, bruciore) dovuti all'uso del farmaco, il farmaco viene sospeso.

Farmaci come l'aspirina e l'eparina utilizzati dopo il trasferimento sono utili?

Non c'è alcun vantaggio nell'usare l'aspirina dopo il trasferimento dell'embrione. Alcuni studi; ha dimostrato che l'uso di aghi di eparina può essere utile in ripetuti fallimenti di prove e nei casi in cui non è possibile trovare una causa sottostante. Se la gravidanza viene raggiunta con l'uso di eparina, continua fino alla 12a settimana di gravidanza.

Abbiamo la possibilità di rimanere incinta con embrioni congelati?

A parte gli embrioni trasferiti in alcune applicazioni di fecondazione in vitro, è possibile lasciare embrioni di ottima qualità. Il congelamento e la conservazione di questi embrioni può dare alla famiglia la possibilità di rimanere incinta di nuovo in futuro. Pertanto, il congelamento degli embrioni è un'applicazione molto utile per i pazienti. Dopo che gli embrioni congelati sono stati scongelati, il 70-80% sopravvive e si traduce in una gravidanza del 50-70%. La salute dei bambini ottenuti con embrioni congelati non è diversa dalle gravidanze ottenute naturalmente.

Dovremmo applicare una dieta prima della fecondazione in vitro?

Sebbene non ci siano abbastanza dati di studi scientifici su questo argomento, alcuni studi mostrano che le percentuali di successo della fecondazione in vitro aumentano nei pazienti alimentati con una dieta mediterranea (elevate quantità di oli vegetali, verdure, pesce e legumi e snack bassi), specialmente in il periodo in cui si pianifica la gravidanza (periodo preconcezionale). I grassi di origine vegetale a bassa saturazione, l'acido folico alto e la vitamina B6 nella dieta mediterranea sono gli ingredienti di base citati nella superiorità di questa dieta.

È necessario perdere peso prima del trattamento FIVET?

Non ci sono informazioni chiare che la perdita di peso prima del trattamento IVF possa avere un effetto positivo sui risultati del trattamento nelle donne in sovrappeso. Tuttavia, portare il peso a livelli ideali provoca un accorciamento del periodo di trattamento, una diminuzione della quantità di farmaci necessari e una diminuzione del rischio di aborto spontaneo se concepito con FIVET. Per questo il raggiungimento del peso ideale è benefico contro le caratteristiche diverse dal risultato del trattamento e contro problemi come l'aborto spontaneo o il diabete gestazionale in gravidanza.

La vita sessuale può continuare dopo il trasferimento dell'embrione?

La continuazione della vita sessuale non impedisce la gravidanza. Tuttavia, le ovaie possono ancora essere molto grandi dopo la raccolta delle uova, i farmaci vaginali, a volte individuare il sanguinamento vaginale può rendere scomodo un normale rapporto sessuale per la madre.

Gli embrioni devono essere trasferiti il ​​5 ° giorno dopo la raccolta degli ovociti?

Doppio; Con l'effetto delle notizie sui media, quando i giorni di trasferimento degli embrioni non sono il 5 ° giorno, a volte si pentono e pensano che le loro possibilità stiano diminuendo. Mentre il trasferimento del 5 ° giorno (blastocisti) aumenta le possibilità di gravidanza in alcune famiglie, può avere l'effetto opposto e ridurre questa possibilità in alcune famiglie. Alcune condizioni devono essere soddisfatte per trasferire le blastocisti. Ad esempio, il numero di uova raccolte dopo il trattamento è superiore a 10 e almeno 3 embrioni di prima qualità si stanno sviluppando il 3 ° giorno. Se queste condizioni non sono presenti, il trasferimento di blastocisti può ridurre le possibilità attuali. Pertanto, c'è un giorno di trasferimento con migliori possibilità ad ogni tentativo. A volte il 5 ° giorno è adatto, nella maggior parte dei casi i trasferimenti del 3 ° giorno danno il massimo successo, a volte il trasferimento del 2 ° giorno è preferito anche se il numero di embrioni disponibili è molto basso.