Trattamento delle malattie della base del cranio

La base del cranio fornisce supporto per il tessuto cerebrale e la testa. A causa della presenza di strutture vitali, molte malattie diverse possono derivare dalla base del cranio o estendersi a questa importante regione anatomica. Il trattamento delle malattie della base cranica può essere eseguito mediante chirurgia, radioterapia, chemioterapia o una combinazione di questi trattamenti. Gli esperti del dipartimento di chirurgia cerebrale, del midollo spinale e dei nervi del Memorial Şişli Hospital hanno fornito informazioni sulle malattie della base cranica e sui metodi di trattamento.

Richiede lavoro multidisciplinare

Nel trattamento delle malattie della base cranica, più di un dipartimento dovrebbe lavorare insieme in termini scientifici e tecnici. Ad eccezione del neurochirurgo, ognuno ha esperienza nel proprio campo;

  • Medico dell'orecchio, del naso e della gola
  • Neuroanestesista
  • Neurologo
  • Neuroradiologo
  • L'oncologo delle radiazioni è nella squadra.

Poiché la base del cranio è vicina a importanti strutture vascolari e nervose, il trattamento chirurgico richiede esperienza. Con i vantaggi della tecnologia avanzata, oggi le malattie della base cranica vengono trattate con successo.

Malattie trattate

  • Meningiomi della base cranica: questi sono i tumori cerebrali più comuni che generalmente si comportano in modo benigno.
  • Neurinomi acustici: questi sono generalmente tumori benigni che si verificano nei nervi uditivi e dell'equilibrio.
  • Schwannomas solitario: sono tumori benigni, a crescita lenta. Questi tumori, che sono più comuni tra i 30 ei 60 anni, a volte provocano la formazione di masse molto grandi e la compressione delle ossa da parte dei nervi.
  • Tumori ipofisari
  • Cordoma: tumori visti nella parte posteriore del passaggio nasale. Pochissimi di questo genere di tumori sono maligni.
  • Displasia fibrosa: è una malattia causata dalla crescita lenta ma progressiva di tessuto anormale che sostituisce l'osso normale.
  • Tumori orbitali: lo spazio osseo in cui si trova l'occhio è chiamato orbitale (orbita). I tumori orbitali si verificano a seguito della crescita delle strutture che si trovano qui in modo diverso dal normale o della diffusione di un diverso tumore nel corpo nell'orbita dell'orbita.
  • Tumori ossei temporali: si tratta di tumori originati dall'osso (osso temporale) in cui si trova l'orecchio. La prima uscita è la pelle del condotto uditivo esterno. Può danneggiare l'orecchio medio e l'orecchio interno. Può anche diffondersi in diverse parti del corpo.
  • Nevralgia del trigemino / spasmo emifacciale: sebbene la nevralgia del trigemino coinvolga tipicamente la parte inferiore del viso e la mascella inferiore, a volte può essere sul naso-occhio. HLo spasmo emifacciale è la contrazione involontaria e anormale dei muscoli facciali.
  • Malattie vascolari: sono disturbi che si verificano nel sistema vascolare.
  • Perdite di liquido cerebrale e spinale

Come vengono eseguiti gli interventi chirurgici?

Il primo intervento da applicare nei tumori della base cranica è la chirurgia. Come in altri trattamenti per il tumore, si basa sulla rimozione del tumore. Negli ultimi anni, gli interventi chirurgici vengono eseguiti in modo molto più confortevole con gli sviluppi tecnologici in più di un ramo. Gli interventi vengono eseguiti sotto endoscopia, neuronavigazione e neuromonitoraggio, che aumenta il comfort del chirurgo e fornisce un trattamento più sicuro con minori complicanze. L'endoscopia fornisce una visione più ampia con meno o nessuna incisione nei casi appropriati. La navigazione utilizzata durante l'intervento chirurgico mostra la relazione con i tessuti circostanti. La neuromonitorizzazione, d'altra parte, avverte il chirurgo quando c'è un'interazione indesiderata nel cervello o nei nervi durante l'intervento chirurgico.

Sono necessari trattamenti aggiuntivi?

Lo scopo della chirurgia è rimuovere l'intero tessuto tumorale che può essere rimosso senza danneggiare il paziente. Ma questo accade nella misura in cui lo consentono le importanti strutture vascolari e nervose nella base del cranio. Nei casi in cui non è possibile rimuovere l'intero tumore, possono essere necessarie modalità di radioterapia come Gamma-Knife per il tessuto tumorale rimanente.