La tua dimenticanza potrebbe essere causata dall'idrocefalo!

L'oblio, i disturbi dell'andatura e l'incontinenza urinaria che iniziano ad apparire con l'avanzare dell'età possono essere segni della malattia di Alzheimer. Tuttavia, l'accumulo di acqua nella testa, cioè l'idrocefalo a pressione normale, che si verifica con quasi gli stessi sintomi, può essere facilmente trattato. Memorial Ata┼čehir Hospital Dipartimento di Chirurgia del Cervello, dei Nervi e del Midollo Spinale op. Dott. Mustafa Önöz ha fornito informazioni sull'idrocefalo a pressione normale che può essere confuso con malattie neurologiche e metodi di trattamento.

Si verifica dopo i 55-60 anni

Il cervello è contenuto in un fluido chiamato liquido cerebrospinale (CSF) all'interno del cranio. Il liquido cerebrospinale prodotto 500 millilitri al giorno e assorbito dall'organismo ha una funzione protettiva contro gli impatti esterni. Il liquido cerebrospinale circola anche tra i canali cerebrospinali per pulire le sostanze che devono essere rimosse e distribuire le sostanze importanti per il sistema nervoso. Generalmente, dopo i 55-60 anni, l'occlusione dei dotti per vari motivi può causare l'accumulo di liquido cerebrospinale nel cranio non partecipando alla circolazione. Fatta eccezione per l'avanzamento dell'età;

  • Trauma alla testa
  • Precedente emorragia cerebrale,
  • Tumori e cisti che causano l'ostruzione dei dotti
  • Malattie che possono causare il blocco dei vasi cerebrali
  • La meningite può portare alla formazione di idrocefalo a pressione normale.

Hai iniziato a camminare tremando

Nei casi in cui si sviluppa l'idrocefalo a pressione normale, il primo problema di solito si verifica nel camminare. Oscillare, camminare ondeggiando come un'anatra, passi brevi e lenti sono tra i sintomi principali che richiedono attenzione. I pazienti iniziano ad avere difficoltà a sollevarsi come se avessero un magnete sotto i piedi. Anche i pazienti con problemi di equilibrio hanno problemi a voltarsi.

La tua dimenticanza potrebbe non essere dovuta alla vecchiaia

Recenti problemi di memoria riscontrati in disturbi come l'Alzheimer e la demenza si osservano anche nei casi in cui si sviluppa l'idrocefalo a pressione normale. Sebbene il paziente, il cui interesse per le attività quotidiane sia diminuito, ricordi chiaramente anni fa, può confondere il tempo vicino.

Potrebbero esserci problemi alla toilette

I pazienti con idrocefalo a pressione normale possono avere problemi nel controllo della vescica. I problemi nel controllo della vescica possono verificarsi in modo diverso in ciascun paziente. Mentre questo problema è visto come la necessità di minzione frequente in alcuni pazienti, alcuni pazienti sono incontinenti.

Non trascurare i sintomi

Le malattie neurologiche come l'Alzheimer e il Parkinson osservate in età più avanzate possono essere confuse con i sintomi dell'idrocefalo a pressione normale. Poiché i sintomi osservati nei pazienti con idrocefalo da pressione normale come disturbi dell'andatura, dimenticanza e controllo della vescica non sono molto gravi, vengono trascurati come processo naturale di invecchiamento. I pazienti spesso non vogliono accettare i problemi che hanno, non essendone consapevoli.

Possibile rivelare la differenza

Nella diagnosi di idrocefalo a pressione normale, viene applicato un test neuro-psicologico al paziente e viene prelevato del liquido cerebrospinale dalla vita. Dopo queste due procedure, che stanno guidando se il paziente ha demenza o Alzheimer, si può sperimentare un miglioramento visibile nei reclami del paziente. La diagnosi può essere fatta osservando le misurazioni della pressione rilevate durante e dopo il drenaggio del liquido cerebrospinale con l'ago e le lamentele del paziente.

Le funzioni interrotte migliorano a loro volta

Il trasferimento del liquido cerebrospinale, che non può accumularsi nel cranio ed entrare nella circolazione, nelle cavità corporee con il sistema catetere permanente chiamato shunt, può fornire un immediato sollievo ai disturbi. Lo shunt, che consiste in un tubo sottile come una vena, viene inserito nel ventricolo dalla vita o dal ventricolo nel cervello alla cavità addominale in anestesia generale e consente di essere evacuato nelle cavità del corpo. Dopo il trattamento di shunt, che non è visibile dall'esterno e non causa alcun disagio al paziente, i reclami possono essere risolti in breve tempo. Grazie agli shunt regolabili, la quantità di liquido cerebrospinale scaricato in base alle condizioni cliniche della persona può essere diminuita e aumentata in condizioni di policlinico.