La nuova infezione da incubo dell'ospedale del mondo

Influenza aviaria, influenza suina, influenza equina, malattia di Crimea-Congo, ora la notizia che un batterio resistente a tutti gli antibiotici sta terrorizzando il mondo ha iniziato a comparire frequentemente sulla stampa e sui media. C'è anche confusione su cosa sia questa cosa chiamata metallo-betalattamasi-1 di Nuova Delhi (NDM-1), è un virus, un batterio o qualcos'altro. Ancora più importante, questa cosa, che si afferma essere emersa in India e in seguito ha iniziato a essere vista in Pakistan e Afghanistan, ora ha iniziato a essere vista in paesi europei come Regno Unito, Belgio e Paesi Bassi oltre agli Stati Uniti, Canada, Australia. È stato riferito che NDM-1 è stato rilevato in 50 pazienti in Inghilterra e un paziente in Belgio è morto a causa di un'infezione causata da un batterio con NDM-1. Cos'è NDM-1 e cosa succederà dopo?

Memorial Labori┼čli Hospital Clinical Laboratories Coordinator and Infectious Diseases Specialist Assoc. Dott. Kenan Keskin ha fornito informazioni sul "pericolo NDM-1 e precauzioni da prendere".

La resistenza agli antibiotici è una minaccia

NDM-1 è un plasmide (un tipo di materiale genetico) che fa sì che i batteri in cui entra acquisiscano resistenza agli antibiotici e possono passare da un batterio a un altro mentre si trovano nello stesso ambiente, cioè è un plasmide infettivo (un tipo di materiale genetico). Questo plasmide si trova più comunemente su batteri come "Escherichia coli" e "Klebsiella", che si trovano nell'ambiente ospedaliero e sono noti per causare infezioni nosocomiali. NDM-1 non è il primo plasmide noto. Allo stesso modo, i plasmidi che causano resistenza agli antibiotici sono già noti. Tuttavia, i batteri con questo nuovo plasmide diventano resistenti a quasi tutti gli antibiotici che attualmente utilizziamo. Per questo motivo, il trattamento di un'infezione con un tale batterio è molto difficile e talvolta impossibile. Pertanto, il mondo è minacciato molto gravemente in questo momento.

Può essere diffuso personalmente dai pazienti

L'NDM-1 è stato diffuso anche in altri paesi da pazienti che si recano in India e Pakistan per sottoporsi a chirurgia plastica a basso costo o trapianti di organi. Questi pazienti vengono infettati da batteri ospedalieri portatori di NDM-1 durante il ricovero e l'intervento chirurgico e quindi trasportano questi batteri resistenti nei loro paesi. Per essere protetti da questo batterio che può causare infezioni come infezioni del sistema respiratorio nei pazienti in terapia intensiva connesse a infezioni del tratto urinario e dispositivi respiratori, le istituzioni sanitarie dovrebbero adottare misure istituzionali per prevenire le infezioni nosocomiali piuttosto che misure individuali.

I ricoveri a lungo termine sono a rischio

Questi batteri rappresentano generalmente un rischio elevato per i pazienti ospedalizzati, i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico, i pazienti in terapia intensiva o i pazienti sottoposti a trattamenti che indeboliscono l'immunità (resistenza corporea), come la chemioterapia antitumorale o la radioterapia. Questo rischio aumenta con l'aumentare della durata del ricovero.

È necessario produrre nuovi antibiotici efficaci contro NDM-1

Non sarà possibile trattare questi batteri a meno che nuovi antibiotici efficaci contro i batteri che trasportano NDM-1 e hanno acquisito resistenza a tutti gli antibiotici esistenti non saranno in grado di far fronte a questi batteri, come negli esempi precedenti, i batteri resistenti si diffonderà gradualmente in tutto il mondo.

Con la scoperta degli antibiotici a metà del XX secolo e il loro uso nel trattamento, i batteri hanno anche imparato a ottenere resistenza agli antibiotici e da allora è in corso una guerra tra i medici e queste piccole creature intelligenti. NDM-1 è quasi una nuova fortezza catturata dai batteri, il mondo medico deve conquistare questa fortezza, ma dopo ci saranno altri castelli che devono essere conquistati.