Influenza e influenza H1N1

Memorial Hospital; Specialista in malattie infettive e microbiologia clinica Dr. Servet Alan ha fornito informazioni su "Influenza e influenza H1N1".

Esistono tre tipi di virus influenzali: A, B e C. Il virus dell'influenza A e B è il virus dell'influenza che causa epidemie negli esseri umani. I virus dell'influenza A e B sono suddivisi in sottogruppi in base ai loro antigeni. Un virus ha 15 diversi antigeni H e 9 diversi N antigeni. Alcuni virus influenzali causano infezioni negli esseri umani, alcuni nei suini e alcuni negli uccelli. I suini possono essere sensibili ai virus dell'influenza umana e aviaria. L'influenza suina ha occasionalmente causato malattie negli esseri umani prima. Il nome del virus dell'influenza, noto come influenza suina nell'ultima epidemia, sarà utilizzato come nuovo virus dell'influenza A H1N1 (H1N1). Il virus H1N1 si trasmette da persona a persona.

Quali sono i sintomi dell'influenza?

L'influenza si manifesta con febbre alta, brividi, tosse, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari comuni e debolezza. Nel comune raffreddore, che è una malattia diversa, i reperti come lacrimazione, naso che cola e starnuti sono più dominanti, mentre le condizioni generali del paziente sono migliori, la stanchezza e altri sintomi sono più lievi. I sintomi della malattia correlata al virus H1N1 sono simili a quelli dell'influenza stagionale. Come l'influenza stagionale, l'influenza H1N1 è più lieve in alcune persone e più grave in altre. Alcuni pazienti possono manifestare diarrea e vomito nell'influenza H1N1. L'influenza tende ad essere più grave in quelli con una malattia sottostante. Una malattia grave può causare la morte a causa di infezione polmonare (polmonite) e insufficienza respiratoria. In alcuni pazienti, possono verificarsi infiammazioni ai polmoni, ai seni e alle orecchie nello stesso periodo o dopo l'influenza dovuta ai batteri.

In presenza di sintomi quali febbre prolungata e difficile da controllare, disturbi delle condizioni generali, difficoltà respiratorie, consultare un medico. La confusione, la respirazione difficile è un segno che è necessario un intervento urgente.

Esistono metodi affidabili per la diagnosi della malattia influenzale?

Esistono test rapidi e affidabili per la diagnosi della malattia influenzale e per la differenziazione dei tipi di influenza H1N1 e stagionale. A tale scopo viene utilizzato il test denominato RT-PCR.

Come possiamo essere protetti dall'influenza?

  • L'influenza è trasmessa dalle secrezioni respiratorie. La contagiosità inizia un giorno prima della comparsa dei sintomi e può durare fino a sette giorni dopo. Questo periodo può essere più lungo nei bambini piccoli e in quelli con immunodeficienza. Il virus può raggiungere fino a 1-2 metri con particelle che escono dalle vie aeree durante il discorso.
  • Per prevenire la contaminazione, la bocca e il naso devono essere coperti con un fazzoletto durante la tosse e gli starnuti e il tessuto deve essere gettato via. Se non c'è il fazzoletto e la bocca e il naso sono coperti a mano, le mani devono essere lavate con acqua e sapone.
  • Le persone con l'influenza dovrebbero evitare il contatto ravvicinato con gli altri e non dovrebbero andare al lavoro oa scuola quando la malattia è contagiosa.
  • Indossare una maschera (maschera chirurgica, maschera standard) per i malati di influenza aiuterà a prevenire la trasmissione ad altre persone. Le persone che non sono malate dovrebbero usare una maschera quando entrano nei pazienti. Si sconsiglia a chi non è malato all'esterno di indossare continuamente una maschera di protezione.
  • La contaminazione può derivare dal contatto con occhi, naso o bocca dopo aver stretto la mano a persone malate o dopo il contatto con superfici contaminate da secrezioni respiratorie. Si consiglia di pulire le superfici che vengono toccate frequentemente come le maniglie delle porte e i ricevitori del telefono intorno a noi. Se non è possibile lavare tutte le superfici delle mani frequentemente e con acqua e sapone, l'uso di detergenti per le mani contenenti alcol aiuta a proteggere da molte malattie, compresa l'influenza.
  • In generale, il modo più efficace per prevenire l'influenza è vaccinarsi. I virus influenzali che causano l'infezione ogni anno possono differire dall'anno precedente. Per questo motivo, i virus dell'influenza vengono monitorati in tutto il mondo e i tipi di virus che saranno inclusi nel vaccino del prossimo anno vengono determinati di conseguenza. Poiché la protezione del vaccino effettuato nell'anno precedente può diminuire gradualmente, è necessario vaccinarsi ogni anno. Il vaccino non fornisce protezione da tutti i virus influenzali e altre malattie virali che causano sintomi simil-influenzali. I vaccini contro l'influenza stagionale attualmente in uso non sono efficaci contro l'influenza H1N1. Sono stati utilizzati vaccini che forniscono protezione dall'influenza H1N1. Alcuni virus (oseltamivir, zanamivir) utilizzati nel trattamento dell'influenza stagionale sono anche usati efficacemente per l'influenza H1N1. Questi sono farmaci che dovrebbero essere usati con la raccomandazione del medico.
  • I farmaci usati per ridurre la febbre e il naso che cola nel raffreddore e nell'influenza non sono efficaci contro il virus. Allevia solo i sintomi della malattia. A causa di una malattia rara ma grave chiamata sindrome di Reye, ai bambini e agli adolescenti non devono essere somministrati analgesici e antipiretici contenenti acido acetilsalicilico (aspirina ecc.)

Chi dovrebbe ricevere il vaccino antinfluenzale?

Il vaccino contro l'influenza stagionale deve essere somministrato a persone come pazienti affetti da cuore e polmoni cronici, diabetici, pazienti con insufficienza renale cronica e coloro di età superiore ai 65 anni che hanno maggiori probabilità di avere un decorso grave della malattia. Si raccomanda di vaccinare le donne in gravidanza di età superiore a 3 mesi a causa della possibilità di una malattia grave. Inoltre, è opportuno vaccinare i gruppi come gli operatori sanitari, gli operatori delle case di cura e coloro che vivono nella stessa casa che possono causare l'infezione di queste persone. I bambini di età compresa tra 6 mesi e 2 anni, quelli di età compresa tra 6 mesi e 18 anni e quelli che utilizzano la terapia continua con aspirina devono essere vaccinati. Le persone che vogliono essere protette dall'influenza possono ottenere un vaccino antinfluenzale.

Il vaccino antinfluenzale H1N1 è utilizzato per le donne in gravidanza, quelle tra i 6 mesi ei 24 anni di età, quelle interessate alla cura dei bambini di età inferiore ai 6 mesi, quelle con malattie cardiache e polmonari croniche da oltre 6 mesi, diabetici, pazienti con insufficienza renale cronica e quelli con malattie croniche come quelli con influenza grave e salute Si consiglia di applicarlo principalmente ad alcuni gruppi come i dipendenti. In primo luogo, i gruppi da vaccinare saranno specificati in ordine. Poiché i nati prima del 1957 hanno incontrato un virus simile, non sono tra i gruppi da vaccinare principalmente, a differenza dell'influenza stagionale.

Chi non può ottenere il vaccino antinfluenzale?

Non si applica ai bambini di età inferiore ai 6 mesi, a quelli con grave allergia all'uovo, a coloro che hanno sviluppato gravi effetti collaterali quando il vaccino antinfluenzale è stato precedentemente somministrato. Viene applicato dopo che la febbre e le condizioni generali migliorano nei pazienti con febbre. Consulta il tuo medico in merito.

Come si può neutralizzare il virus dell'influenza?

Il virus dell'influenza è sensibile a vari disinfettanti chimici, detergenti (sapone), alcol, acqua ossigenata, antisettici iodati e temperature superiori a 75 gradi Celsius.