7 consigli pratici contro il riassorbimento osseo

L'osteoporosi, comunemente nota come riassorbimento osseo, che può essere vista dopo la menopausa nelle donne e negli uomini di età pari o superiore a 65 anni, può manifestarsi con fratture e deformità nel corpo a causa di una diminuzione della densità ossea. È di grande importanza prendere precauzioni precoci contro l'osteoporosi, che è in rapido aumento a causa di un'alimentazione malsana, della vita sedentaria e del consumo di sigarette. Prima del "20 ottobre, Giornata mondiale dell'osteoporosi", il Prof. Dott. Engin Çakar ha fornito informazioni sulla malattia dell'osteoporosi e sui metodi di trattamento.

Visto anche nei giovani

L'osteoporosi, che progredisce insidiosamente a causa di una diminuzione della densità ossea, è una malattia insidiosa che si manifesta con fratture ossee dolorose, deformità, accorciamento in altezza, gobba, vita e mal di schiena. Si manifesta all'età di 65 anni e oltre negli uomini dopo la menopausa nelle donne. Gli studi dimostrano che il riassorbimento osseo è in aumento nei paesi sviluppati e in via di sviluppo. Osteoporosi, che è una malattia fisiologica dovuta all'invecchiamento; Può anche essere visto nei giovani per motivi genetici.

Le donne sono 10 volte più a rischio degli uomini

L'aumento della massa ossea è la principale misura da adottare per evitare il rischio di osteoporosi. Il peso osseo, che aumenta continuamente e raggiunge il suo livello massimo dopo la nascita fino all'età di 35 anni, inizia a diminuire di densità e massa dopo questa età. Per questo motivo, le misure adottate fino all'età di 35 anni forniscono un vantaggio importante nell'aumento della massa ossea. Età, sesso, livello di attività e fattori geografici hanno una grande influenza sulla formazione della massa ossea. La massa ossea negli uomini è maggiore che nelle donne. Nelle donne con meno massa ossea rispetto agli uomini, quando si aggiunge il fattore menopausa al quadro, il rischio di contrarre l'osteoporosi aumenta di 10 volte di più.

Aumenta la tua attività fisica durante il giorno

  • Fratture spontanee o causate da un trauma che non si tradurrà in frattura
  • Un accorciamento di oltre 4-6 cm di altezza rispetto al periodo giovanile
  • Struttura scheletrica piccola e sottile
  • Quelli con una storia di fratture dell'anca nei genitori
  • Coloro che fumano e bevono alcolici
  • Coloro che usano farmaci a base di cortisone per più di 3 mesi
  • Quelli con insufficiente carenza di calcio e vitamina D.
  • Chi non fa attività fisica ed esercizio fisico e chi è a lungo dipendente dal letto si trova nel gruppo a rischio in termini di osteoporosi e le necessarie precauzioni vanno prese sin dalle prime fasi.

Fai misurare la densità ossea una volta all'anno

La diagnosi precoce è di grande importanza nel trattamento dell'osteoporosi, che è una malattia insidiosa. I cambiamenti nella densità minerale ossea dei pazienti nel gruppo a rischio devono essere monitorati con i controlli effettuati ogni 1-2 anni. È possibile eseguire esami del sangue e delle urine per dimostrare che la distruzione ossea aumenta o la produzione diminuisce. Con i controlli e le misure adottate, è possibile prevenire l'osteoporosi mantenendo il picco di densità ossea a un livello ottimale. Inoltre, gli sport attivi fin dall'infanzia, un'adeguata vitamina D e calcio sono i modi principali per prevenire il riassorbimento osseo.

Non trascurare il follow-up del medico

I farmaci che riducono la distruzione ossea e stimolano la formazione ossea sono utilizzati nel trattamento dell'osteoporosi. Questi farmaci dovrebbero essere usati sotto il controllo di uno specialista in terapia fisica e riabilitazione e dovrebbero essere seguiti regolarmente. Le fratture che si verificano vengono trattate con metodi ortopedici come le fratture normali. La terapia fisica e la riabilitazione sono necessarie per prevenire la mobilizzazione precoce e le conseguenze dopo la frattura.

7 consigli per prevenire l'osteoporosi e le fratture ossee

  1. Per la salute delle ossa, prenditi cura dell'assunzione di calcio e consuma abbastanza latte e latticini.
  2. Evita il fumo e l'alcol.
  3. Aumenta la tua attività fisica nella vita quotidiana. Scale invece di ascensori e camminare invece di frequenti viaggi in auto.
  4. Ottieni l'aiuto di un esperto prima di iniziare lo sport.
  5. Prenditi cura di una dieta sana ed equilibrata. Prenditi cura di un apporto sufficiente di calcio e proteine.
  6. Scale, tappeti, cavi possono essere tutte cause di caduta. Riduci al minimo il rischio di caduta prendendo le disposizioni necessarie nel tuo ambiente di vita.
  7. Non trascurare i tuoi regolari controlli sanitari e avere la misurazione della densità ossea in tempo in consultazione con il tuo medico.