Sintomi e trattamento delle palpitazioni cardiache (aritmia) e dell'aritmia

Le palpitazioni cardiache possono essere il risultato di eccitazione, stress, corsa veloce o consumo eccessivo di caffeina, nonché un sintomo di un disturbo del ritmo cardiaco (aritmia). La situazione pericolosa delle palpitazioni cardiache dovrebbe essere determinata dai cardiologi. Gli specialisti del dipartimento di cardiologia del Memorial Hospital hanno fornito informazioni sui sintomi delle palpitazioni cardiache e sull'individuazione e il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco.

Che cosa sono le palpitazioni cardiache?

Puoi dire "Ho un battito cardiaco" quando il tuo battito cardiaco è sentito più velocemente del normale o in modo scomodo. Nelle palpitazioni cardiache (tachicardia), che sono viste come un aumento della frequenza cardiaca dal limite superiore di 100 a valori superiori a 140, consultare un medico specialista il prima possibile.

Puoi scoprire il tuo rischio di attacco cardiaco utilizzando il calcolatore del rischio di attacco cardiaco.

Provoca palpitazioni cardiache?

Il test dell'eco, i test della tiroide e gli esami del sangue dovrebbero essere utilizzati per indagare sulla presenza o meno di anemia al fine di determinare con precisione le cause delle palpitazioni cardiache, che sono viste come una frequenza cardiaca superiore a 140. Con questi test è possibile capire se le palpitazioni cardiache sono fisiologiche (tachicardia sinusale) o disturbi del ritmo cardiaco (tachicardia aritmica) causati da eccitazione, stress, corsa veloce o consumo eccessivo di caffeina.

L'uso del metodo dell'elettrocardiografia a 12 derivazioni (ECG) è di grande importanza per determinare la natura delle palpitazioni cardiache. Quando viene rilevato un disturbo del ritmo cardiaco (tachicardia aritmica), è anche molto importante condurre uno studio elettrofisiologico in cui le attività elettriche del cuore siano controllate per ulteriori trattamenti. Nel trattamento avanzato, le palpitazioni cardiache (tachicardia aritmica) dovrebbero essere create in un ambiente di laboratorio e dovrebbe essere compreso da dove provengono e da quali effetti emergono.

Trattamento delle palpitazioni cardiache

La prima risposta alla domanda "Palpitazioni cardiache (tachicardia aritmica), come viene trattata?" Si può rispondere come la distruzione del tessuto cardiaco anormale che crea questa situazione. Questo metodo di trattamento è chiamato ablazione. L'ablazione, che è molto importante nel trattamento delle palpitazioni cardiache, può essere eseguita con l'aiuto di strumenti lunghi e sottili chiamati cateteri. È avanzato nel cuore attraverso l'inguine con il catetere. La posizione del catetere nel cuore può essere monitorata con l'aiuto dei raggi X (fluoroscopia). Collegando la punta del catetere al dispositivo di registrazione, vengono acquisite le registrazioni ECG intra-cardiache e vengono rilevate le ricerche e le palpitazioni. Quindi, con l'aiuto di un catetere, quest'area viene distrutta dando energia a radiofrequenza e quindi viene rimosso il focus responsabile. È possibile ottenere più del 90% di successo nella maggior parte dei disturbi del ritmo con il metodo di ablazione. Con questo metodo, le palpitazioni cardiache vengono eliminate e i pazienti vengono salvati dall'uso di farmaci per tutta la vita.

>

Quali malattie causano le palpitazioni cardiache?

Se il tuo battito cardiaco accelera o rallenta, o se senti che il tuo cuore a volte si disloca, potresti avere un disturbo del ritmo nel tuo cuore. Negli adulti sani, il cuore batte 60-100 volte al minuto e questi battiti si verificano in un certo ordine. Una sensazione spiacevole dei propri battiti cardiaci può essere definita "aritmia". Ad esempio, correndo, salendo le scale, quando siamo eccitati o sotto stress emotivo, notiamo un'accelerazione nel nostro battito cardiaco; Se la persona sente i battiti del cuore senza motivo, potrebbe significare che c'è un problema con il cuore. I rallentamenti del cuore possono indicare un blocco del sistema di conduzione e il suo trattamento viene eseguito con pacemaker permanenti; Nel trattamento dell'aritmia con accelerazione irragionevole del cuore, viene eseguita l'ablazione con radiofrequenza.

Se hai aritmia, dovresti anche fare attenzione al rischio di ictus. La fibrillazione atriale (FA), cioè un ritmo cardiaco anormale o aritmia, può aumentare il rischio di ictus 4-5 volte anche se non ci sono altre malattie cardiache come le malattie delle valvole cardiache. Si osserva che circa un terzo di tutti gli ictus si sviluppa a causa dell'aritmia. Inoltre, l'ictus correlato all'aritmia ha un decorso più grave ed è più fatale. L'incidenza dell'ictus aumenta con l'età nell'aritmia. Molti fattori diversi dall'età aumentano il rischio di ictus con aritmia. Ad esempio, aritmia e condizioni come diabete, ipertensione, insufficienza cardiaca, ictus precedente, attacco ischemico transitorio o altre malattie vascolari, il sesso femminile sono i fattori di rischio più importanti che aumentano questo rischio.

Quali sono i sintomi dell'aritmia?

Il sintomo più comune dell'aritmia sono le palpitazioni. Inoltre, la sensazione di accensioni irregolari, battito cardiaco irregolare, vertigini, svenimenti, malessere, fastidio al torace, pressione o dolore, perdita di coscienza espressa come "sincope" sono tra i sintomi comuni. Quando si verifica uno o più di questi sintomi, si deve sospettare un disturbo del ritmo e consultare lo specialista pertinente. Non appena avverti tali cambiamenti nel tuo cuore, dovresti immediatamente andare alla struttura sanitaria più vicina e avere un elettrodo cardiaco. In questo modo è possibile determinare il tipo di aritmia e quindi selezionare il metodo di trattamento più appropriato. Tuttavia, se non è stato possibile ottenere l'elettrocardiografia durante le palpitazioni cardiache, è possibile creare un ritmo "Holter" che mostra il ritmo cardiaco in un certo periodo di tempo. Oltre a questi metodi nella diagnosi dell'aritmia; Possono essere utilizzati anche holter transtelefonico (trasmissione telefonica dei dati al centro sanitario) e dispositivi di registrazione impiantabili.

Quali sono le cause dei disturbi del ritmo cardiaco?

Alcuni farmaci utilizzati nel trattamento dell'asma e del raffreddore, il tè, il caffè e lo stress hanno un effetto scatenante sui disturbi del ritmo cardiaco in soggetti con predisposizione all'aritmia. Se la persona ha una predisposizione genetica, può verificarsi un'aritmia anche quando sperimenta grande tristezza o stress. L'aritmia con insufficienza cardiaca avanzata e malattie cardiovascolari può persino causare la morte.

Lo stile di vita influisce sull'aritmia. Secondo questo;

• Lo stile di vita della persona è efficace sul ritmo cardiaco. Fattori come le abitudini alimentari, i modelli di sonno, la vita attiva o sedentaria possono innescare disturbi del ritmo.

• Il consumo di bevande energetiche può causare gravi disturbi del ritmo. Tuttavia, questa è una situazione temporanea.

• Condizioni di squilibrio elettrolitico; È causato dal deterioramento dei livelli di elementi come sodio, potassio e magnesio nel sangue e provoca disturbi del ritmo. Quando viene raggiunto l'equilibrio elettrolitico, scompare anche il problema dell'aritmia.

• È molto importante per una vita sana che tutti i nostri bambini siano indirizzati a un ramo sportivo a partire dal periodo della scuola primaria. Per chi inizierà l'attività sportiva in età avanzata, la scelta di un ramo adatto a sé e alla propria età e fare sport per un'ora al giorno è molto importante in termini di regolazione del ritmo cardiaco. Soprattutto camminare e nuotare sono tra i migliori sport per l'aritmia.

• Tutti i rischi che possono portare a malattie cardiache sono anche un rischio di aritmie. I depositi di grasso intorno alla pancia e alla vita, ipertensione, obesità e problemi vascolari coronarici sono le cause più comuni di aritmia. La circonferenza della vita superiore a 102 centimetri negli uomini e 88 centimetri nelle donne rappresenta un rischio significativo di innescare malattie cardiache e aritmie.

• L'ipertensione è una delle cause più comuni di aritmia. Oltre a questo, malattie cardiache coronariche, colesterolo e zuccheri alti possono anche causare importanti malattie cardiache come i disturbi del ritmo; L'eliminazione di questi rischi eliminerà anche il problema dell'aritmia.

Come viene trattato il disturbo del ritmo cardiaco?

L'aritmia può essere controllata con farmaci e terapia interventistica. Nei casi in cui la terapia farmacologica non ha successo, il disturbo del ritmo viene trattato con un'applicazione interventistica chiamata "ablazione con radiofrequenza", realizzata dalla vena della gamba o talvolta dall'arteria della gamba. La percentuale di successo di questo metodo varia dal 70% al 99%. Lo scopo qui è eliminare il meccanismo o la messa a fuoco che causa la palpitazione utilizzando l'energia a radiofrequenza.

Disturbo del ritmo nei neonati!

L'aritmia può verificarsi nei neonati a causa di malattie cardiache congenite. L'interruzione del ritmo cardiaco della madre può anche influire negativamente sulla nutrizione e sullo sviluppo del bambino, a seconda del grado di aritmia. Per questo motivo, l'esame obiettivo e l'ECHO da eseguire nei bambini alla nascita o entro pochi giorni forniscono una diagnosi precoce di problemi di aritmia e altre malattie cardiache che possono svilupparsi in futuro. Se nel bambino viene rilevata una cardiopatia congenita, il trattamento viene effettuato nel primo periodo prendendo opportune precauzioni.

La diagnosi precoce nell'aritmia salva la vita!

Il controllo e il trattamento precoci dell'aritmia evitano che il problema raggiunga dimensioni fatali per il paziente. Per questo, i bambini dovrebbero essere esaminati da un cardiologo quando iniziano l'asilo. Morti improvvise dovute a disturbi del ritmo nei campi sportivi come il calcio e il basket possono essere prevenute con l'esame, l'ECG e l'ECO, specialmente durante il periodo della scuola materna e dell'istruzione primaria; L'insufficienza cardiaca, che può verificarsi anche negli anni '20, può essere prevenuta.

Trattamenti personalizzati per l'aritmia ...

Alcuni disturbi del ritmo vengono trattati con metodi radicali chiamati "ablazione" e non si ripresentano mai. Tuttavia, oltre il 60% dei disturbi del ritmo manca di un trattamento radicale. Alcuni di questi devono essere trattati con medicinali per anni o per tutta la vita. Alcuni di loro possono essere trattati con pacemaker. Anche il paziente con pacemaker deve essere tenuto sotto costante controllo. Il paziente che ha problemi di aritmia deve essere seguito da un cardiologo sulla questione dell'aritmia. Poiché alcuni disturbi del ritmo possono insorgere a causa di una malattia sottostante, viene risolto anche il problema del ritmo che esiste dopo il trattamento di queste malattie.

10 domande e risposte sull'aritmia

Quali sono i sintomi del disturbo del ritmo? Come sappiamo di avere una tale malattia?

Se si verificano sintomi come palpitazioni cardiache, vertigini, affaticamento, disagio, ansia e situazioni negative come vomito o svenimento, è possibile che il cuore presenti un disturbo del ritmo.

Come funziona il cuore senza fermarsi?

La parte del cuore che fornisce i suoi battiti ritmici senza fermarsi è la centrale energetica chiamata "nodo del seno" nell'atrio destro del cuore e composta da cellule specializzate. Questa centrale elettrica è come una batteria di lunga durata. Genera energia elettrica. Questa energia si diffonde a tutto il cuore in un certo modo, avviando e controllando prima il movimento elettrico e poi il movimento meccanico, cioè la contrazione e l'apertura dei muscoli cardiaci. Questo centro è il quartier generale del cuore. Il cuore agisce come una pompa, fornendo la circolazione sanguigna nel corpo. A riposo, la frequenza cardiaca in un adulto è di 50 / min. a 90 / min. dovrebbe essere tra. Può scendere a 40 / min durante il sonno e 130-140 / min mentre si salgono le scale velocemente, ad esempio durante lo sforzo. può raggiungere valori alti come

Come viene interrotto il ritmo cardiaco? Quali sono le cause dei disturbi del ritmo?

Il ritmo cardiaco è disturbato o da malfunzionamenti nel centro di gestione del cuore, o da interruzioni nei percorsi di conduzione o eccessivi percorsi di trasmissione, o perché la popolazione cellulare in qualsiasi punto del cuore si muove secondo la propria testa senza ascoltare il centro. In questo caso, il battito cardiaco può iniziare a battere in modo irregolare, può rallentare (bradicardia) o battere troppo velocemente (tachicardia) Alcune malattie che coinvolgono il muscolo cardiaco come miocardite, cardiomiopatia possono danneggiare le cellule nel centro di gestione o danneggiare le cellule in un altro l'area può perdere le loro normali funzioni e creare ritmi irregolari. Tachicardia nell'ipertiroidismo e anemia (anemia), bradicardia e blocchi nell'ipotiroidismo sono disturbi del ritmo comuni. Nelle insufficienze coronariche, bradicardia e blocchi, tachicardia incontrollata originata da infarti o regioni ischemiche del muscolo cardiaco a causa della cattiva alimentazione del centro del ritmo sono disturbi del ritmo importanti e comuni. D'altra parte, alcuni malfunzionamenti nelle vie di trasmissione possono essere congeniti. Le tachicardie associate a queste possono essere trattate radicalmente con l'ablazione transcatetere a RF dopo la procedura elettrofisiologica. La bradicardia grave o i blocchi possono essere trattati inserendo un pacemaker.

Quali sono le difficoltà nella diagnosi dell'aritmia cardiaca?

I disturbi del ritmo sono molto diversi, quindi i loro trattamenti variano ampiamente e alcuni sono pericolosi per la vita. Per questo motivo, fare la diagnosi corretta è molto importante nel trattamento della malattia. A volte i pazienti possono assumere farmaci per molti anni inutilmente e talvolta possono essere persi perché non ricevono cure adeguate. I pazienti con aritmia devono essere valutati con molta attenzione, la causa principale dell'aritmia, se presente, deve essere identificata e il trattamento deve essere pianificato di conseguenza.

Quali sono i metodi di trattamento, l'efficacia e gli effetti collaterali?

Nel trattamento, se c'è una causa sottostante, dovrebbe essere eliminata. Usiamo alcuni farmaci chiamati antiaritmici nel trattamento. Quale farmaco verrà utilizzato in quale paziente e per quanto tempo verrà continuato il trattamento è la specialità. I farmaci sono generalmente una terapia di soppressione. I loro effetti collaterali sono generalmente elevati, quindi dovrebbero essere monitorati attentamente. I metodi elettrofisiologici sono più efficaci nel trattamento di alcuni disturbi del ritmo.

Qual è l'importanza dei metodi elettrofisiologici nel trattamento dell'aritmia?

Lo studio elettrofisiologico e l'ablazione transcatetere a radiofrequenza nel trattamento dell'aritmia generalmente salvano il paziente dall'uso cronico di droghe. Questo trattamento non ha effetti collaterali significativi. Il trattamento viene completato nel laboratorio di elettrofisiologia e in media entro 1-2 ore. Il paziente torna alla sua vita normale il giorno successivo.

Per quale scopo vengono utilizzati pacemaker e defibrillatori (ICD), in che modo influiscono sulla qualità della vita dei pazienti?

I pacemaker sono generalmente utilizzati nel trattamento delle "bradiaritmie", cioè nei casi di eccessivo rallentamento del ritmo cardiaco o blocco cardiaco. Se le bradiaritmie non sono dovute a una causa temporanea, di solito non beneficiano della terapia farmacologica e deve essere inserito un pacemaker. Alcune tachiaritmie (come la tachicardia ventricolare o la fibrillazione ventricolare) non rispondono alla terapia farmacologica. Alcuni non sono inoltre possibili per l'ablazione a RF. Questi pazienti devono indossare un defibrillatore cardiaco. Questi dispositivi sono simili ai pacemaker, ma salvano vite interrompendo il ritmo pericoloso per la vita e riportandolo alla normalità erogando energia di shock.

Cosa determina la qualità di pacemaker, ICD e applicazioni elettrofisiologiche?

La qualità del processo è determinata da una buona attrezzatura, da uno specialista in elettrofisiologia ben addestrato, formato in un buon centro. L'aritmia è una delle questioni più complesse in cardiologia. L'aritmologo dovrebbe essere molto paziente, molto attento ea lungo termine.

Puoi leggere il nostro articolo intitolato Trattamento del congelamento dei disturbi del ritmo cardiaco qui.