Tumori metastatici del fegato

Cosa significa metastasi?

Metastasi significa che il cancro si è diffuso più lontano dall'organo da cui ha avuto origine. Per questo motivo, è considerato un brutto segno in termini di mostrare che il cancro è in una fase più avanzata.

Cosa significa metastasi epatica?

Chiamiamo la diffusione del cancro da qualsiasi parte del corpo a un altro luogo dalla sua origine (organo) alle metastasi di quel cancro. La comparsa di queste metastasi nel fegato è chiamata metastasi epatica.

La metastasi nel fegato è un evento comune?

Sì. Il fegato è un grande organo che filtra il sangue. Pertanto, le cellule tumorali che entrano nel flusso sanguigno rimangono bloccate in questo organo e continuano a crescere. Soprattutto dal momento che il sangue proveniente dal sistema digestivo (intestino) passa prima attraverso il fegato, le metastasi epatiche di questi tumori sono comuni. La metastasi al fegato è comune nei tumori di organi come l'intestino crasso, lo stomaco, il pancreas, i dotti biliari e l'intestino tenue. Inoltre, sono comuni metastasi di cancro al seno, cancro ai polmoni e linfomi.

Come vengono diagnosticate le metastasi epatiche?

Se sono presenti metastasi diffuse nel fegato, la diagnosi è relativamente facile. Il fegato è ingrossato e fa male all'esame. Alcuni test di laboratorio del fegato (fosfatasi alcalina e transaminasi) sono elevati. La diagnosi principale viene effettuata mediante l'imaging delle masse di metastasi nel fegato. È facile diagnosticare le metastasi se si conosce l'obiettivo iniziale del cancro. Tuttavia, se non è noto, è difficile distinguere queste masse nel fegato dal cancro del fegato primario, quindi potrebbe essere necessario eseguire una biopsia dalle masse nel fegato.

È possibile trattare le metastasi epatiche?

Il trattamento delle metastasi epatiche dipende da dove si trova la diffusione (quale tumore dell'organo), dall'entità dell'evento (quante metastasi sono nel fegato), dalla posizione delle metastasi nel fegato e dalla presenza di metastasi in un altro luogo diverso da il fegato. Soprattutto i linfomi possono essere trattati con alcune combinazioni chemioterapiche. I tumori al seno e ai polmoni beneficiano parzialmente della chemioterapia. Per il trattamento delle metastasi epatiche, è necessario escludere le metastasi del cancro del colon (colorettale). I tumori del colon-retto spesso metastatizzano al fegato e la rimozione chirurgica delle metastasi epatiche è molto importante in termini di trattamento.

Qual è il trattamento per le metastasi epatiche dei tumori del colon-retto (intestino crasso)?

I tumori dell'intestino crasso sono abbastanza comuni. Circa un terzo di questi presenta metastasi epatiche al momento della diagnosi. La metastasi si verifica nel fegato durante il follow-up della malattia in circa un altro terzo. La presenza di metastasi epatiche è il fattore più importante che limita la vita di questi pazienti. La rimozione chirurgica delle metastasi del cancro del colon-retto nel fegato è un importante metodo di trattamento che prolunga significativamente le possibilità di vita in questi pazienti. Tuttavia, non è possibile rimuovere chirurgicamente ogni metastasi epatica. Il numero, la posizione della metastasi, la sua distribuzione nel fegato, il suo diametro, se può essere rimosso con un margine sicuro e la presenza di una malattia diversa dal fegato sono metodi efficaci per tale decisione di intervento chirurgico. Sebbene i tumori del colon-retto e le loro metastasi epatiche siano abbastanza comuni, solo il 10% di loro possono essere candidati idonei per tale intervento chirurgico. Mentre l'aspettativa di vita nelle metastasi epatiche non chirurgiche è piuttosto limitata, la sopravvivenza a lungo termine (sopravvivenza a 5 anni 20-30%) è possibile nei pazienti le cui metastasi epatiche possono essere adeguatamente rimosse. Nei casi che vengono rimossi chirurgicamente, possono verificarsi recidive sia epatiche che epatiche (recidiva della malattia). Al fine di prevenire tali rischi, è necessario applicare una chemioterapia appropriata in combinazione con la chirurgia. A volte le metastasi che non possono essere rimosse chirurgicamente una volta rilevate possono essere ridotte e trascinate nei margini chirurgici con appropriate combinazioni chemioterapiche. In alcuni casi adatti, possono essere utilizzati in parte la chirurgia e in parte altri metodi ausiliari (ad es. Ablazione con radiofrequenza, ...). Nei casi in cui non è possibile eseguire un intervento chirurgico, l'unico metodo è la chemioterapia. Questo può essere fatto a livello sistemico o locale solo per il fegato. In questo caso, il chirurgo, l'oncologo e il paziente dovrebbero prendere la decisione insieme.

La chirurgia ha un posto in altre metastasi del cancro?

Oggi, solo il trattamento chirurgico delle metastasi epatiche del cancro del colon-retto può essere menzionato come standard. Tuttavia, in casi molto adatti e ben selezionati, potrebbe essere possibile rimuovere con successo le metastasi epatiche da tumori come il seno, lo stomaco, alcuni tumori pancreatici, alcuni tumori secernenti ormoni, alcuni tumori originati da testicoli e ovaie e alcuni tumori renali e per prolungare la durata prevista.