Adenomi ipofisari

I disturbi della ghiandola pituitaria responsabili della produzione e della secrezione di molti ormoni nel nostro corpo possono causare seri problemi di salute. All'inizio di questi problemi sono gli adenomi della ghiandola pituitaria, che costituiscono circa il 10% dei tumori riscontrati nel cervello. Gli esperti del dipartimento di chirurgia cerebrale, del midollo spinale e dei nervi del Memorial Şişli Hospital hanno fornito informazioni sugli adenomi della ghiandola pituitaria e sui metodi di trattamento.

La ghiandola pituitaria è una ghiandola al centro del cervello che secerne ormoni importanti per il nostro corpo. Gli ormoni rilasciati da questa ghiandola e le loro funzioni sono i seguenti;

Prolattina (ormone del latte),

GH (ormone della crescita),

ACTH (Bilancio idrico e salino e rilascio di cortisone),

TSH (ormone stimolante la tiroide),

L'FSH è LH (ormoni sessuali).

Gli adenomi della ghiandola pituitaria sono tumori benigni. Questi tumori non si diffondono altrove, non sono cancro. Ha due tipi di effetti.

Prima di tutto, se si verifica l'adenoma, se l'ormone secerne uno o più di questi ormoni, si verificano sintomi dovuti allo squilibrio ormonale. Ad esempio, se la prolattina (ormone del latte) viene secreta troppo, il latte proviene dal seno nelle donne e il seno cresce negli uomini. L'ormone più comunemente colpito negli adenomi è la prolattina. Se il GH (ormone della crescita) viene secreto in eccesso, le mani, i piedi, il naso e gli organi interni del soggetto come il cuore si ingrossano (acromegalia).

Il secondo effetto dell'adenoma ipofisario è correlato alla compressione dei tessuti attorno all'adenoma in crescita. Poiché il nervo ottico (nervo ottico) è il più vicino alla ghiandola pituitaria, i disturbi della vista sono i più comuni. Questi disturbi sono per lo più la metà della perdita della vista in entrambi gli occhi.

Diagnosi

Con la risonanza magnetica ipofisaria, è possibile vedere chiaramente la sua relazione con l'adenoma e i tessuti circostanti. Gli esami ormonali nel sangue e l'esame degli occhi sono altri esami di routine.

Gli adenomi più piccoli di 1 cm nella risonanza magnetica sono chiamati microadenomi e quelli grandi sono chiamati macroadenomi.

Trattamento

Ci sono 4 passaggi nella gestione di questi adenomi:

1) Tracciamento

Se l'adenoma non secerne ormoni e se è inferiore a 1 cm nella risonanza magnetica e non esercita pressione sui tessuti circostanti (nervo oculare), vengono seguiti. L'ormone non viene secreto in circa il 10% di tutti gli adenomi.

2) Terapia farmacologica

Se l'adenoma non esercita pressione sui nervi oculari (inferiori a 1 cm), ma viene secreto l'ormone, viene somministrato il farmaco appropriato all'ormone che secerne. Ad esempio, gli adenomi chiamati prolattinomi rispondono molto bene alla terapia farmacologica.

3) Trattamento chirurgico

Se l'adenoma comprime i tessuti circostanti, provoca la perdita della vista o se l'ormone che secerne è alto e non risponde adeguatamente al trattamento farmacologico, l'adenoma viene rimosso chirurgicamente. Ad esempio, poiché l'eccesso di ormone della crescita causa disfunzioni negli organi interni, la chirurgia è il primo piano in questi adenomi.

Trattamento chirurgico prima della narice microscopico metodo, al giorno d'oggi, con medici otorinolaringoiatri esperti dalla narice endoscopica Viene eseguito. Il vantaggio di questo è che le strutture intranasali non sono danneggiate, non è necessario il confezionamento nasale dopo l'intervento chirurgico, consente una scarica più breve e una rimozione più ampia dell'adenoma.

Chirurgia a cielo aperto in rari casi in cui l'adenoma è estremamente grande e la rimozione attraverso il naso è insufficiente (craniotomia ) dovere.

4) Gamma Knife

Se una parte dell'adenoma rimane nell'area vicino alla vena cantante (carotide) dopo l'operazione, è possibile applicare la radioterapia di una sessione chiamata gamma knife. In alcuni casi, questo trattamento può essere utilizzato in alternativa alla chirurgia.