Cosa significa resistenza all'insulina? Come calcolare la resistenza all'insulina e come romperla?

"Anche se mangio molto poco, non riesco a perdere peso"

"Sento che funziona se bevo acqua"

Questi disturbi possono indicare resistenza all'insulina, che può causare molti seri problemi di salute, in particolare il diabete. Gli esperti del dipartimento di endocrinologia del Memorial Health Group hanno fornito informazioni sulla resistenza all'insulina e sul suo trattamento.

Cos'è la resistenza all'insulina?

Prima di definire la resistenza all'insulina, parliamo di insulina. È un ormone che regola il metabolismo dello zucchero secreto dal pancreas. Mentre l'insulina fa questa regolazione, si lega e attiva una struttura chiamata "recettore dell'insulina". Se questo recettore non consente all'insulina di legarsi per vari motivi; Dà l'impressione che l'insulina non funzioni anche se è in quantità sufficiente nel sangue.

Resistenza all'insulina Può essere definita come la difficoltà nell'esercitare l'effetto dell'insulina secreta per controllare lo zucchero nel corpo. In circostanze normali, lo zucchero corporeo può essere controllato con 1 unità di insulina. resistenza all'insulina Nei pazienti con pazienti, il corpo deve secernere 2-3 unità di insulina. Resistenza all'insulina Man mano che aumenta, aumenta anche l'insulina per mantenere il controllo dello zucchero. Ciò significa che più insulina viene secreta nel corpo.

Crescente incidenza di obesità e diabete in tutto il mondo e nel nostro Paese ",resistenza all'insulinaPorta anche con sé il cosiddetto problema metabolico. Aumento del grasso corporeo resistenza all'insulinaLa resistenza all'insulina provoca anche un aumento del grasso corporeo, cioè l'obesità. Colpisce molti sistemi come il metabolismo delle proteine, la riproduzione e l'immunità resistenza all'insulina Per essere curati, prima di tutto, è necessario rivedere le abitudini nutrizionali e di esercizio.

Resistenza all'insulina Poiché provoca la conservazione dell'insulina nel corpo, può causare aumento di peso, fegato grasso, cuore e malattie vascolari. Insulino-resistenza Chi ha problemi ha difficoltà a perdere peso anche se fa sport e segue una dieta equilibrata. Perché l'eccessiva secrezione di insulina fa sì che il cibo assunto venga immagazzinato come grasso. Nel tempo l'insulina, che deve essere secreta sempre di più, stanca il pancreas. Resistenza all'insulina Col tempo, potremmo incontrare un quadro serio che può portare a insufficienza pancreatica e diabete.

La nutrizione è molto importante nella resistenza all'insulina. È diventato più facile per noi raggiungere il cibo dall'antichità ai giorni nostri, e i valori calorici degli alimenti che vengono raggiunti inversamente sono aumentati con il passare dei secoli. Questo progresso tecnologico ha reso i metodi di lavoro più orientati al computer nell'ambiente dell'ufficio. L'inattività e il consumo di fast food nell'ambiente dell'ufficio espongono i dipendenti all'obesità. La necessità di consumare velocemente abbondanti cibi calorici, unita alla mancanza di movimento, rende inevitabile il grasso circonferenza vita; anche questo resistenza all'insulina provoca l'insorgenza della sindrome.

Sintomi di insulino-resistenza

La resistenza all'insulina è l'incapacità dell'insulina di mostrare i suoi effetti biologici sul metabolismo del glucosio, dei grassi e delle proteine, sebbene sia in circolazione. Il deterioramento metabolico che si verifica con la diminuzione dell'uso di glucosio mediato dall'insulina nei tessuti e l'aumento della produzione di glucosio nel fegato costituiscono la base dell'insulino-resistenza. Accompagna la resistenza all'insulina, il diabete di tipo 2, l'ipertensione, i lipidi alti e la sindrome dell'ovaio policistico. I valori di glicemia a digiuno e postprandiale e di HbA1c devono essere misurati nella valutazione dello stato metabolico associato all'insulino-resistenza. Se necessario, può essere eseguito un test di carico di zucchero (test di tolleranza al glucosio orale).

La circonferenza della vita dei pazienti con insulino-resistenza e sindrome metabolica è importante.

Per gli individui la cui circonferenza della vita è superiore a 80 cm per le donne e 94 cm per gli uomini;

  • Glicemia a digiuno superiore a 100 mg / dl
  • Pressione sanguigna superiore a 130-85 mmhg o uso di farmaci antipertensivi con diagnosi di ipertensione
  • Se ci sono almeno due dei criteri come il livello di trigliceridi superiore a 150 mg / dl o il colesterolo HDL (colesterolo buono) inferiore a 50 mg / dl nelle donne e 40 mg / dl negli uomini, la valutazione viene effettuata accettando la presenza di insulino-resistenza .

La resistenza all'insulina è più comune nei parenti di persone con insulino-resistenza o diabete di tipo 2 a causa dell'effetto di fattori genetici. Inoltre, fattori come una vita sedentaria, una dieta eccessiva di calorie portano allo sviluppo di insulino-resistenza. Muscolo, tessuto adiposo e fegato sono i tessuti colpiti.

>

Segni di insulino-resistenza;

  • Sensazione eccessiva di pesantezza, sonnolenza dopo aver mangiato un pasto pesante, cibo zuccherino;
  • Tremori alle mani, sudorazione, quando lo zucchero inizia a cadere in modo incontrollabile dopo aver mangiato,
  • Disturbi di raschiamento dello stomaco;
  • Incapacità di controllare l'aumento di peso
  • Voglie frequenti
  • Sentirsi stanco
  • Circonferenza vita crescente
  • Imbrunimento soprattutto sotto le ascelle, l'inguine, le zone del collo chiamate 'Acanthosis Nigrikans'
  • Fegato grasso
  • Può essere elencato come irregolarità mestruali nelle donne. Non appena si notano sintomi di insulino-resistenza, consultare un endocrinologo o uno specialista in medicina interna.

Come viene calcolata la resistenza all'insulina?

La resistenza all'insulina causa molte malattie importanti come il diabete, le malattie cardiache e la sindrome metabolica. Sindrome metabolicaProgredisce con problemi molto gravi come insulino-resistenza, alta insulina nel sangue, obesità, ipertensione, colesterolo alto e occlusione vascolare coronarica.

Allo stesso tempo, l'insulino-resistenza può causare problemi di salute come la sindrome dell'ovaio policistico nelle giovani donne. La relazione tra insulino-resistenza e peso è definita come un circolo vizioso completo. "Aumento di grasso e peso = Insulino-resistenza = Grassi". Un modo semplice per sbarazzarsi di questo circolo vizioso è misurare la resistenza all'insulina in un ospedale completamente attrezzato e controllarla da esperti.

Alcuni dei dati interessanti in questo studio sono i seguenti;

  • La società turca fuma il 31,3%.
  • Fino al 27,6% delle persone di età superiore ai 20 anni nella società ha un alto contenuto di zucchero, ma purtroppo queste persone non ne sono consapevoli. Queste persone sono a rischio di diabete e dovrebbero ricevere una terapia di insulino-resistenza.
  • Il 54,8% delle donne turche è obeso e quindi a rischio di infarto e diabete.

Questi risultati mostrano come la resistenza all'insulina sia una malattia importante e progressiva. Insulino-resistenza nel nostro paese e di conseguenza; obesità, diabete e attacchi di cuore aumenteranno di giorno in giorno. Il nostro dovere è fare i nostri controlli e prendere precauzioni prima che il lavoro sia troppo tardi.

Test di insulino-resistenza

La persona può anche capire se c'è resistenza all'insulina mettendo in discussione la propria routine quotidiana. Di conseguenza, le domande che un individuo dovrebbe porsi sono le seguenti;

  • Chiamato cibo spazzatura; Consumo snack, patatine, cibi popcorn?
  • La mia pressione sanguigna supera 140-90?
  • C'è qualche problema nel perdere peso nonostante l'esercizio o l'esercizio fisico regolare?
  • La mia vita è spessa? (C'è accumulo di grasso intorno alla vita?)
  • Nella mia famiglia; Soffri di diabete o malattie cardiache, ipertensione, ovaio policistico e obesità?
  • Hai difficoltà di concentrazione, squilibrio e mal di testa dopo i pasti?
  • Ho il colesterolo alto?
  • Ho improvvisamente bisogno di mangiare zucchero e pasticcini?
  • Mi sento stanco e assonnato dopo ogni pasto?
  • È stato rilevato un aumento della glicemia a digiuno?
  • Mi alleno meno di due volte a settimana?

Risultati del test

In base al numero di risposte SÌ fornite alle domande di cui sopra, viene effettuata una valutazione del rischio di insulino-resistenza nella persona.

Terapia di insulino-resistenza

Trattamento di insulino-resistenzaIl passaggio prioritario è il cambiamento dello stile di vita. È importante disporre di terapia nutrizionale medica, esercizio fisico e aumento del movimento, garantire il sonno ed essere sostenibili. Terapia nutrizionale medica nel trattamento della resistenza all'insulina; È determinato individualmente in base all'età, al sesso, all'attività fisica e allo stile di vita dell'individuo.

  • La dieta di resistenza all'insulina dovrebbe contenere tutti i nutrienti in modo adeguato ed equilibrato.
  • Non dovrebbero essere applicati programmi di shock a breve termine.
  • Dovrebbe mirare a ridurre circa il 5-10% del peso corporeo in 6 mesi. L'attuale apporto calorico giornaliero dell'individuo dovrebbe essere calcolato e ridotto in media di 400-600 kcal.
  • Si dovrebbe mirare a una perdita di peso di 0,5-1 kg a settimana.
  • Dovrebbe essere preparato un programma sostenibile, applicabile e delizioso.
  • Il programma nutrizionale equilibrato dovrebbe consistere in 4-6 pasti. L'alimentazione a intervalli frequenti impedisce l'eccesso di cibo al pasto successivo.
  • L'assunzione giornaliera di proteine ​​dovrebbe costituire il 20-35% delle calorie totali. Un adeguato apporto di proteine ​​è importante per sentirsi sazi e mantenere la massa corporea magra.
  • Il 25-35% delle calorie giornaliere dovrebbe essere assunto dai grassi.
  • Poiché l'assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) può essere influenzato negativamente, il rapporto grasso non deve essere ridotto eccessivamente.
  • Il 50-65% delle calorie giornaliere dovrebbe essere assunto dai carboidrati.
  • I carboidrati complessi (prodotti integrali, legumi) dovrebbero essere preferiti ai carboidrati semplici (come lo zucchero).

Il trattamento con alcuni farmaci può essere raccomandato per i pazienti che non possono attuare cambiamenti nello stile di vita o che non ne traggono beneficio. Ha un appetito e un lieve effetto dimagrante. La metformina riduce il rischio di sviluppare il diabete del 30%, specialmente nei pazienti con HbA1c tra il 5,7 e il 6,4% di glicemia a digiuno e / o postprandiale al di sopra del limite normale, una storia di diabete gestazionale e un indice di massa corporea superiore a 35.

Nel trattamento della resistenza all'insulina Innanzitutto, viene eseguito un esame del sangue per misurare il livello di resistenza. Nelle persone con elevata resistenza, il livello può essere riportato alla normalità con trattamenti per 2-3 mesi o al massimo 6 mesi.Livello di insulino-resistenza Quando torna alla normalità, gli ostacoli alla perdita di peso vengono rimossi. Pertanto, i pazienti perdono rapidamente l'appetito e perdono peso. Inoltre, vengono prevenute le malattie cardiache, la suscettibilità ai tipi di cancro e al diabete.

Nel trattamento della resistenza all'insulina Anche i medicinali svolgono un ruolo importante. Quando i farmaci necessari vengono utilizzati insieme a una dieta sana e un programma di esercizi, la persona inizia a perdere peso. Medicinali che prevengono la resistenza all'insulina Sono anche utilizzati nel trattamento del diabete e il trattamento farmacologico viene interrotto dopo che la resistenza all'insulina è stata sotto controllo e il suo livello è completamente normalizzato entro 2-3 mesi. Pertanto, l'aumento di peso, il grasso eccessivo, la rigidità vascolare, l'aterosclerosi, i rischi di malattie cardiovascolari, il rischio di steatosi epatica, in particolare il progresso verso il diabete nelle persone a rischio, sono completamente prevenuti. Soprattutto nei pazienti con rischio di diabete, quando viene rilevata la resistenza all'insulina e viene applicato il trattamento corretto, la malattia viene prevenuta prima che inizi. Pertanto, quando la resistenza all'insulina viene trattata in modo tempestivo, è possibile eliminare il rischio di diabete.

Un altro approccio nel trattamento della resistenza all'insulina consiste nell'incoraggiare l'eccesso di insulina non solo dall'insulina esterna ma anche da alcuni farmaci utilizzati nel trattamento dei pazienti diabetici di tipo 2. Pertanto, il trattamento deve essere considerato completamente.

Il trattamento di insulino-resistenza deve essere armonizzato con il piano nutrizionale corretto e adeguato alla vita quotidiana della persona. In caso contrario, il trattamento potrebbe essere completamente incontrollato. I carboidrati raffinati dovrebbero essere limitati il ​​più possibile durante i pasti e si dovrebbe ottenere un apporto calorico adeguato mirando al controllo del peso. Anche il modo di dieta e la preparazione del cibo sono molto importanti. I pasti dovrebbero essere consumati lentamente, gommosi e senza mirare alla sazietà.

Nel trattamento dell'insulino-resistenza e del diabete, l'esercizio e l'alimentazione e la tempistica della terapia farmacologica sono molto importanti. Non è giusto aspettarsi che ogni paziente si comporti come un atleta e costringerlo a farlo. Un esercizio sufficiente dovrebbe essere incoraggiato per fare il periodo più appropriato. La pianificazione dell'esercizio dovrebbe essere eseguita dopo aver valutato le complicanze. L'abitudine di sedersi e bere il tè dovrebbe essere abbandonata nei primi 30-60 minuti dopo i pasti. Durante questi periodi, è più appropriato svolgere attività come 10-15 minuti di cammino o raccolta di tavoli.

Puoi fissare un appuntamento ospedaliero online senza perdere tempo e far controllare se hai insulino-resistenza.