Attenzione alle cisti ovariche a progressione insidiosa!

Dolore all'inguine e all'addome, nausea, vomito, svenimento ... Le cisti ovariche, di cui molte donne non sono nemmeno a conoscenza, possono causare disagio improvviso. La cisti ovarica, che ogni donna ha incontrato almeno una volta nella vita, può gettare le basi per molte gravi condizioni, in particolare l'infertilità, se non trattata. Prof Dr. del Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia del Memorial Ataşehir Hospital. Tolga Ergin ha fornito informazioni sulle cisti ovariche e sui metodi di trattamento.

Si verifica principalmente durante gli esami di routine

La stragrande maggioranza delle cisti ovariche non causa alcun sintomo e può essere rilevata incidentalmente durante un esame ginecologico eseguito per un altro motivo. Le cisti ovariche sono formazioni che possono verificarsi solo nell'ovaio destro o sinistro e talvolta su entrambi i lati, a volte sotto forma di sacche piene di liquido, a volte con sangue o contenuto più intenso, e appaiono in una varietà di dimensioni.

La cisti dovrebbe essere presa sotto controllo senza perdere tempo

La maggior parte dei pazienti con cisti ovariche potrebbe non presentare alcun reclamo. Può anche essere rilevato incidentalmente durante l'esame o l'ecografia. La maggior parte dei pazienti lamenta solo dolore inguinale. Il dolore all'inguine dovuto alle cisti ovariche di solito non è molto grave. Il dolore si avverte improvvisamente nei movimenti che comprimono l'addome, come sedersi, tirare le ginocchia nell'addome. Tuttavia, se la cisti si strappa (rottura) o si ruota (torsione), possono verificarsi improvvise manifestazioni di grave dolore all'inguine e all'addome, nausea, vomito e svenimento.

L'indagine sui marker tumorali è molto importante

Nella diagnosi di cisti ovarica, si decide per il trattamento esaminando la tomografia computerizzata (TC), la risonanza magnetica (MRI) e i marker tumorali (marker tumorali) nel sangue, oltre all'ecografia, anche se raramente. Se i marker tumorali sono alti e c'è un'alta probabilità di malignità in altri reperti di imaging, l'operazione viene decisa per il trattamento della cisti.

Se non c'è risposta al farmaco ...

La maggior parte delle cisti ovariche scompare spontaneamente entro pochi mesi senza farmaci o interventi chirurgici. Tuttavia, alcune cisti possono richiedere un trattamento medico o chirurgico. A questo punto, l'attesa di seguire da sola la scomparsa della cisti, l'inizio del trattamento con la pillola anticoncezionale o la decisione di un intervento chirurgico sono determinati da alcuni fattori. Questi fattori sono; La dimensione della cisti, l'aspetto della cisti, i marker tumorali determinati dall'analisi del sangue, la storia del paziente, l'età del paziente e le lamentele del paziente. Se la cisti ovarica provoca dolore eccessivo, se ci sono sospetti come lacrimazione, girarsi su se stessa, la decisione per un intervento chirurgico viene solitamente presa indipendentemente dalle dimensioni e dalle caratteristiche della cisti, dall'età e da altre caratteristiche del paziente.

Gold standard per la chirurgia laparoscopica

Oggi, nel trattamento chirurgico delle cisti ovariche viene utilizzata principalmente la "chirurgia laparoscopica". Come in altri problemi ginecologici (fibromi, gravidanza ectopica, ecc.), La chirurgia laparoscopica viene applicata con successo da specialisti che seguono da vicino la tecnologia e che sono stati formati in questo lavoro. Oltre alle sue caratteristiche come la riduzione dei tempi di recupero, consentendo un più rapido ritorno al lavoro e alla vita sociale, la laparoscopia; Poiché provoca meno aderenze nell'addome, diventa particolarmente importante per i pazienti che non hanno figli. Inoltre, durante la chirurgia laparoscopica, grazie all'endoscopio, l'area operatoria può essere allargata maggiormente e l'operazione può essere eseguita con maggiore attenzione e dettaglio. Poiché le incisioni sul corpo sono minori, è anche vantaggioso in termini di risultati estetici come cicatrici chirurgiche. Oltre a questi, i rischi come ernia e infezione, che si possono incontrare dopo alcuni interventi chirurgici, sono molto minori.