Suggerimenti per il recupero rapido per coloro che non riescono a superare l'influenza

"Ho avuto l'influenza un mese fa ma la mia tosse non è mai scomparsa", "Questa volta ho avuto un'influenza molto grave, qualunque cosa abbia fatto, non scompare" ... L'influenza più comune, che ha disturbi di lunga durata e foglie tosse persistente dietro di esso, aumenta rapidamente con il raffreddamento del tempo.

L'influenza deve essere prima differenziata dalle malattie con sintomi simili e trattata adeguatamente.

Gli esperti del dipartimento delle malattie interne del Memorial Şişli Hospital hanno fornito informazioni sul trattamento dell'influenza di lunga durata e hanno fornito suggerimenti per il recupero.

I raffreddori dovrebbero essere distinti dall'influenza!

Debolezza a sviluppo graduale, starnuti, congestione nasale, naso che cola, mal di gola, espettorato o tosse intermittente sono sintomi del comune raffreddore. Il comune raffreddore può essere superato stando in piedi e leggermente.

I sintomi influenzali compaiono all'improvviso. Il paziente sta bene mentre va a lavorare al mattino e entro 3-6 ore si manifestano brividi, estrema debolezza, affaticamento e febbre. Comune corpo e mal di testa, sensazione di fastidio (pressione, dolore) soprattutto al petto. La stanchezza raggiunge dimensioni intollerabili, un carattere asciutto può accompagnare il quadro.

La persona che prende il virus si ammala entro 3 giorni!

Quando il paziente tossisce, milioni di virus si diffondono nell'aria. Le persone sane contraggono il virus per via aerea. Se non è immune al virus, si ammalerà entro 1-4 giorni. In questo modo centinaia di persone possono ammalarsi in luoghi come cinema, autobus, scuola, luoghi di culto. Soprattutto i bambini possono infettare altri membri della famiglia portando a casa i germi che hanno catturato dalla scuola. Il virus può sopravvivere per 2-8 ore nell'ambiente esterno. Ciò è particolarmente vero quando persone sane entrano in contatto con luoghi toccati da una persona malata (maniglie delle porte, tavolini del telefono, binari delle scale, ecc.). Quando si mettono le mani alla bocca e agli occhi, si infettano con il virus.

Il vaccino somministrato dopo l'influenza non è efficace nella cura della malattia!

Prima che inizi la stagione influenzale, chiunque 6 mesi o più può essere vaccinato, specialmente i gruppi a rischio. Ottobre è il mese migliore per essere vaccinati. Tuttavia, considerando che la stagione influenzale si estende fino a maggio, la vaccinazione può essere effettuata durante la stagione invernale. Sono a rischio soprattutto i bambini in età scolare, le persone di età superiore ai 65 anni, le persone che hanno una malattia secondaria come diabete, polmoni, cuore, reni che compromettono il sistema immunitario. I vaccini somministrati dopo l'influenza non contribuiscono al trattamento della malattia. Il vaccino è in realtà un virus influenzale ridotto. Pertanto, può aggravare la malattia esistente indebolendo il sistema immunitario della persona.

L'influenza può lasciare una tosse persistente!

Anche se l'influenza passa dopo essere stata lasciata senza trattamento per un lungo periodo, può lasciare una tosse persistente. Perché il virus sensibilizza le vie aeree. Il paziente è più facilmente influenzato da sbalzi di temperatura, aria secca, polvere e tosse. Per questo motivo, si dovrebbe riposare fino a quando gli effetti dell'influenza non saranno completamente eliminati e si dovrebbe prestare attenzione alla dieta in questo processo.

Il processo di trattamento dell'influenza è importante quanto le misure di prevenzione dell'influenza.

Prima di tutto, le persone malate dovrebbero essere isolate nelle loro case e il loro trattamento dovrebbe essere iniziato immediatamente. I pazienti possono tornare a lavorare solo un giorno dopo che la loro febbre si è calmata. Inoltre, tutti i pazienti dovrebbero essere informati su come hanno trasmesso il virus e cosa fare.

Presta attenzione a questi!

  • I farmaci antivirali aiutano l'influenza sia lievemente che rapidamente. Dovrebbe essere avviato dal medico entro 48 ore dai reclami del paziente. Inoltre impedisce al virus di infettare gli altri. Ci sono moduli disponibili sia in compresse che in forma di inalazione nel nostro paese.
  • Farmaci antigribali e antidolorifici possono essere assunti per disturbi come affaticamento, dolore, naso che cola e tosse.
  • Poiché la malattia viene trasmessa per via aerea e per contatto, è necessario adottare misure contro di loro. I pazienti devono usare salviette usa e getta mentre starnutiscono, tossiscono e puliscono le loro secrezioni, gettarle via immediatamente dopo la procedura e non lasciarle in giro. Se il paziente non ha un fazzoletto, può usare l'interno del braccio per coprirsi la bocca.
  • Lavarsi le mani frequentemente e adeguatamente riduce la trasmissione del virus in modo significativo. Dovremmo fare attenzione a usare sapone liquido quando ci laviamo le mani e tovaglioli di carta durante l'asciugatura.
  • Gli antibiotici influenzali sono farmaci che dovrebbero venire in mente per durare nel trattamento, ma possono essere usati quando si verificano complicazioni.
  • In particolare, la vitamina C assunta ogni giorno senza consultare un medico non è il modo per prevenire l'influenza. Nel tempo, può causare un pericoloso accumulo nel corpo. Sarebbe più vantaggioso prenderlo solo nel periodo invernale. Non dobbiamo dimenticare la ricca fonte di vitamina C che la natura ci offre: bere il succo di due arance al giorno è il modo migliore per fare il doping con vitamina C.