Cos'è l'herpes zoster (Herpes Zoster)?

L'herpes zoster è un'infiammazione dei nervi causata dal virus chiamato "Varicella zoster" che causa la varicella. La varicella, una delle malattie infettive dell'infanzia, può riapparire come fuoco di Sant'Antonio in età successive. Il virus, che diventa latente (assonnato) nelle radici nervose dopo l'infezione da varicella, si attiva con alcuni fattori e forma la zona. L'herpes zoster può facilmente manifestarsi nel corso di qualsiasi malattia in cui il sistema immunitario è indebolito (influenza, infezioni delle vie urinarie, cancro, ecc.) E sotto stress intenso. Gli esperti del dipartimento di dermatologia del Memorial Health Group hanno risposto a coloro che sono curiosi del fuoco di Sant'Antonio, che è noto come ustione notturna tra le persone e causa forti dolori.

Cos'è l'herpes zoster?

L'herpes zoster, che può essere visto a qualsiasi età, sebbene più comune oltre i 50 anni, è una dolorosa, eruzione cutanea, malattia della pelle causata dal virus chiamato varicella zoster, che coinvolge gruppi di cellule nervose sensoriali (gangli della radice dorsale). La malattia del fuoco di Sant'Antonio, che in linguaggio medico viene chiamata "herpes zoster", ha 4 diversi tipi di oftalmia, orale, cranica, otica, e si manifesta principalmente con dolore, vesciche sulla pelle, prurito ed eruzioni cutanee.

Il virus che causa l'herpes zoster raggiunge la superficie della pelle dalle cellule nervose localmente lungo la traccia nervosa dove si manifesta con eruzioni vescicolari. L'herpes zoster, che di solito si vede su una metà del corpo, si vede raramente nelle aree sotto il ginocchio e il gomito.

L'herpes zoster è più comune con le vesciche alla fine del terzo giorno. Dopodiché, le bolle scoppiano e iniziano a formare una crosta. Durante la malattia, che richiede 2-3 settimane per guarire, mentre compaiono le vesciche, la febbre può aumentare e in alcuni casi i linfonodi possono gonfiarsi. Molto raramente, i dolori si verificano nei nervi entro settimane o addirittura mesi dopo la fine del fuoco di Sant'Antonio e questo è chiamato nevralgia postzosterica (dolore ai nervi post-fuoco di Sant'Antonio). In questi pazienti, il dolore può persistere per mesi o addirittura anni dopo la guarigione del fuoco di Sant'Antonio. La malattia da varicella viene solitamente trasmessa durante l'infanzia. Dopo che la malattia è guarita, il virus rimane dormiente nel corpo. Il virus della varicella viene riattivato dopo qualsiasi situazione che indebolisce il sistema immunitario abbassando la resistenza del corpo. Tuttavia, questa volta, al posto della varicella, forma la malattia del "fuoco di Sant'Antonio" che può essere definita come eruzioni cutanee dolorose e gonfie limitate a una sola parte del corpo. Se il dolore persiste dopo che le eruzioni cutanee guariscono e scompaiono, allora c'è un'immagine di "nevralgia posterpetica". Il motivo per cui il dolore persiste dopo che l'eruzione cutanea è guarita è che il nervo infiammato è danneggiato.

Cause di herpes zoster

Con la varicella da bambino, il virus chiamato varicella zoster si trova in alcuni nervi del corpo. Questo virus, che causa la varicella e poi l'herpes zoster, può resistere per anni senza causare problemi al corpo. Può essere riattivato con l'indebolimento del sistema immunitario. Possiamo elencare le cause dell'indebolimento del sistema immunitario come segue;

  • Invecchiamento
  • Problemi di salute cronici come malattie reumatiche
  • Cancro e trattamento del cancro
  • Malnutrizione
  • Alcuni farmaci
  • Infezioni gravi come polmonite, AIDS

Una o più di queste cause possono causare la riattivazione del virus, portando a herpes zoster e conseguente nevralgia posterpetica.

L'herpes zoster può essere visto in quasi tutte le fasce d'età, ma il rischio è maggiore nelle persone di età superiore ai 50 anni. Questa situazione può essere spiegata dall'indebolimento del sistema immunitario del corpo nella vecchiaia. Anche coloro che hanno avuto la varicella prima dell'età di un anno e coloro che hanno un sistema immunitario indebolito a causa di una malattia o di farmaci sono considerati più suscettibili al fuoco di Sant'Antonio.

Oltre al sistema immunitario, stress, depressione, tristezza e stanchezza estrema sono tra le altre cause che scatenano l'herpes zoster. Con questi fattori, dopo che il virus si è riattivato, progredisce rapidamente verso la pelle e provoca un'eruzione cutanea sotto forma di dolore, bruciore, prurito, arrossamento e vesciche piene d'acqua.

Sintomi di herpes zoster

La gravità e la durata dei sintomi dell'herpes zoster possono variare a seconda dello stato del sistema immunitario e dell'età del paziente. Spesso, i sintomi del fuoco di Sant'Antonio sono dolore, bruciore e prurito pochi giorni prima dell'eruzione cutanea. Nelle persone con un sistema immunitario estremamente debole, i disturbi possono essere troppo gravi per dormire e alleviare con i farmaci.

A volte possono esserci cambiamenti nella comparsa dei sintomi dell'herpes zoster. La malattia può anche presentarsi con un forte dolore prima dell'eruzione cutanea. Questa situazione può spesso essere confusa con infarto, calcoli renali o appendicite, a seconda dell'area del dolore. In questi casi, le eruzioni cutanee di solito compaiono pochi giorni dopo l'inizio del dolore.

Il sintomo più preoccupante del fuoco di Sant'Antonio è il dolore. È molto importante iniziare presto il trattamento in termini di controllo del dolore e dell'eruzione cutanea. Trattamento efficace entro le prime 96 ore dalla comparsa dell'eruzione cutanea; Riduce significativamente l'intensità dell'eruzione cutanea, del dolore e degli effetti a lungo termine del fuoco di Sant'Antonio.

È molto importante intervenire precocemente nel virus dell'herpes zoster che colpisce i nervi. Quando è tardi, possono verificarsi sintomi più gravi come perdita dell'udito, perdita della vista, paralisi facciale, incapacità di muovere i muscoli, infezioni.

Le eruzioni cutanee possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo. Tuttavia, si verifica in genere su una metà del corpo. Anche il fattore età, il sistema immunitario e l'eventuale presenza di una malattia concomitante possono causare differenze nella gravità dell'eruzione cutanea. Mentre il sistema immunitario è forte e può essere sotto forma di bolle che assomigliano a qualche puntura di insetto nei pazienti giovani, può essere visto come vesciche simili a ustioni piene di acqua o sangue nelle persone anziane e immunocompromesse.

A volte l'herpes zoster può colpire anche la testa, il viso e gli occhi. L'eruzione di herpes zoster può essere vista raramente sugli organi interni o persino negli occhi. L'herpes zoster nella lingua e nella bocca è particolarmente doloroso. Problemi agli occhi con problemi di vista; Essere nell'orecchio richiede un attento follow-up in quanto causerà acufeni e problemi di udito.

L'herpes zoster è contagioso?

Una delle prime domande che la maggior parte delle persone ha è se l'herpes zoster sia contagioso. L'herpes zoster non è contagioso. Tuttavia, la persona che viene a contatto con le ferite dell'herpes zoster può contrarre questa malattia non come fuoco di Sant'Antonio, ma come varicella se non ha avuto la varicella prima.

L'herpes zoster non è una malattia contagiosa per le persone che hanno avuto la varicella o hanno avuto il vaccino contro la varicella. Dal momento che il 90% della società di solito ha avuto la varicella da bambino, hanno già il virus che causa l'herpes zoster nei loro corpi.

L'herpes zoster riscontrato durante la gravidanza non influisce sul bambino. Le zone colpite dalla malattia sono molto importanti. Ad esempio, nel fuoco di Sant'Antonio intorno agli occhi; Effetti collaterali gravi come problemi alla vista, perdita dell'udito dovuta al coinvolgimento dell'ottavo nervo possono essere visti quando coinvolgono intorno all'orecchio.

Come viene diagnosticata l'herpes zoster?

La diagnosi di fuoco di Sant'Antonio viene effettuata mediante esame dermatologico. Sacche dolorose, raggruppate e piene d'acqua consentono una facile diagnosi. Il sintomo più preoccupante del fuoco di Sant'Antonio è il dolore. È di grande importanza iniziare presto il trattamento in termini di controllo del dolore e dell'eruzione cutanea. Trattamento efficace entro le prime 96 ore dalla comparsa dell'eruzione cutanea; Riduce significativamente l'intensità dell'eruzione cutanea, del dolore e degli effetti a lungo termine del fuoco di Sant'Antonio.

La somministrazione orale di antivirali costituisce la base del trattamento. La vitamina B è molto importante per prevenire il dolore dopo l'herpes zoster. Come supplemento dovrebbe essere fornito anche un supporto vitaminico che aumenta la resistenza del corpo. Anche il dolore deve essere controllato durante il trattamento. Se il dolore persiste dopo il trattamento del fuoco di Sant'Antonio, possono essere utilizzati antidepressivi e farmaci anticonvulsivanti (usati nel trattamento dell'epilessia-epilessia). Si raccomanda ai pazienti di bere molta acqua, seguire una dieta sana, riposare ed evitare lo stress.

Trattamento di herpes zoster

Gli antivirali orali costituiscono la parte più importante del trattamento dell'herpes zoster. È molto importante assumere vitamine del gruppo B e integratori che aumentano la resistenza del corpo durante il trattamento. Soprattutto la vitamina B è molto utile per prevenire il dolore che può verificarsi dopo l'herpes zoster e il dolore deve essere controllato durante il trattamento.

Esistono vari metodi di trattamento per alleviare il dolore della nevralgia posterpetica causato dal fuoco di Sant'Antonio. Poiché questi trattamenti non hanno lo stesso effetto su tutti i pazienti, viene applicato un trattamento del dolore personalizzato. Le modalità di trattamento utilizzate sono:

  • Vari farmaci come analgesici, antidepressivi e anticonvulsivanti,
  • Varie creme anestetiche superficiali,
  • TENS,
  • Applicazione a freddo sulla zona dolorante,
  • Agopuntura,
  • Blocchi nervosi che variano a seconda dell'area di coinvolgimento.

Sebbene vengano provati tutti i metodi di trattamento, il dolore può continuare per mesi o anni. A volte il dolore della nevralgia posterpetica può non rispondere a nessun trattamento. La cosa importante qui è usare tutti i farmaci in modo disciplinato, controllare il medico e rafforzare il sistema immunitario.

La malattia guarisce in 2-3 settimane nei pazienti giovani e 6-8 settimane negli anziani. Mentre la stragrande maggioranza dei pazienti con herpes zoster non manifesta alcun effetto a lungo termine della malattia, circa il 3% di loro può sperimentare alcuni effetti regressivi a lungo termine chiamati neuropatia dovuta al fuoco di Sant'Antonio.

Vaccino contro l'herpes zoster

È disponibile anche un'opzione vaccinale contro la Varicella Zoster, il virus che causa la varicella e l'herpes zoster. Tuttavia, questo vaccino è efficace nelle persone che non hanno mai incontrato il virus in questione. Molti adulti non traggono beneficio dal vaccino poiché sono entrati in contatto in qualche modo con questo virus. Tuttavia, i vaccini sono molto efficaci per i bambini. Più bambini vengono vaccinati, meno saranno i pazienti con herpes zoster e quindi con nevralgia posterpetica in futuro. Il vaccino contro l'herpes zoster è sicuro di proteggere fino a 5 anni e hanno un follow-up fino a 10 anni.

Si raccomanda a tutti di età superiore ai 60 anni di farsi vaccinare contro l'herpes zoster. Tuttavia, il vaccino contro l'herpes zoster non è raccomandato per coloro che hanno un sistema immunitario debole, malati di cancro, coloro che ricevono una terapia steroidea e coloro che hanno una malattia del tessuto del collagene e quindi ricevono una terapia immunosoppressiva. Poiché il vaccino contiene virus vivi indeboliti, può moltiplicarsi e non può essere controllato.

L'herpes zoster si ripresenta?

La domanda se l'herpes zoster si ripresenta è una delle domande comuni a tutti coloro che incontrano il virus dell'herpes zoster. L'herpes zoster potrebbe non ripresentarsi ogni volta che il sistema immunitario è indebolito. Nella maggior parte dei pazienti, dopo la varicella si verifica un solo attacco di fuoco di Sant'Antonio per tutta la vita. L'herpes zoster è considerato una malattia non ricorrente, ma occasionalmente possono esserci casi in cui la malattia si verifica ripetutamente.