Attenzione ai disturbi della ghiandola pituitaria, conduttore del corpo

L'effetto della ghiandola pituitaria, che a sua volta ha le dimensioni di una noce, è imprevedibilmente grande, contrariamente alle sue piccole dimensioni. Oltre alla secrezione di molti ormoni come l'ormone della crescita, l'ormone prolattina e la tireotropina, ha dozzine di compiti come la regolazione della pressione sanguigna e il mantenimento dell'equilibrio idrico nel corpo. I tumori osservati nella ghiandola pituitaria, nota anche come "conduttore" del corpo, causano molti disturbi. Pertanto, i sintomi dovrebbero essere presi in considerazione e il tumore dovrebbe essere intervenuto prima che cresca. İsmail Hakkı Tekkök, specialista in chirurgia cerebrale e nervosa del Memorial Ankara Hospital, ha fornito informazioni sulla ghiandola pituitaria, sui tumori e sul trattamento.

Gestisce gli ormoni

La ghiandola pituitaria è una ghiandola delle dimensioni di una noce situata sotto il cervello in una fossa ossea di circa un centimetro cubo (Sella Tursika), nota anche come "noia turca". La ghiandola pituitaria è una ghiandola che svolge compiti molto importanti che non possono essere paragonati alle sue dimensioni. È efficace in quasi tutte le ghiandole del corpo. Secerne l'ormone della crescita che determina quanto cresceremo, l'ormone prolattina che fornirà la secrezione di latte necessaria per l'allattamento al seno del bambino nelle donne, l'ossitocina che regola la contrazione dell'utero durante il parto e la vasopressina, che fornisce l'acqua e l'equilibrio del sale nel corpo. È anche un conduttore che invia un segnale a organi come la ghiandola surrenale, la tiroide e le ovaie quanto e quando secernere.

Attenzione a questi sintomi!

La stragrande maggioranza dei tumori originati dalla ghiandola pituitaria sono benigni, cioè tumori che crescono lentamente e non saltano in organi distanti. Questi sono chiamati "adenomi ipofisari". Tuttavia, il loro comportamento non è sempre maligno, poiché la loro posizione è una regione critica. Provoca molti sintomi come impotenza sessuale, affaticamento, mal di testa che si diffonde alla fronte, perdita della vista, crescita incontrollata dei capelli, consumo eccessivo di alcol e minzione eccessiva. Poiché ci sono nervi legati alla vista e ai movimenti oculari appena sopra la ghiandola pituitaria e sui suoi lati, c'è il rischio di perdita della vista solo dopo aver raggiunto una certa dimensione.

L'eccessiva secrezione dell'ormone della crescita può minacciare gli organi interni

L'eccessiva secrezione dell'ormone della crescita a causa del tumore fa sì che la persona diventi gigantesca prima della pubertà, mentre l'eccessivo rilascio dell'ormone della crescita nei pazienti dopo la pubertà provoca la crescita del mento, delle mani e dei piedi e, soprattutto, gli organi interni, in particolare il cuore, minacciando il salute del paziente. In questo caso, noto come acromegalia, ne risentirà anche la crescita delle punte, il metabolismo degli zuccheri del paziente, quindi aumenta la tendenza al diabete.

L'eccessivo ormone prolattina causa irregolarità mestruali e riluttanza sessuale

I tumori ipofisari che secernono prolattina eccessiva possono causare irregolarità mestruali nelle donne, latte proveniente dai capezzoli quando si ferma o si stringono, oltre a causare riluttanza sessuale sia negli uomini che nelle donne e impotenza negli uomini. Poiché negli uomini l'impotenza e l'anoressia sessuale si osservano solo negli ultimi stadi, i pazienti maschi di solito consultano un medico con disturbi della vista dopo che il tumore ha raggiunto una certa dimensione.

Può verificarsi la malattia di Cushing

Quando l'ormone ipofisario ACTH, che controlla la funzione di secrezione della ghiandola surrenale, viene rilasciato eccessivamente; Ingrandimento del viso e arrossamento, aumento di peso eccessivo e soprattutto accumulo di grasso sul corpo, ispessimento del collo, peli e acne eccessivi sulla pelle, fragilità delle ossa, ipertensione e un quadro grave noto come malattia di Cushing, che si riferisce al nome di emerge il neurochirurgo che per primo ha descritto la situazione.

Gli ormoni ipofisari vengono monitorati per la diagnosi

Per la diagnosi, viene effettuato un esame più dettagliato con radiografia diretta, quindi tomografia cerebrale computerizzata e risonanza magnetica dopo esame per il sistema nervoso e generale. Osservando il livello degli ormoni ipofisari nel sangue, viene verificato se il livello è aumentato o meno.

Il metodo più efficace è il trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico è il metodo di trattamento più efficace per i tumori ipofisari. In chirurgia si preferisce il metodo utilizzato dagli egiziani per scaricare il contenuto intracranico prima dell'imbalsamazione, il metodo chiamato chirurgia transfenoidale. In questo tipo di intervento chirurgico si raggiunge la base del cranio inserendosi tra la cartilagine e l'osso tra le due narici con un apposito apriscatole e si asporta il tessuto tumorale. Questo intervento viene eseguito con un microscopio chirurgico, un endoscopio, un controllore di immagini a raggi X e persino una neuronavigazione. Il vantaggio di questo intervento chirurgico è che non c'è contatto diretto con il tessuto cerebrale, quindi il recupero richiede un tempo incredibilmente breve. Dopo l'operazione che dura circa 1 ora, si ripara la base cranica e si posizionano i tamponi nelle narici. Il paziente è in grado di mangiare 8 ore dopo l'operazione e viene dimesso il 3 ° giorno dopo la rimozione dei tamponi.

Un altro metodo chirurgico consiste nel raggiungere il tumore aprendo il cranio, che di solito viene utilizzato se il tumore ha circondato il nervo ottico o l'arteria carotide adiacente. I tumori ipofisari che non possono essere completamente rimossi o controllati con i farmaci possono richiedere la radioterapia.

Gli adenomi ipofisari possono ripresentarsi. In questo caso, è possibile tentare nuovamente la chirurgia, la radioterapia o la terapia farmacologica.