L'uso inconscio di prodotti in plastica riduce il successo della fecondazione in vitro

La maggior parte degli imballaggi e dei contenitori che utilizziamo nella nostra vita quotidiana sono costituiti da materiali plastici. Tuttavia, le ricerche dimostrano che la sostanza "bisfenolo-A" contenuta in molti prodotti in plastica ha una caratteristica che influenza gli ormoni riproduttivi. La presenza di Bisfenolo-A nella plastica, soprattutto nel sangue delle donne che hanno un trattamento di fecondazione in vitro, può ridurre la qualità delle uova e influenzare negativamente il successo del trattamento.

Gli esperti del Centro FIVET del Memorial Antalya Hospital hanno fornito informazioni sugli effetti del "bisfenolo-A" trovato nella plastica sul trattamento IVF.

"Può portare a una diminuzione del numero di uova!"

Il "bisfenolo-A", che troviamo in molti dei prodotti in plastica ampiamente utilizzati nelle nostre cucine, ha la proprietà di interrompere il sistema endocrino chiamato sistema endocrino. Il bisfenolo-A imita l'effetto degli ormoni riproduttivi e sostituisce gli ormoni naturali del nostro corpo. Gli studi dimostrano che se questa sostanza è alta nel sangue delle donne che ricevono un trattamento di fecondazione in vitro, la percentuale di fecondazione diminuisce in modo significativo.

Secondo studi sui topi, il bisfenolo-A colpisce il DNA e i geni colpiti vengono trasmessi anche ai topi piccoli. Inoltre, colpendo le ovaie dei topi, riducendo il numero di uova prodotte, il bisfenolo-A ha effetti simili sugli esseri umani. Il bisfenolo-A causa una diminuzione del numero di ovuli nelle donne sottoposte a trattamento di fecondazione in vitro, proprio come nei topi.

I contenitori di plastica riscaldati possono ridurre la qualità delle uova

L'uso consapevole di contenitori di plastica è di grande importanza per ridurre al minimo gli effetti negativi del bisfenolo-A presente nei prodotti in plastica sulla salute delle uova delle donne.

Le misure che le future mamme che desiderano un bambino, in particolare le donne che ricevono un trattamento di fecondazione in vitro, possono adottare possono essere elencate come segue;

  • I prodotti in vetro dovrebbero essere preferiti ai materiali plastici in contenitori usati per conservare cibi e bevande.
  • Soprattutto i contenitori di plastica per la conservazione degli alimenti non devono essere riscaldati.
  • I cibi caldi non devono essere posti in contenitori di plastica.
  • Poiché il bisfenolo-A nei prodotti in plastica riscaldati passa negli alimenti, tali prodotti in plastica non dovrebbero mai essere utilizzati nei forni a microonde per il riscaldamento e la cottura.

Le coppie dovrebbero essere informate per il successo nel trattamento della fecondazione in vitro

In particolare, le future mamme che si stanno preparando per il trattamento della fecondazione in vitro dovrebbero evitare gli inquinanti ambientali, in particolare i prodotti che interrompono il sistema endocrino, ed essere preparate per i fattori che influenzano negativamente i geni. Con una serie di precauzioni prese prima e durante il trattamento, le possibilità di successo possono essere mantenute ai massimi livelli e lo sviluppo di embrioni sani può essere sostenuto. In questa fase, è di grande importanza che team esperti di medici ed embriologi esperti guidino correttamente il paziente.