Il nome del comfort e della tecnologia avanzata in chirurgia: "Da Vinci Robotic Surgery"

Gli specialisti del Centro chirurgico Memorial Şişli Hospital da Vinci hanno fornito informazioni sulle operazioni eseguite con la "Da Vinci Robotic Surgery".

"Da Vinci Robotic Surgery" è uno dei metodi chirurgici più importanti che si è sviluppato nella chirurgia del cancro negli ultimi 10 anni e si sta diffondendo rapidamente nel mondo.

"Da Vinci Robotic Surgery", che è una metodica che viene eseguita nel rispetto di tutti i principi della chirurgia oncologica con incisioni minime e danneggia i tessuti normali ad un livello minimo, consente l'operazione sotto un'immagine tridimensionale ingrandendo i tessuti 20 volte la loro dimensione reale.

Grazie alla tecnica da Vinci si ottengono i migliori risultati nel controllo del cancro, riducendo al minimo le situazioni indesiderate che possono svilupparsi a causa di un intervento chirurgico.

I tumori urologici occupano un posto importante tra tutti i tipi di cancro. Se valutati separatamente, i tumori della pelle sono il tipo più comune di tumori degli organi interni, "cancro alla prostata"dir. Oltre al cancro alla prostata, il tipo più importante di cancro che si sviluppa a causa del fumo "Tumori della vescica"dir. Grazie alle tecnologie mediche in via di sviluppo, i tumori renali vengono diagnosticati più frequentemente e possono essere catturati e trattati in piccole dimensioni senza alcuna diffusione. Nel trattamento del cancro, in passato c'è stata una tendenza a metodi non chirurgici a causa dei motivi per cui gli interventi chirurgici causano una perdita di funzionalità difficile da accettare dai pazienti o per i tassi di invalidità e mortalità postoperatori elevati. Negli ultimi anni, oltre a una migliore comprensione dell'anatomia, sono state sviluppate tecniche chirurgiche che danno al paziente meno dolore, riducono le situazioni indesiderate che possono svilupparsi a causa dell'intervento, abbreviano il periodo di recupero postoperatorio e riportano il paziente alla sua vita quotidiana più velocemente . Inoltre, grazie agli sviluppi vertiginosi nelle strutture di anestesia e terapia intensiva, il posto del trattamento chirurgico nei trattamenti contro il cancro urologico si è gradualmente rafforzato.

"Da Vinci Robotic Surgery", che è accettata come l'ultima tecnologia in chirurgia e fornisce comfort al paziente durante e dopo l'operazione, è il metodo più utilizzato nei tumori urologici. Con il metodo da Vinci, i pazienti possono adattarsi alla vita sociale in breve tempo e gli svantaggi della chirurgia a cielo aperto sono ridotti al minimo.

Il rischio di disfunzione sessuale diminuisce nel cancro alla prostata

Il tipo di cancro più comune in cui viene utilizzata la tecnologia robotica in tutto il mondo è il cancro alla prostata. Come risultato del frequente esame del sangue chiamato test del PSA e lo sviluppo del tecnico della biopsia prostatica, un metodo diagnostico, vengono effettuate più diagnosi della prostata e i tumori vengono catturati nel periodo curabile. Un cambiamento importante nella diagnosi del cancro alla prostata è; L'età di rilevamento della malattia si sta spostando verso le età più giovani che non vogliono perdere le loro funzioni sessuali. Come risultato di tutto ciò, i pazienti tendono a cercare un trattamento che riduca al minimo la perdita dell'incontinenza urinaria e della funzione sessuale che possono svilupparsi a causa sia dell'eccellente controllo del tumore che della chirurgia. La chirurgia robotica è un metodo chirurgico che risponde a questa ricerca dei pazienti. Con la chirurgia robotica, che si sta rapidamente diffondendo in tutto il mondo, il controllo del cancro negli interventi chirurgici contro il cancro alla prostata è almeno tanto quanto con la chirurgia a cielo aperto, la perdita di sangue correlata alla chirurgia e la necessità di trasfusioni di sangue praticamente non esistono. Inoltre, poiché le strutture nervose che controllano le funzioni sessuali e le strutture muscolari che svolgono la ritenzione urinaria possono essere protette molto meglio; Le situazioni indesiderabili come l'incontinenza e la perdita della funzione sessuale che possono svilupparsi dopo l'intervento chirurgico sono meno comuni e i pazienti possono tornare al lavoro e alla vita sociale in un tempo più breve.

Gli interventi chirurgici sul tumore del rene possono essere eseguiti attraverso alcuni fori.

Con l'uso di tecnologie in via di sviluppo e diffuse, la diagnosi dei tumori renali può essere effettuata in una fase precoce e in dimensioni molto piccole. Se i tumori renali sono più piccoli di 4 cm, possono essere trattati solo rimuovendo il tessuto tumorale. In altre parole, non è necessario rimuovere il rene del paziente. L'obiettivo è preservare quanto più tessuto renale possibile. Chirurgia rotobica; Elimina le condizioni molto dolorose che possono svilupparsi nel periodo postoperatorio a causa della rimozione parziale di alcune delle ossa delle costole durante la chirurgia a cielo aperto e consente ai pazienti di recuperare più velocemente a causa del piccolo sito di incisione. In alcuni tipi di cancro del rene, tutti i canali che trasportano l'urina alla vescica insieme al rene e al tessuto vescicale all'angolo in cui questo canale si apre alla vescica devono essere rimossi insieme. Questo intervento viene eseguito con il metodo aperto o con una grande incisione oppure è necessaria una seconda incisione nella zona inguinale per rimuovere sia un'incisione renale che un pezzo dalla vescica. Nella chirurgia robotica, l'intera operazione può essere eseguita con l'aiuto di pochi fori e gli effetti indesiderati dovuti a incisioni di grandi dimensioni possono essere prevenuti o ridotti al minimo.

La rimozione della vescica è un importante problema sociale per il paziente

La rimozione chirurgica della vescica è il trattamento più efficace per i tumori che sono avanzati o hanno il rischio di progredire negli strati più profondi della vescica e hanno la capacità di diffondersi a tessuti diversi dalla vescica. Inoltre, vengono puliti anche i linfonodi, che sono a rischio di diffusione del cancro alla vescica, e si cerca di ottenere il controllo del cancro nel migliore dei modi. Tuttavia, le funzioni di conservazione dell'urina e, se necessario, di scarico dell'urina dalla vescica devono essere sostituite. Per questo, vengono utilizzati vari metodi chirurgici, ciascuno con diversi vantaggi e svantaggi. Innanzitutto, i condotti che provvedono alla trasmissione dell'urina prodotta dai reni alla vescica possono essere aperti direttamente o utilizzando la parte intestinale "intermedia" alla pelle addominale. In entrambi i casi, il paziente dovrà attaccare una borsa sul suo corpo per il resto della sua vita. Per eliminare la necessità di borse, sono stati sviluppati metodi realizzati dall'intestino crasso e aperti alla pelle addominale. Qui, l'apertura nella pelle addominale non perde urina e quindi i raccolti non devono indossare una borsa. Tuttavia, l'urina accumulata all'interno deve essere scaricata inserendo un catetere attraverso l'apertura nell'addome a intervalli regolari. Anche questo metodo non soddisfa pienamente le aspettative dei pazienti. L'aspettativa dei pazienti è che anche se le loro vesciche vengono rimosse, le nuove vesciche prodotte dall'intestino saranno collegate al normale tratto urinario, saranno in grado di trattenere l'urina dopo l'intervento e saranno in grado di scaricare l'urina in il modo normale senza la necessità di un catetere o una borsa. Oltre a questi, le perdite della funzione sessuale sono ridotte al minimo.

La nuova vescica può essere prodotta dall'intestino con la chirurgia robotica

Considerando tutti gli interventi chirurgici, le operazioni più difficili eseguite apertamente sono l'asportazione della vescica, l'asportazione dei linfonodi e la ricostruzione della vescica dall'intestino. Alcuni dei chirurghi con una seria esperienza di chirurgia a cielo aperto possono eseguire questa operazione in modo semi-robotico. In questa tecnica, mentre vengono rimossi la vescica malata ei linfonodi, vengono utilizzati robot e, allo stesso tempo, i nervi che forniscono le funzioni sessuali e le strutture muscolari che forniscono la ritenzione di urina possono essere protetti molto meglio. Il resto dell'intervento; La nuova vescica è costituita dall'intestino tenue e le vie urinarie sono collegate a questa nuova vescica, invece, mediante chirurgia a cielo aperto. Recentemente sono state avviate tutte le fasi dell'intervento da eseguire con chirurgia robotica. Pertanto, oltre a proteggere i nervi e il meccanismo di ritenzione dell'urina, che hanno funzioni di funzione sessuale, si riduce la possibilità di perdita di liquidi dall'intestino, danni all'intestino, infiammazione del peritoneo e degli organi addominali dovuti a microrganismi aerodispersi e corpi estranei. Inoltre, poiché non sono necessarie grandi incisioni, non è necessaria una seconda operazione per l'infiammazione della ferita, l'ernia dal sito della ferita, l'apertura della ferita e la chiusura. Poiché anche gli intestini sono protetti con il minimo danno, i pazienti si riprendono più velocemente e sperimentano meno problemi durante questo periodo.

I pazienti con tumori ai testicoli evitano i rischi della chirurgia a cielo aperto

La principale diffusione dei tumori testicolari sono i linfonodi attorno ai grandi vasi nell'addome. Oggi, i linfonodi dei pazienti in un certo gruppo a rischio vengono rimossi chirurgicamente in risposta a questo balzo. Le cellule che si prevede si diffondano ai linfonodi possono essere trattate applicando la chemioterapia ai pazienti. Oltre a tutto ciò, i pazienti possono essere tenuti sotto stretto controllo senza alcun trattamento. Se si decide che la malattia è ricaduta durante il periodo di follow-up, può essere controllata con la chemioterapia. Perché l'emergere di effetti collaterali a lungo termine di farmaci antitumorali come l'infertilità o altri tumori, che vengono somministrati come precauzione per prevenire la diffusione di tumori testicolari, riporta all'ordine del giorno i trattamenti chirurgici. Anche la chirurgia da eseguire in questi pazienti è un'operazione grave. In chirurgia a cielo aperto "Consiglio di fede" Aprendo l'addome dall'estremità inferiore dello sterno alla giunzione del bacino, l'intestino del paziente viene estratto dal corpo e i linfonodi attorno ai grandi vasi vengono rimossi. Quindi, gli intestini vengono riposizionati nella cavità addominale e l'incisione viene chiusa. Il recupero del paziente dopo l'intervento chirurgico può essere rallentato per motivi quali il rilascio dell'intestino dal luogo in cui sono attaccati, perdita di liquidi e calore dall'intestino, rischio di infiammazione delle membrane e degli organi intra-addominali ed estranei corpi. Inoltre, a causa della grande incisione, la ferita può essere infiammata, ernia della ferita e apertura della ferita e potrebbe essere necessario un nuovo intervento chirurgico per chiudere la ferita. La chirurgia robotica può eliminare o ridurre al minimo questi svantaggi. Con la chirurgia robotica, la rete nervosa che consente l'espulsione dello sperma attorno ai grandi vasi può essere meglio vista e protetta e il rischio di questa perdita di funzione può essere ridotto.