Evitare il raffreddamento attraverso il condizionatore d'aria

Negli ultimi anni, quando abbiamo incontrato il caldo del deserto, abbiamo bisogno di condizionatori d'aria nei luoghi di lavoro, nel traffico e nelle case per poterci rinfrescare. I condizionatori d'aria sono sistemi progettati per ridurre la temperatura dell'ambiente utilizzando il "ciclo di raffreddamento", cioè traendo calore dall'ambiente.

Gli esperti del dipartimento ORL del policlinico Etiler Memorial hanno fornito informazioni sulle "malattie otorinolaringoiatriche causate dai condizionatori d'aria e metodi di prevenzione".

La polmonite e altre infezioni del tratto respiratorio inferiore possono essere osservate in coloro che sono esposti alla brezza diretta dell'aria condizionata.

Questi dispositivi, prodotti per essere confortevoli e funzionare in modo efficiente nella stagione calda, possono causare alcuni problemi di salute se usati in modo improprio. Le lame di soffiaggio dell'aria del condizionatore d'aria non devono essere dirette direttamente su di noi. Evita di stare davanti al vento del condizionatore d'aria. La polmonite e altre infezioni del tratto respiratorio inferiore possono essere osservate in coloro che sono esposti a condizionamento d'aria prolungato e diretto. I batteri che causano questo possono essere trovati nei filtri dei condizionatori d'aria. Inoltre, alcuni fattori come alcuni tipi di acari e persino funghi di muffa possono essere trovati in questi filtri e possono essere la ragione delle lamentele dei pazienti con rinite allergica. Per questo motivo, i filtri nelle unità interne dei condizionatori d'aria devono essere puliti frequentemente. A casa e in alcune aree di utilizzo, due volte l'anno in primavera e in autunno; In ambienti affollati come uffici e luoghi di lavoro, i filtri devono essere puliti o sostituiti ogni 3 mesi.

Inizia con un naso chiuso

L'aggiunta di filtri elettrostatici o hepa alle apparecchiature di condizionamento dell'aria può aiutare a rimuovere gli allergeni presenti nell'aria. Tuttavia, i cambiamenti improvvisi di temperatura e umidità sono tra i fattori che innescano il disagio dei pazienti con catarro allergico. La mucosa nasale dà risposte diverse a seconda della temperatura e dell'umidità dell'ambiente. Durante questi repentini cambiamenti climatici, le strutture che chiamiamo conca nel naso si gonfiano per proteggere le basse vie respiratorie e ridurre il flusso d'aria nasale creando resistenza. Questa situazione è in realtà finalizzata al riscaldamento dell'aria aspirata. Tuttavia, questa situazione si manifesta come congestione nasale nella persona e può portare alla respirazione dalla bocca. La respirazione dalla bocca invece della respirazione nasale, che è l'ideale per la salute, può portare a vari problemi alla gola e al tratto respiratorio inferiore.

Se si verificano disturbi come secrezione nasale o bruciore e prurito agli occhi;

Quando i pazienti con rinite allergica entrano nell'ambiente climatizzato, cioè quando sono esposti a un improvviso cambiamento di calore e umidità, mostrano sintomi come congestione nasale, naso che cola o bruciore e prurito agli occhi rispetto ai non malati individui. Meccanismi simili possono aumentare i sintomi nei pazienti con sinusite cronica. Per la salute umana, è ideale che la temperatura sia di 20-25 ° C e l'umidità del 45-60%. Per fornire questi valori o per un ambiente confortevole, è opportuno impostare il condizionatore d'aria a 20-21 ° C in estate e 27-28 ° C in inverno.

Oggi una vita senza aria condizionata è impensabile. Tuttavia, in particolare i pazienti con naso, seno e polmoni non dovrebbero rimanere a lungo in un ambiente climatizzato e non dovrebbero trascurare la manutenzione dell'aria condizionata.