La dieta dovrebbe cambiare anche dopo l'intervento chirurgico per l'obesità

Una delle cause più importanti dell'obesità, che è diventata uno dei problemi di salute della nostra epoca, è una vita sedentaria, un'alimentazione irregolare e malsana. Man mano che la vita media si allunga, con la diminuzione dei movimenti personali, occorre trattare l'eccesso di peso che provoca sia una diminuzione della capacità produttiva sia una diminuzione della qualità della vita. Gli esperti del Dipartimento di Chirurgia del Memorial Health Group hanno fornito informazioni sulla chirurgia bariatrica e sulla vita postoperatoria.

La chirurgia dell'obesità è la prima fase del cambiamento dello stile di vita. Tuttavia, questo da solo non è efficace. Questo intervento chirurgico non è un metodo di rimozione del grasso o dimagrimento. È molto importante cambiare le abitudini alimentari e le porzioni della persona. L'obesità è una malattia che deve essere curata, che diminuisce la qualità della vita, aumenta la spesa sanitaria, diminuisce la capacità produttiva delle persone, influisce negativamente sul benessere personale e sociale e il comfort di vita delle società con il prolungarsi della durata media della vita. L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce il sovrappeso e l'obesità come un accumulo anormale o eccessivo di grasso nel corpo che disturba la salute generale.

Un problema mondiale ...

Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, il numero di obesi nel mondo è raddoppiato tra il 1980 e il 2008. Secondo i dati del 2008, è stato stabilito che il numero di persone in sovrappeso di età pari o superiore a 20 anni era di 1,4 miliardi, di cui 200 milioni erano uomini e 300 milioni erano donne. Quando i dati del 2012 sono stati valutati in base ai risultati dello studio, è stato stabilito che 40 milioni di bambini di età inferiore ai 5 anni erano in sovrappeso o obesi. Secondo i dati del 2015, quelli con un indice di massa corporea superiore a 25 sono considerati in sovrappeso e quelli con un indice di massa corporea superiore a 30 sono considerati obesi. Nel mondo; Circa 2,3 miliardi di adulti di età superiore ai 15 anni sono in sovrappeso e 700 milioni di persone si trovano ad affrontare problemi di obesità.

Prova prima a perdere peso

La chirurgia è la prima linea di trattamento? Il trattamento principale dell'obesità non è la chirurgia. Dovrebbe essere considerata come ultima opzione se i pazienti non possono perdere peso nonostante dieta, esercizio fisico, terapie comportamentali e farmaci, tra gli altri metodi di perdita di peso. Inoltre, pazienti con problemi di peso eccessivo; Se ha importanti problemi di salute come il diabete di tipo 2, la sindrome metabolica, l'iperlipidemia e l'ipertensione, è necessario un intervento chirurgico per raggiungere il peso ideale. Chi può essere candidato alla chirurgia bariatrica? Fornire un controllo permanente del peso nel trattamento dell'obesità, causata da un peso eccessivo; La chirurgia è il trattamento più efficace per eliminare problemi come diabete, disturbi del sonno, disturbi del colesterolo, fegato grasso e malattie cardiovascolari. Quando vengono eseguiti gli interventi chirurgici per l'obesità e chi sono i candidati per l'intervento? Indice di massa corporea superiore a 40, Indice di massa corporea superiore a 35, malattie croniche causate da peso eccessivo, in particolare diabete di tipo 2, insuccesso nel trattamento dell'obesità con la dieta nel corso degli anni, follow-up a lungo termine e ritenuto idoneo per la chirurgia dell'obesità Rischi operativi sono accettabili per il paziente. Quali criteri raccomanda l'American Bariatric and Metabolic Surgery Association nella selezione dei pazienti? Quelli con un indice di massa corporea superiore a 40. l Quelli con un indice di massa corporea superiore a 35 e ipertensione di accompagnamento, diabete di tipo 2, sindrome da apnea notturna. l Pazienti di età superiore a 18 anni e 65 anni. Problema di obesità da almeno 3 anni. Assenza di malattie ormonali. Assenza di alcol e tossicodipendenza. La comprensione da parte del paziente del metodo da applicare e la capacità di adattarsi dopo l'intervento. Rischio accettabile di interferenza. Quale tecnica dovrebbe essere applicata a quale paziente in chirurgia dell'obesità? Il risultato ottimale di quale intervento verrà applicato a quale paziente è una situazione che verrà decisa solo dopo il colloquio medico-paziente e la valutazione dei dati medici. Oggi, questi interventi possono essere eseguiti con successo con metodo laparoscopico minimamente invasivo. In questo modo si accorcia il processo di guarigione, si avverte meno dolore e si riducono il rischio e la possibilità di complicazioni.

La prima fase del cambiamento dello stile di vita

Come viene seguito il paziente dopo l'operazione? I pazienti iniziano la loro attività nel primo periodo postoperatorio e vengono dimessi dall'ospedale il terzo giorno. Il rigoroso follow-up continua in compagnia del chirurgo dell'obesità e del dietologo per cinque settimane dopo l'intervento. Dopo il passaggio al cibo solido normale nella quinta settimana, il follow-up continua ogni due mesi. Che tipo di vita attende i pazienti dopo la chirurgia bariatrica? La chirurgia dell'obesità è la prima fase del cambiamento dello stile di vita. Tuttavia, questo aiuta a cambiare lo stile e non è efficace da solo. Questo intervento chirurgico non deve essere considerato come un metodo di rimozione del grasso o dimagrimento. Aiuta la volontà del paziente al termine dell'intervento. In altre parole, compiti molto importanti ricadono sul paziente nel nuovo periodo. La cosa più importante è la riorganizzazione delle abitudini alimentari. Per questo, è necessaria una breve formazione con l'aiuto di un dietologo e psicologo. Quindi, vengono forniti vari allenamenti per il controllo permanente del peso regolando il movimento e l'attività del paziente. È molto importante che i pazienti inseriscano nella loro vita sport e attività fisica regolare oltre alla dieta dopo l'intervento.

La chirurgia dell'obesità può essere eseguita con un robot chirurgico.

Parallelamente alle possibilità tecnologiche sviluppate negli ultimi anni, la chirurgia dell'obesità può ora essere eseguita in modo minimamente invasivo. Minimamente invasivo è l'uso di un robot chirurgico negli interventi chirurgici per l'obesità. Con il robot chirurgico, viene fornita una migliore visione e queste operazioni possono essere eseguite con meno complicazioni. Poiché il campo visivo fornito dal robot è più ampio, il chirurgo può eseguire queste operazioni in modo più confortevole. Inoltre, le procedure che il chirurgo non può raggiungere e sono più difficili con il metodo laparoscopico possono essere molto pratiche con il robot. Il robot chirurgico fornisce una visione nitida nella chirurgia dell'obesità. Le complicazioni post-procedura sono ridotte dalla visione acuta del robot. Inoltre, è più pratico e veloce eseguire le anastomosi con un robot negli interventi di by-pass gastrico.