Malattie legate alla scuola nei bambini

Le scuole furono aperte, iniziarono i problemi di salute dei bambini. L'ambiente scolastico, che non è sterile come a casa, espone i bambini a virus e batteri. Le famiglie che mandano i figli a scuola dovrebbero prestare particolare attenzione alle malattie respiratorie. Supervisore delle cure neonatali dell'ospedale Memorial Şişli e specialista in pediatria Assoc. Dott. Ercan Tutak ha messo in guardia le famiglie sulla scuola e sulla salute dei bambini.

Le malattie iniziano con la scuola

Fino a quando i bambini non iniziano l'asilo o la scuola, non si ammalano molto spesso nell'ambiente domestico. La situazione si ribalta con l'apertura di scuole e asili. Le malattie diventano parte della loro vita e di quella delle loro famiglie. Con l'autunno e l'avvicinarsi dell'inverno, si registra un aumento del verificarsi di infezioni causate da virus che si diffondono per goccioline e si insediano nelle vie respiratorie nei luoghi in cui vivono collettivamente.

L'influenza è all'avanguardia nelle malattie

Una di queste infezioni sono le infezioni influenzali che causano il comune raffreddore. L'influenza è una malattia stagionale che copre il periodo autunno-inverno, soprattutto tra settembre e marzo. Inizia con febbre, mal di testa, malessere e malessere. Tosse, naso che cola o naso chiuso possono quindi essere complicati da malattie come infezioni polmonari, sinusiti e infezioni dell'orecchio medio. L'80% delle infezioni delle vie respiratorie osservate nei bambini sotto i 2 anni di età durante i mesi invernali sono causate da questi virus.

Avvertimenti per le famiglie

Le famiglie spesso somministrano inutilmente antibiotici e sciroppo per la tosse ai loro figli con febbre, tosse, naso che cola e tosse. Tuttavia, gli studi rivelano che questi farmaci non sono efficaci nelle infezioni da virus. L'uso non necessario di antipiretici impedisce il rafforzamento del sistema immunitario naturale dei bambini.

Differenza batteri-virus

È molto importante differenziare l'infezione delle tonsille causata da batteri e l'infezione delle vie respiratorie causata da virus nella selezione del trattamento. La tosse e il naso che cola di solito non si verificano nell'infezione delle tonsille; Mentre febbre, difficoltà a deglutire, anoressia e dolore addominale sono in prima linea, tosse, naso che cola, debolezza, dolori muscolari diffusi sono osservati come disturbi più importanti nelle infezioni influenzali causate da virus.

Fai attenzione ai medicinali per la tosse

Il disturbo della tosse osservato nelle infezioni del tratto respiratorio funziona effettivamente come un meccanismo di difesa per il corpo per eliminare le secrezioni dal tratto respiratorio. L'uso di farmaci anti-tosse è sconsigliato perché bloccano queste difese naturali dell'organismo. A volte, la distinzione tra tonsillite e infezione influenzale non può essere fatta come risultato dell'esame. In questo caso, deve essere eseguita una coltura della gola, devono essere eseguiti alcuni esami del sangue e il paziente deve essere osservato somministrando solo antipiretici. È particolarmente importante prendere precauzioni contro le infezioni influenzali in questi mesi, poiché può causare bronchiolite a seguito dell'inizio di un attacco d'asma nei bambini con corpo allergico o come conseguenza dell'ostruzione di piccoli bronchi con secrezioni.

Il metodo migliore è la vaccinazione

Il modo più importante per prevenire le infezioni influenzali, che a volte possono portare a gravi infezioni respiratorie che richiedono un trattamento essendo ospedalizzate a causa di difficoltà respiratorie, è la vaccinazione. L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che i vaccini antinfluenzali, preparati ogni anno contro nuovi tipi di virus influenzali, vengano somministrati a bambini con malattie come diabete, bronchite allergica, immunodeficienza, cardiopatie congenite. L'American Academy of Pediatrics raccomanda inoltre che a tutti i bambini di età superiore ai 6 mesi venga somministrato il vaccino antinfluenzale tra settembre e gennaio. La prima delle misure da adottare è che le persone con infezioni non entrino nella comunità, utilizzino maschere e prestino attenzione all'igiene delle mani.

Differenza tra influenza e raffreddore

L'influenza è una condizione che viene spesso confusa con l'influenza. Tuttavia, la situazione generale è migliore con il raffreddore. La febbre non sarà alta. Piuttosto, si manifesta con starnuti e naso che cola seguiti da congestione nasale. Malattie prolungate come il raffreddore e l'influenza possono complicare la malattia con sinusite e infezioni dell'orecchio medio. Per questo motivo, sarà utile l'uso di gocce nasali sterili contenenti soluzione salina che apriranno la bocca dei seni e del canale di Eustachio. Se un bambino ha un'infezione delle vie respiratorie che si ripresenta più di 5 volte l'anno e complicata da sinusite, infezione dell'orecchio medio e infezione polmonare, deve essere esaminato da un medico specialista.