Fumare per molti anni porta al cancro della vescica

Il cancro della vescica, che è il tumore maligno più comune delle vie urinarie, è 3-4 volte più comune negli uomini che nelle donne. La malattia è il terzo tipo di cancro più comune negli uomini a causa dell'elevata prevalenza del consumo di sigarette nel nostro paese. Al fine di ottenere risultati di successo nel trattamento; La diagnosi precoce, la compliance medico-paziente e uno stretto follow-up sono di grande importanza. Gli esperti del dipartimento di urologia del Memorial Ankara Hospital hanno fornito informazioni sulla diagnosi del cancro della vescica e sui metodi di trattamento.

Il fumo è spesso la causa principale del cancro alla vescica

I tumori della vescica si verificano nella vescica, cioè nella vescica, che è una parte delle vie urinarie. Più del 90 per cento di loro provengono dalla membrana che riveste l'interno della vescica, che è chiamato "carcinoma uretrale". Sebbene sia visto nei giovani, il cancro della vescica è generalmente accettato come una malattia della mezza età e della vecchiaia. La sua incidenza è inferiore all'1% nella fascia di età 40-50 anni, mentre aumenta al 3,5% dopo i 70 anni. Si ritiene che i fattori ereditari e ambientali siano efficaci nella formazione della malattia. Il fumo è il principale fattore ambientale. I dipendenti che lavorano nei settori della pittura, del tessile, della benzina, della gomma e della chimica sono a rischio professionale. Inoltre, ci sono pubblicazioni che affermano che il rischio della malattia aumenta a causa del consumo di dolcificanti e di tè e caffè intensi. Anche se si dice che la colorazione dei capelli aumenti il ​​rischio di cancro alla vescica nelle donne, non ci sono prove definitive per questo punto di vista. Tuttavia, ci sono anche opinioni secondo cui le verdure ad alto contenuto di fibre riducono il rischio di cancro alla vescica.

I pazienti nel gruppo a rischio dovrebbero sottoporsi a un'analisi delle urine a intervalli regolari

Il sintomo più comune della malattia è il sanguinamento urinario indolore. La diagnosi viene fatta dall'ecografia e dall'esame ottico chiamato cistoscopia eseguito entrando attraverso il canale urinario, a seconda di tali disturbi. Il tasso di diagnosi precoce nel cancro della vescica raggiunge il 75%. È vantaggioso per i pazienti nel gruppo a rischio fare una semplice analisi delle urine a determinati intervalli e verificare se c'è sanguinamento occulto nelle loro urine, in termini di diagnosi precoce della malattia.

Le applicazioni chemioterapiche e il trattamento chirurgico sono di grande importanza

Nel trattamento del cancro della vescica, viene verificato se la malattia si è diffusa allo strato muscolare nella parete della vescica. Nei tumori che si ritiene non siano ancora progrediti allo strato muscolare, il trattamento di prima linea viene utilizzato come metodo chiuso chiamato TUR-M e una singola dose di chemioterapia viene somministrata nella vescica entro 24 ore dalla procedura. Quindi, osservando il risultato della patologia, viene calcolato il rischio di recidiva e progressione del cancro. La chemioterapia intra-vescicale o le applicazioni di vaccinazione vengono applicate a pazienti a rischio tra sei settimane e tre anni. È anche importante eseguire la cistoscopia e il controllo citologico con frequenza variabile a seconda del rischio di recidiva. D'altra parte, se il cancro progredisce nello strato muscolare, il gold standard nel trattamento è rimuovere l'intera vescica insieme alla prostata e ai tessuti circostanti e creare una nuova vescica rimuovendo una porzione dell'intestino.

I tumori della vescica sono una malattia che può essere completamente curata, soprattutto se rilevata in una fase precoce. Sebbene questi tumori vengano completamente distrutti con i primi tentativi, c'è il rischio che questi tumori ricadano nel tempo o si trasformino in tumori con comportamenti peggiori. Gli studi dimostrano che il 45-80% dei tumori che non sono progrediti verso la ricaduta dello strato muscolare e circa il 10-15% si trasforma in tumori con comportamento peggiore. La chemioterapia intra-vescicale e le applicazioni di vaccinazione sono di grande importanza per prevenire questa situazione. Nonostante il rischio di recidiva, i pazienti non devono trascurare il loro regolare follow-up. Il successo nel trattamento del cancro della vescica avviene attraverso la compliance medico-paziente e uno stretto follow-up.