15 consigli d'oro per proteggere i tuoi occhi dalla tecnologia

L'utilizzo di dispositivi tecnologici con schermi digitali si sta diffondendo giorno dopo giorno e questi strumenti di comunicazione stanno diventando una parte indispensabile della vita contemporanea. Persone di ogni estrazione sociale e età trascorrono un momento importante della giornata davanti allo schermo, anche se per scopi diversi. Oltre a questi effetti, i dispositivi tecnologici che riducono le relazioni sociali, isolano le persone, provocano una vita più lontana dall'ambiente e dalla natura, influiscono negativamente anche sulla salute degli occhi. Questa situazione, chiamata "affaticamento degli occhi digitale", sta emergendo in sempre più persone. Prof. Dott. Ahmet Maden ha fornito informazioni sugli effetti degli schermi digitali sulla salute degli occhi.

La luce blu è dannosa per gli occhi

I dispositivi di illuminazione basati su "LED e fluorescenza" utilizzati negli ausili visivi digitali e nei display contengono una "luce blu" di lunghezza d'onda leggermente maggiore rispetto alla distribuzione della luce naturale. Generalmente, i raggi di lunghezza d'onda corta possono causare cataratta e degenerazione maculare. Tuttavia, il ruolo della luce blu molto limitata sugli schermi non dovrebbe essere esagerato, oltre agli intensi raggi a onde corte che abbondano in natura, cioè alla luce del giorno e possono arrivare oltre le nuvole. È stato suggerito che la luce blu riduce la sintesi di melatonina, quindi l'uso di uno schermo a letto prima di dormire può influire negativamente sulla qualità del sonno. Il disagio provato a causa del tempo trascorso davanti allo schermo è stato chiamato "Digital Eye Strain".

"Digital Eye Strain" provoca i seguenti effetti sugli occhi;

  • Stanchezza degli occhi, palpebre pesanti, tendenza a dormire
  • Dolore sordo alla fronte, mal di testa
  • Visione offuscata, intreccio di lettere
  • Secchezza degli occhi, arrossamento, lacrimazione, bruciore, bruciore
  • Dolore al collo e alle spalle
  • Difficoltà ad aprire e chiudere gli occhi davanti allo schermo
  • Sentirsi come se ci fosse sabbia

La secchezza degli occhi è anche causata dal display digitale

Normalmente, gli occhi si aprono e si chiudono 15-20 volte al minuto senza rendersene conto. Questo riflesso naturale impedisce l'essiccazione diffondendo costantemente lo strato lacrimale davanti all'occhio. Tuttavia, quando l'attenzione visiva è diretta a un oggetto come un computer, un telefono cellulare o un tablet, fisiologicamente, la frequenza del lampeggiamento riflesso diminuisce della metà. Questa situazione è la causa più importante di secchezza e bruciore agli occhi negli studi a lungo termine. Soprattutto con l'avanzare dell'età, quando le lacrime iniziano a diminuire in modo naturale e il periodo post-menopausa può causare un aumento di questi disturbi. Questi reclami potrebbero non essere visti nei bambini in età scolare con una quantità e una qualità di lacrime molto buone.

Cose di cui essere consapevoli contro l'affaticamento della vista digitale;

  • Per ridurre i reclami riscontrati davanti allo schermo, gli occhi dovrebbero essere chiusi deliberatamente e gli occhi dovrebbero essere irrigati di più.
  • L'aria dell'ambiente di lavoro non dovrebbe essere troppo secca. Per renderlo più umido, è necessario utilizzare contenitori per l'acqua, umidificatori.
  • Per chi soffre di secchezza oculare è opportuno utilizzare le lacrime artificiali come consigliato dal medico per il tempo trascorso davanti allo schermo.
  • Se gli occhiali sono necessari a causa dell'età, questo dovrebbe essere usato e gli occhi non dovrebbero essere costretti a vedere senza occhiali. I buoni occhiali possono bloccare i raggi ultravioletti a onde corte al 100%.
  • Per le lenti degli occhiali, il medico dovrebbe essere consultato e gli occhiali dovrebbero essere portati da luoghi attendibili.
  • Periodicamente, il lavoro dovrebbe essere interrotto. Dovrebbe essere applicata la regola "20-20-20", gli occhi dovrebbero essere allontanati dallo schermo per almeno 20 secondi ogni 20 minuti e qualcosa dovrebbe essere guardato a circa 60 metri di distanza.
  • Dopo ogni 1-2 ore di funzionamento, è necessario fare una pausa più lunga di circa 15 minuti.
  • Gli schermi devono essere spolverati frequentemente con un panno antistatico.
  • L'illuminazione dell'ambiente di lavoro deve essere disposta in modo da evitare riflessi e abbagliamento. L'illuminazione standard degli uffici è spesso eccessiva per un uso confortevole del computer. Se non è possibile regolare la luce della stanza attuale, la periferia dello schermo può essere oscurata parzialmente con mobili e tende.
  • Evitare che qualsiasi luce diffusa penetri nello schermo. La luce diretta non dovrebbe brillare sullo schermo e sugli occhi e si dovrebbero evitare riflessi e abbagliamento sullo schermo.
  • È importante visualizzare lo schermo da una distanza di 40 cm. In proporzione alle dimensioni dello schermo, questa distanza può essere fino a 70-75 cm.
  • Di solito il bordo superiore dello schermo dovrebbe essere all'altezza degli occhi o leggermente al di sotto, quindi la visualizzazione dello schermo non dovrebbe richiedere agli occhi di guardare in alto.
  • La tastiera dovrebbe essere davanti allo schermo, se presente, il documento di riferimento dovrebbe essere appeso a un supporto per carta non lontano dallo schermo.
  • La sedia deve essere comoda e ad un'altezza adeguata, il corpo deve essere in posizione verticale e la coscia deve essere parallela al pavimento.
  • Il tempo passato davanti allo schermo è molto più importante, soprattutto per i bambini, ed è un grave problema per le famiglie. Invece di una restrizione e un divieto diretti, è importante garantire che il tempo che i bambini trascorrono davanti allo schermo sia diviso e che il loro tempo speso per essere indirizzati ad altri giochi sia attraente.