Suggerimenti per le famiglie dei bambini senza appetito

Anoressia e disturbi alimentari durante l'infanzia si osservano nel 40% dei bambini che si avvicinano all'età di 1 anno. Il fatto che i bambini mangino di meno o abbiano una mancanza di appetito è una delle lamentele più comuni delle famiglie. Di fronte a questa situazione temporanea, le famiglie devono essere calme piuttosto che comportarsi in modo opprimente. Professore Associato di Gastroenterologia Pediatrica presso il Memorial Şişli Hospital. Dott. Selim Gökçe ha fornito suggerimenti alle famiglie per la soluzione dei problemi alimentari nei bambini.

Costringere un bambino a mangiare provoca problemi emotivi

Le madri dicono spesso che, sebbene abbiano provato in tutti i modi, non sono riuscite a nutrire i propri figli. Si lamenta di mangiare troppo poco, è schizzinoso, rifiuta la maggior parte del cibo, non ha fame o dice fame, non vuole sedersi a tavola, si nutre con i giochi o davanti alla televisione, gag quando vede il cucchiaio o mette il cibo in bocca. Le famiglie che esercitano pressioni sul bambino a causa di questa situazione e che si comportano con forza per mangiare influenzano negativamente lo stato emotivo del bambino.

I disturbi alimentari si osservano nei bambini che si avvicinano all'età di 1 anno

Non mangiare è una condizione osservata in quasi 40 bambini che si avvicinano all'età di 1 anno. Dall'età di 1 anno, i tassi di crescita dei bambini e il fabbisogno energetico sono relativamente diminuiti, il loro interesse per l'ambiente è aumentato e la nutrizione è stata generalmente spinta al secondo piano. Questa situazione è temporanea, la maggior parte dei bambini guarisce in breve tempo, ma i problemi alimentari possono persistere nell'1-2% di essi.

Le famiglie devono abbandonare i loro atteggiamenti oppressivi

Solo il temperamento e le caratteristiche del bambino non sono efficaci nella continuazione dei problemi alimentari. Essendo i genitori oppressivi e coercitivi, anche le tecniche alimentari improprie giocano un ruolo importante. Il ritiro dei metodi e dei comportamenti applicati, l'eliminazione della pressione e della coercizione contribuiranno in modo significativo al miglioramento dei problemi alimentari.

Consigli per i genitori di bambini con scarso appetito

  • I bambini dovrebbero essere nutriti a intervalli di 3-4 ore. Se consumano troppo, le bevande come latte e succhi di frutta dovrebbero essere limitate. Se bevono molta acqua, l'acqua dovrebbe essere somministrata solo quando hanno sete. Gli alimenti liquidi devono essere sospesi 1 ora prima dei pasti.
  • All'inizio il bambino può mangiare di meno e dopo 1 ora può richiedere un biberon o del latte materno. Dovrebbe essere permesso di aspettare fino al prossimo pasto. I bambini si adattano facilmente al cambiamento delle regole.
  • Piccole porzioni dovrebbero essere offerte ai bambini. Dovrebbe essere dato di più se vuole. In questo modo, lui stesso parteciperà a un evento sociale e non sarà costretto.
  • I bambini non dovrebbero mangiare quanto vogliono i loro genitori, ma finché non si sentono sazi. Non dovrebbe essere difficile mangiare, ma bisogna fare in modo che tutti rimangano a tavola fino a quando non hanno terminato il pasto. A meno che i bambini non rimangano sul tavolo abbastanza a lungo da sentirsi sazi, non possono apprendere la sensazione di sazietà.
  • I pasti non dovrebbero durare più di 20-30 minuti. I pasti lunghi non contribuiscono in modo significativo a mangiare di più. Non serve allo sviluppo di comportamenti alimentari positivi e può impedire al bambino di essere affamato per il pasto successivo.
  • Non è consigliabile premiarli o punirli in base a quanto mangiano o quanto poco mangiano. Il cibo non dovrebbe mai essere considerato una performance. Dovrebbe permettere al bambino di nutrirsi con il cucchiaio e in questo modo i suoi guadagni dovrebbero essere ricompensati verbalmente.
  • Durante l'alimentazione, la televisione dovrebbe essere spenta e i giocattoli e gli oggetti interessanti dovrebbero essere rimossi dal tavolo e intorno.
  • Ai bambini dovrebbe essere impedito di gettare le attrezzature per l'alimentazione e il cibo e ai bambini più grandi dovrebbe essere impedito di giocare con il cibo.
  • I bambini amano parlare. Se non possono ricevere avvisi dai loro genitori, producono le proprie chat e giochi. Pertanto, non dovrebbe essere eccessivamente stimolante né dovrebbe essere taciuto completamente.
  • Il cibo che provoca reazioni come vomito, vomito e sputi non deve essere somministrato.
  • È importante attendere il momento in cui il bambino vuole provare nuovi cibi. Mettere il nuovo cibo nel piatto e dire al bambino di provarlo aumenterà il rifiuto del cibo. I bambini vogliono avere il controllo di provare il cibo.
  • Durante il pasto dovrebbe evitare conflitti. Se il conflitto con il cibo finisce, alcuni bambini si rilassano, la loro ansia diminuisce e vogliono anche provare loro stessi nuovi cibi.
  • I bambini amano i cibi dolci e le caramelle. Può essere servito con altri cibi, ma non ad ogni pasto, o addirittura consumato all'inizio del pasto.
  • I pasti preferiti della famiglia aumentano la curiosità e l'interesse dei bambini per il cibo.