Con la chirurgia della cataratta, puoi sbarazzarti degli occhiali vicini

La lettura diventa difficile a causa del problema della visione da vicino che inizia negli anni quaranta e le persone cercano di vedere oggetti a distanza ravvicinata allontanandoli da essi. Può essere un problema vedere miniature, aghi da cucito o schermi di telefoni cellulari. La presbiopia, cioè la compromissione della vista da vicino, si sviluppa con l'avanzare dell'età e il problema della visione da vicino diventa più pronunciato con l'invecchiamento. Prof. Dott. Ahmet Maden ha fornito informazioni sui problemi di visione da vicino.

La visione da vicino diventa difficile dopo i quarant'anni

Con l'avanzare dell'età, la capacità di vedere da vicino diminuisce gradualmente. Questo si chiama "Presbiopia". La lente, che in precedenza aveva un'elevatissima adattabilità, perde la sua flessibilità e quindi la sua capacità di adattarsi con l'avanzare dell'età. All'età di quarant'anni, le persone iniziano ad avere difficoltà a vedere piccoli oggetti molto vicini (30-35 cm) come caratteri piccoli e lo schermo del cellulare e diventano incapaci di vedere, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione. Mentre questa situazione si verifica in alcune persone nei primi anni Quaranta, può essere vista alla fine degli anni Quaranta in altre parti.

Il consumo di carote non aiuta

Sebbene la presbiopia sia un cambiamento fisiologico atteso nella vita, è percepita come un segno inevitabile e inevitabile dell'avanzare dell'età, come una scossa emotiva e un sintomo dell'invecchiamento. Inizialmente, l'uso degli occhiali potrebbe essere negato. Resistere per evitare di usare occhiali vicini e cercare di vedere gli oggetti lontano è una soluzione temporanea. Inoltre, anche l'alimentazione non ha un effetto diretto su questo problema. Il consumo di alimenti come le carote, che si ritiene siano utili per la salute degli occhi, non ritarda né elimina questa situazione.

Dovrebbe essere progredito con soluzioni personalizzate

Non usare occhiali da primo piano per evitare di abituare gli occhi agli occhiali; Provoca affaticamento degli occhi, mal di testa e affaticamento durante la lettura o altre attività intime. La persona può diventare inconsciamente riluttante a leggere e ad altre attività che richiedono la visione da vicino. Quando si verifica un problema di visione da vicino, un medico dovrebbe essere consultato senza perdere tempo, lo stato di rifrazione dovrebbe essere determinato specificamente e soluzioni speciali dovrebbero essere prodotte da uno specialista.

Lontani e vicini insieme

Quelli con problemi di miopia scoprono di vedere più facilmente quando si tolgono gli occhiali attuali. Tuttavia, la miopia sta diventando più difficile per le persone ipermetropi. Quelli con miopia o ipermetropia portano già gli occhiali. In questo caso, gli occhiali utilizzati possono essere combinati con le lenti chiamate multifocali o progressive per fornire una visione da lontano e da vicino. Sebbene queste lenti richiedano un periodo di adattamento all'inizio e possano essere difficili da abituarsi, sono un'ottima opzione ampiamente utilizzata e fornisce una visione chiara da tutte le distanze.

Lenti speciali che forniscono una visione da lontano e da vicino

Nelle persone con cataratta, ci sono opzioni di lenti intraoculari intelligenti "multifocali, trifocali" che vengono posizionate nell'occhio durante l'intervento chirurgico e forniscono una visione chiara sia da vicino che da lontano. Dopo l'operazione, la necessità di occhiali viene eliminata grazie a queste lenti. Inoltre, senza cataratta, la lente intraoculare, questa volta trasparente, può essere rimossa chirurgicamente come nel caso della cataratta in caso di errori di rifrazione eccessivi, e viene posizionata la lente intraoculare intelligente appropriata. In questo modo è possibile ottenere una visione di qualità migliore senza occhiali ad ogni distanza.