Sapori che aggiungeranno salute ai tuoi piatti di verdura in inverno

In questi giorni in cui il freddo bussa alla porta, le malattie invernali iniziano a manifestarsi gradualmente. È possibile essere protetti da malattie che influenzano negativamente il sistema immunitario come raffreddore, influenza e raffreddore con il cibo. Il segreto sta nell'incoronare le giuste verdure con le giuste spezie. Dyt del dipartimento di nutrizione e dieta del Memorial Bahçelievler Hospital. Aslıhan Altuntaş ha fornito informazioni su verdure e spezie che possono essere consumate per proteggersi dalle malattie invernali.

Aglio e cipolle: Si consiglia di essere utilizzato a tutti i pasti il ​​più possibile. Le cipolle rosse sono utili quanto le cipolle bianche. È più vantaggioso consumare cipolla e aglio crudi, ma poiché il loro odore provoca disagio, i metodi di cottura forniscono lo stesso beneficio. Mentre si arrostisce la cipolla, è importante farla cuocere ancora un po 'e cuocerla in pentola a pressione, piuttosto che fino a quando non diventa rosa, per non entrare in contatto con troppa aria. Ad esempio, si può preparare una zuppa di cipolle, aggiungere aglio, pepe nero e cumino. Quando questi si uniscono, è buono sia per le infezioni alla gola e soprattutto per i disturbi dello stomaco e dell'intestino con i suoi effetti antibatterici. Rafforza anche l'immunità del corpo.

Noce: Contiene acidi grassi molto importanti come nutrimento, proprio come l'olio d'oliva. Grazie a questi buoni oli, abbassa il livello di colesterolo nel sangue. Previene le malattie cardiovascolari. Allo stesso tempo, le noci contengono una proteina chiamata L-arginina. Questa proteina consente ai vasi sanguigni di essere più lisci e il sangue di essere più fluido. Pertanto, contribuisce anche al trattamento delle tossine nel sangue o delle placche nel sangue. Allo stesso tempo, il suo effetto antiossidante è molto alto. Pertanto, combatte i batteri rafforzando il sistema immunitario. Contiene anche composti fenolici. Contiene anche magnesio. Previene anche la formazione di calcoli biliari. Soprattutto, questi benefici si ottengono dalle noci crude ad un ritmo elevato. Anche le noci secche sono utili, ma le noci crude sono più efficaci. È sufficiente consumare 2 noci intere al giorno.

Cavolo: È anche un importante antiossidante perché molto ricco di vitamina C. Grazie alle fibre che contiene, aiuta a regolare i movimenti intestinali. Queste fibre hanno un effetto antibiotico aumentando i batteri benefici nell'intestino. Grazie a questo effetto, poiché i batteri aumentano e lavorano più attivamente, rafforza l'immunità e aumenta il numero di batteri benefici nel corpo. Ci sono anche sostanze fitochimiche nel cavolo. Questi composti contenuti nel cavolo hanno proprietà protettive contro i tumori della mammella, del colon e della prostata e allo stesso tempo rafforzano il sistema immunitario.

Porro: Proviene dalla stessa famiglia con cipolla e aglio. Alcuni dei composti solforati nelle cipolle e nell'aglio sono presenti anche nei porri. In questo modo ha un'elevata capacità antiossidante. Aiuta anche a ridurre i tumori. Grazie alle sue proprietà antiossidanti e alle vitamine e minerali che contiene, sostiene moltissimo la salute. Poiché questi composti solforosi rafforzano il sistema immunitario, entrambi aiutano il corpo a riprendersi più rapidamente durante il processo di trattamento e hanno antiossidanti che prevengono l'insorgenza di queste malattie. In altre parole, può essere consumato in entrambi i modi per sbarazzarsi della malattia e per essere protetto. È consigliato anche a chi soffre di obesità e disturbi articolari. Dovrebbe esserci diversità nel suo consumo. Ad esempio, se un giorno si mangiassero porri, sarebbe opportuno diversificare il menu come insalata verde il giorno successivo e cavolfiore il giorno successivo. Dovrebbe essere sicuramente un ortaggio di stagione tutti i giorni, sia a pranzo che a cena. Se consumato per guarire nelle malattie autunnali, può essere aggiunto ad entrambi i pasti.

Cavolfiore: Proviene dalla stessa famiglia dei broccoli. È una sostanza chiamata sulforafano che provoca l'odore sgradevole di cavolfiore e broccoli. Questa sostanza aggiunge effettivamente proprietà antiossidanti e antibatteriche a queste due verdure. Previene la crescita del microbo chiamato Helicobacter Pylori, che causa disturbi di tipo ulceroso nello stomaco e protegge lo stomaco. Contiene anche vitamina C, magnesio, B16 e fosforo. Oltre a questi, è molto ricco in termini di vitamine, minerali e fibre. Rafforza il sistema immunitario del corpo. Inoltre aiuta la flora intestinale a riprendersi e assicura il regolare funzionamento dell'intestino.

Incoronate le verdure giuste con le spezie giuste

Per ottenere il massimo beneficio dalle verdure invernali, è necessario combinare le verdure con le spezie. Ad esempio, anche le noci possono essere aggiunte ai pasti. Nella stagione invernale, ci sono alcune spezie che dovrebbero essere consumate sia per il massimo beneficio che per il gusto.

Le spezie che dovrebbero essere consumate con le verdure invernali sono le seguenti:

Curcuma: Un cucchiaino di curcuma al giorno è sufficiente per l'alimentazione. Può essere utilizzato mettendolo nello yogurt o aggiungendolo ai pasti. Poiché non interagisce molto con il calore, non ci sarà alcuna perdita di valore nel cibo. Si consiglia inoltre di utilizzare il pepe nero nei pasti a base di curcuma.

Zenzero: Può essere consumato fresco, messo nei pasti, utilizzato durante la marinatura del pesce, grattugiato nello yogurt e consumato. Può anche essere aggiunto ai tè poiché aiuta la digestione. È buono per il bruciore di stomaco e il dolore. Poiché è un antiossidante serio, è una spezia che dovrebbe essere trovata nella dieta, soprattutto in inverno.

Sumac-timo: Deve essere aggiunto alle insalate. Grazie ai composti fenolici che contiene, sosterrà l'immunità e offrirà diverse alternative in termini di sapore. È possibile aggiungere in media 1-2 cucchiaini al giorno ai pasti a base di verdure invernali. Le spezie possono inumidirsi molto rapidamente. Quando sono umidi, batteri e muffe possono formarsi molto facilmente. Per questo motivo, invece di acquistare confezioni aperte da erboristi, dovrebbero essere preferite confezioni chiuse che saranno sicuramente fresche da mercati di fiducia. Si dovrebbe anche prestare attenzione che le confezioni non abbiano buchi strappati.