L'attacco di cuore può venire senza sintomi

Sensazione di oppressione al petto, bruciore, indigestione, mancanza di respiro, pallore, sudorazione e stanchezza sono i primi sintomi di un attacco di cuore. Tuttavia, un quarto degli attacchi di cuore si verifica senza sintomi. Professore Associato di Cardiologia al Memorial Dicle Hospital. Dott. Ömer Alyan ha fornito informazioni su cosa sapere sull'infarto.

Un attacco di cuore può arrivare dal nulla

Il dolore in un attacco di cuore è un dolore che inizia sotto forma di dolore, bruciore, spremitura al petto e si estende al braccio sinistro verso il mignolo e si diffonde al collo. Il sudore freddo si accumula sulla fronte. A volte un attacco di cuore inizia con sintomi molto improvvisi e gravi e può essere diagnosticato facilmente. Tuttavia, per molte persone, l'evento inizia con un dolore o un disagio lento e lieve e, quando si è capito cosa sta succedendo, potrebbe essere troppo tardi per il paziente. Il dolore aumenta con il movimento, diminuisce durante il riposo, ma non scompare. Il dolore dura più di mezz'ora. Insieme al dolore, possono esserci sudorazione fredda e nausea. In alcune persone, i sintomi possono essere molto sottili. Soprattutto i pazienti anziani, i pazienti diabetici possono non avere quasi dolore e possono avere un attacco di cuore solo con lamentele di mancanza di respiro e sudorazione fredda. In alcuni pazienti, il dolore da attacco di cuore può essere confuso con l'ulcera allo stomaco o il dolore alla pancreatite.

Puoi scoprire il tuo rischio di attacco cardiaco utilizzando il calcolatore del rischio di attacco cardiaco.

Anche i secondi sono preziosi durante la crisi

In questo caso, si può prendere l'aspirina. L'aspirina diluisce il sangue e facilita la circolazione sanguigna. Di fronte a questi sintomi, ci si dovrebbe sedere, riposare e raggiungere immediatamente una struttura sanitaria. Non dovresti assolutamente continuare a camminare o salire le scale, perché continuare l'attività aumenterà ulteriormente la richiesta di ossigeno del cuore, che è già incapace di ricevere ossigeno.

Presta attenzione ai fattori di rischio che portano a malattie cardiache!

  • Fumare
  • Avere un colesterolo cattivo alto (LDL)
  • Il colesterolo buono (HDL) è basso
  • Diabete
  • Obesità e vita sedentaria
  • Uomini sopra i 45 anni e donne sopra i 55 anni
  • Alta pressione sanguigna
  • Dieta malsana (dieta ricca di acidi grassi saturi)
  • Se c'è una storia di malattie cardiache in parenti di primo grado come madre, padre e fratelli, anche la persona può essere a rischio.

Abbassa il colesterolo cattivo

  • I grassi saturi e trans non dovrebbero essere consumati. A seconda del livello di rischio, il colesterolo LDL dovrebbe essere ridotto a livelli appropriati. Colesterolo HDL (buono): 40 mg / dL per gli uomini e 50 mg / dL o più per le donne e trigliceridi inferiori a 150 mg / dL. La pressione sanguigna dovrebbe essere <120/80 mmHg.
  • Se c'è il diabete, deve essere controllato. Perché, nei pazienti diabetici, il rischio di malattie cardiovascolari può aumentare 2-4 volte a causa di fattori di rischio frequentemente presenti come colesterolo alto, ipertensione, fumo, sovrappeso e inattività.
  • Lo stress dovrebbe essere combattuto. Lo stress aumenta il consumo di sigarette e può causare un eccesso di cibo durante i pasti. L'uso eccessivo di alcol aumenta anche la pressione sanguigna e i livelli di trigliceridi e può causare disturbi del ritmo nel cuore.

Cosa fare per prevenire un secondo attacco di cuore

  • Tutte le abitudini di fumare tabacco come sigarette, sigari e pipe dovrebbero essere abbandonate. Continuare a fumare per una persona che ha avuto un attacco di cuore aumenta il rischio di un secondo attacco almeno 2-3 volte.
  • Bisogna fare attenzione per essere più attivi. Programmi di esercizio fisico regolari ridurranno lo stress e la depressione; Non va dimenticato che aiuterà a mantenere in equilibrio peso, colesterolo e pressione sanguigna.
  • I medicinali devono essere assunti regolarmente sotto la supervisione di un medico. I medicinali somministrati da un cardiologo non devono essere trascurati e devono essere assunti regolarmente. Nel minimo problema che può verificarsi, il medico dovrebbe essere contattato.
  • Bisogna prendersi cura di una sana alimentazione. In questo modo, la persona guarisce più velocemente e mantiene il suo peso sotto controllo e si previene l'aumento del livello di colesterolo nel sangue e della pressione sanguigna. Non dovrebbe mai essere confuso con l'idea sbagliata che "prendo farmaci, non mi succederà nulla", perché i cambiamenti nello stile di vita sono importanti quanto i farmaci per la salute del cuore.