Proteggi le tue orecchie dalla piscina e dal mare!

Se trovi il modo di rilassarti dal caldo torrido estivo nuotando in piscina e al mare, potresti lasciare le tue orecchie vulnerabili all'infiammazione. L'acqua e l'umidità possono infettare le orecchie, provocando prurito, gonfiore, secrezione, congestione dell'orecchio, diminuzione dell'udito e dolore intenso. Alcune piccole precauzioni che prenderete proteggeranno la salute delle vostre orecchie e vi faranno godere i mesi estivi. Gli specialisti del dipartimento di orecchio naso gola del Memorial Antalya Hospital hanno spiegato i metodi di protezione dalle infezioni del condotto uditivo esterno che si riscontrano frequentemente in estate.

L'orecchio bagnato causa infezioni

Con i mesi estivi, la frequenza dell'infiammazione del canale uditivo esterno (otite esterna) aumenta in modo significativo. La ragione di questo aumento è la doccia frequente, il nuoto frequente e il nuoto in mare. La struttura stretta del condotto uditivo esterno che non può essere ventilato comodamente fa sì che non si asciughi completamente quando si bagna e rimanga umido. Se una persona è costantemente esposta all'umidità, può facilmente contrarre infezioni. Questo è più comune soprattutto nei nuotatori e in quelli con canali uditivi esterni stretti congeniti. Se l'acqua che rimane nel condotto uditivo contiene germi, i batteri iniziano a riprodursi rapidamente nel canale e causano un'infezione.

Fai attenzione al prurito nell'orecchio

Come sintomo precoce, c'è un leggero prurito nell'orecchio e nel giro di poche ore inizia gonfiore, secrezione, ostruzione, diminuzione dell'udito e dolore molto grave nel condotto uditivo esterno. A volte il paziente può avere difficoltà anche nei movimenti della mascella e nella masticazione a causa di questi sintomi e del dolore aggravato. Nei pazienti anziani, diabetici e a bassa resistenza, l'infezione può progredire e causare un'infezione più grave con ossite chiamata otite esterna maligna. Se si osservano questi sintomi, consultare immediatamente un otorinolaringoiatra.

Evita l'infezione con poche semplici precauzioni.

  • Dopo la piscina o il mare, l'orecchio deve essere asciugato con un tovagliolo o un fazzoletto pulito e non deve essere lasciato umido.
  • Durante questo processo di pulizia, è importante non danneggiare il condotto uditivo esterno mescolando troppo l'orecchio.
  • La piscina o il mare, sicuramente puliti, dovrebbero essere preferiti.
  • Anche la quantità di cloro nell'acqua della piscina è un fattore importante per contrarre questa malattia. Il cloro nell'acqua della piscina interrompe l'equilibrio acido / base del canale uditivo esterno, causando più facilmente infezioni. Nella clorazione, il dosaggio è richiesto in base alla luce del giorno, al numero di utenti, alla temperatura, alla struttura chimica dell'acqua, quindi è importante la manutenzione e il controllo continui della piscina.

Il contatto con l'acqua deve essere eliminato per il trattamento.

Visite mediche frequenti per il trattamento di questa malattia; Sono importanti la pulizia con un aspiratore, farmaci appropriati, il mantenimento dell'equilibrio acido-base nel canale uditivo esterno, il controllo di fattori come il controllo del dolore, il diabete e l'eliminazione del contatto con l'acqua.