La perdita del seno non causa la depressione

Il cancro al seno, che è un problema di salute a cui nessuna donna vuole pensare, è il tipo più comune di cancro dopo il cancro della pelle nel nostro paese come in tutto il mondo. Come risultato dei progressi nella diagnosi e nel trattamento del cancro al seno negli ultimi anni, l'aspettativa di vita dei pazienti è stata prolungata, ma gli effetti fisici e psicologici negativi della perdita del seno dopo l'intervento chirurgico per il cancro vengono alla ribalta. Dipartimento di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva del Memorial Ankara Hospital, op. Dott. Ozan Luay Abbas ha fornito importanti informazioni sulla ricostruzione del seno, che migliora la qualità della vita del paziente dopo il trattamento del cancro.

Abbassa seriamente l'autostima delle donne

La perdita di un arto, che è un simbolo di femminilità, a causa del cancro causa molti problemi nei pazienti come depressione, deterioramento dell'immagine corporea, perdita del desiderio sessuale e preoccupazioni per la recidiva della malattia. Senza affrontare tali situazioni, non vi è alcun recupero completo. Sebbene negli ultimi anni vi sia stato un notevole aumento del numero di interventi chirurgici di conservazione del seno, il numero di pazienti che non possono o non possono sottoporsi a interventi di conservazione del seno è piuttosto elevato. Pertanto, in molti pazienti è necessaria la riparazione del seno.

L'obiettivo è ripristinare la vecchia forma e volume

Oggi le operazioni di riparazione del seno possono essere eseguite sia con il tessuto del paziente che con le protesi in silicone. Questi interventi possono essere eseguiti nella stessa seduta con l'asportazione del seno o in una seduta diversa, a seconda delle condizioni del paziente. Indipendentemente dal metodo utilizzato, lo scopo principale della chirurgia di riparazione è ripristinare la vecchia forma e il volume del seno perduto. A seconda dei guadagni estetici da ottenere, la qualità della vita fisica e psicologica di questi pazienti aumenta in modo significativo e aumenta la loro autostima. Nonostante tutto ciò, il tasso di pazienti che si sottopongono a ricostruzione mammaria dopo un tumore al seno, anche nei paesi sviluppati, purtroppo non supera il 25%. Sebbene i dati numerici non siano del tutto chiari, è noto che il numero di interventi di riparazione del seno nel nostro Paese è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Tuttavia, rispetto ai paesi sviluppati, il tasso di pazienti sottoposti a interventi di riparazione è piuttosto basso.

Non influisce negativamente sul trattamento del cancro e sul follow-up

Oggi, i livelli di consapevolezza sugli interventi di riparazione sono molto bassi. Sfortunatamente, un numero significativo di pazienti non è a conoscenza della disponibilità della ricostruzione del seno e dispone di informazioni incomplete / errate. Un gruppo significativo di pazienti rifiuta la chirurgia di riparazione per paura che possa influire negativamente sui trattamenti contro il cancro. Tuttavia, questa convinzione è completamente sbagliata. In questi pazienti, i trattamenti come la chemioterapia e la radioterapia non vengono assolutamente interrotti ei pazienti possono ricevere i loro trattamenti in tempo senza restrizioni dopo l'intervento chirurgico. Alcuni pazienti temono di non essere diagnosticati in caso di recidiva di cancro a causa di protesi mammarie in silicone o nuovo seno realizzato con il proprio tessuto. Tuttavia, questi pazienti vengono controllati regolarmente e vengono utilizzati i metodi di imaging necessari. L'applicazione della chirurgia di ricostruzione del seno non causa alcuna interruzione nel processo di follow-up.