Raccomandazioni che forniscono la sensazione di pienezza durante il digiuno

Lunghi periodi di fame e sete durante il Ramadan possono causare poca energia, stitichezza e persino svenimenti durante il giorno. È di grande importanza consumare i cibi giusti in quantità adeguate durante il sahur e l'iftar affinché una persona si senta bene durante il digiuno. I medici del dipartimento di nutrizione e dieta del Memorial Şişli Hospital hanno dato suggerimenti per un mese sano del Ramadan.

Non digiunare senza malizia perché il mio sonno sarà interrotto

Uno dei più grandi errori commessi durante il Ramadan è non alzarsi per il sahur o non mangiare di nuovo prima di andare a letto per non interrompere il sonno. Entrambe le situazioni sovraccaricano il corpo e interrompono l'equilibrio del sistema digestivo. Durante il digiuno, ci si dovrebbe assolutamente alzare per il sahur. Leggeri e facilmente digeribili, ma gli alimenti sazianti dovrebbero essere consumati in suhoor. Uova, varietà di formaggi meno salati, latte (senza lattosio se gassoso) e pane integrale o toast sono le migliori opzioni da preferire ai tavoli di sahur. Poiché le olive sono un alimento salato, possono provocare sete durante il giorno, quindi dovrebbero essere consumate senza sale o preferire le noci. Gli alimenti troppo salati ti faranno venire sete durante il giorno; Non bisogna dimenticare che troppi zuccheri e pasticcini faranno venire fame più facilmente.

Tieni yogurt, tzatziki e latticello sulla tua tavola

Non si dovrebbe avere fretta durante il digiuno. Il fast food dovrebbe essere evitato, i cibi dovrebbero essere masticati accuratamente e non dovrebbero essere appesantiti improvvisamente dai pasti. Dopo aver interrotto il digiuno con 1 dattero o oliva, si prosegue con una zuppa poco grassa e salata. Un improvviso sovraccarico di cibo dopo la fame durante la giornata può causare problemi di stomaco e intestinali. Per questo motivo è opportuno concedere una piccola pausa al pasto. Dopo un po ', il pasto va continuato con olio d'oliva leggero, insalate e piatti di carne o verdure non grasse. Yogurt, tzatziki o ayran non dovrebbero mancare dai tavoli. Bisogna fare attenzione per evitare pasti grassi pesanti, cibi fritti, tipi di pasticceria come pasticceria e dessert con un alto contenuto di zucchero ai tavoli iftar. La pita, che è il sapore tradizionale del mese di Ramadan, può essere consumata in 1-2 fette. Mezz'ora camminando 1 ora dopo il pasto farà sentire meglio la persona e la aiuterà a digerire ciò che mangia.

Dopo l'iftar, rilassati con delle tisane

Sovraccaricare i pasti iftar dopo la fame durante il giorno spesso causa problemi di stomaco e indigestione. 1 tazza di tè al finocchio da consumare dopo che l'iftar rilassa i muscoli dell'apparato digerente, facilita la digestione e aiuta ad alleviare problemi come bruciore di stomaco e gonfiore che possono verificarsi dopo l'iftar. Inoltre rilassa lo stomaco riducendo la formazione di gas. Oltre al suo effetto digestivo, il finocchio è efficace anche per il mal di testa dopo una lunga fame. Dopo l'iftar, lo zucchero nel sangue inizia a salire rapidamente. L'aggiunta di bastoncini di cannella alle tisane impedisce l'aumento della glicemia. La camomilla è una tisana che può essere preferita sia per il sahur che per l'iftar con il suo effetto lenitivo. Se consumato in suhoor, aiuta ad addormentarsi più comodamente in seguito. Inoltre, può essere preparato con il finocchio perché ha una caratteristica lenitiva per lo stomaco come il finocchio. Il disturbo più comune sperimentato dalla maggior parte delle persone, specialmente da quelle con stomaco sensibile, sono i crampi allo stomaco e gli spasmi dopo l'iftar. Questi gas e spasmi che si verificano quando una grande quantità di pasti pesanti entra nello stomaco, che rimane vuoto tutto il giorno, possono essere risolti con l'aiuto del tè alla menta medico da consumare dopo l'iftar. Inoltre, non bisogna dimenticare che il metodo più ideale per preparare le tisane è preferire le erbe vere, aggiungere acqua bollente e preparare per 10 minuti.

Bilancia il livello di zucchero nel sangue con l'acqua alla cannella

Uno dei problemi più importanti durante il digiuno è un adeguato consumo di liquidi. Al fine di mantenere l'equilibrio termico del corpo e per compensare il fluido che non può essere assunto durante il giorno, è necessario assumere molti liquidi durante il periodo tra iftar e sahur. Durante questo periodo, è necessario bere 1-2 bicchieri d'acqua all'ora. Mettere in ammollo alcuni bastoncini di cannella, foglie di menta fresca e fette di limone in una brocca d'acqua durante il giorno fornisce l'equilibrio della glicemia ed è una buona alternativa per chi trascura di bere l'acqua da sola. Oltre all'acqua si possono preferire tisane, latticello, acqua minerale, limonata non zuccherata e composte. La miscelazione di ayran con acqua minerale non aromatizzata sostituisce i minerali persi dal corpo durante la giornata. Inoltre, le zuppe fredde allo yogurt e lo tzatziki dovrebbero assolutamente essere inclusi nei menu iftar con le loro proprietà rinfrescanti e riempitive.

Cospargi la cannella sui tuoi frutti

Dopo l'iftar, il gusto tradizionale del Ramadan dovrebbe essere preferito per dessert come budino di rose, budino di riso, budino e gelato. Le insalate, che sono fatte di frutta fibrosa e poco zuccherina come l'ananas, soddisfano entrambi il fabbisogno vitaminico e soddisfano la voglia di dessert. Dopo l'iftar, cospargere di cannella in polvere sulla frutta nello spuntino bilancia anche lo zucchero nel sangue.

Fai attenzione se hai una condizione di salute cronica

Le persone che vogliono digiunare ma hanno problemi di salute (diabetici insulino dipendenti o persone con glicemia instabile, malattie epatiche e renali croniche, pazienti con pressione sanguigna, donne incinte e che allattano e bambini piccoli) dovrebbero assolutamente consultare il proprio medico.