Possibile dire "addio" agli occhiali dopo la cataratta con faco

La cataratta, uno dei disturbi più comuni nella vita umana come sintomo dell'invecchiamento, può essere definita come una tenda davanti agli occhi. Sebbene questa tenda appaia in età diverse, più spesso crea problemi in termini di visione in qualsiasi momento dopo i 40 anni verso le età avanzate. La cataratta, che in passato veniva trattata con interventi chirurgici eseguiti con incisioni e punti più grandi, ora può essere trattata con incisioni più piccole e senza punti di sutura.

Assoc. Dott. Abdullah Özkaya ha fornito informazioni sulla cataratta.

Appena dietro la pupilla c'è una lente naturale che consente la visione e focalizza la luce sulla retina. Questa lente perde la sua trasparenza a causa dell'invecchiamento, dei colpi agli occhi, del diabete o dell'uso prolungato di farmaci contenenti cortisone, e diventa opaca, cioè diventa opaca. Cataratta significa che questa lente diventa opaca.

Quali sono i fattori di rischio per la cataratta?

Sebbene la cataratta sia generalmente nota come una malattia dell'età avanzata, a volte può verificarsi in un neonato. La ragione potrebbe essere le infezioni che la madre ha avuto durante la gravidanza o i farmaci che ha usato durante questo periodo. Le persone con diabete hanno il 60% di probabilità in più di sviluppare la cataratta. La cataratta a progressione rapida in questo gruppo di pazienti può diventare un importante problema agli occhi nei loro 30 o 40 anni.

Tutti i fattori di rischio per la cataratta possono essere elencati come segue:

  • La cataratta può verificarsi prima del previsto nei soggetti con diabete.
  • Fumo e consumo di alcol
  • Colesterolo alto
  • Ipertensione,
  • Obesità
  • esposizione solare
  • C'è anche una storia di cataratta nel primo periodo in famiglia.

In che modo l'avanzare dell'età influisce sui problemi di vista?

Quali sintomi dà la cataratta?

La cataratta di solito si manifesta lentamente. Tuttavia, alcuni influenzano seriamente la qualità della vista. I sintomi generali della cataratta possono essere elencati come segue:

  • Sensibilità alla luce
  • Abbaglia
  • Diminuzione graduale della vista
  • Visione offuscata
  • Visione notturna alterata
  • Dissolvenza dei colori
  • Modifica del numero di bicchieri
  • Difficoltà a guardare la televisione o guidare un'auto
  • Visione nebbiosa e nebbiosa
  • Perdita di senso di profondità
  • Difficoltà a leggere libri, riviste, utilizzare i telefoni cellulari
  • Migliore visione senza occhiali
  • Bordi dritti obliqui

Fai attenzione se vedi i colori nei toni pastello.

Quando è necessario consultare un medico?

I pazienti che manifestano questi sintomi dovrebbero assolutamente consultare un oftalmologo. L'oftalmologo ascolta attentamente la storia ei sintomi del paziente, quindi passa attraverso un esame con lampada a fessura. I pazienti in arrivo generalmente non possono vedere da vicino o da lontano, sebbene portino gli occhiali, possono interpretare la situazione dicendo "Devo aver cambiato il numero degli occhi". Tuttavia, il problema in questi pazienti è la cataratta.

I neonati possono anche avere la cataratta

- Una pupilla è di un colore diverso dall'altra

Cross-eye, strabismo

La cataratta può essere diagnosticata tardi nei bambini. Un pediatra attento lo determina durante gli esami di routine e indirizza le famiglie all'oculista. Se questa situazione non viene rilevata, questa situazione può essere rilevata dall'oculista durante gli esami oculistici di routine dei bambini.

Chirurgia dopo i 2 anni

Dopo un intervento di cataratta congenita, il bambino può utilizzare occhiali o lenti a contatto a seconda che le lenti siano o meno inserite nell'operazione. Anche la cataratta congenita può essere trattata con FAKO. Il problema della cataratta può essere risolto con questo trattamento applicato dopo i 2 anni. Se il trattamento non viene eseguito, in futuro il bambino potrebbe avere l'occhio pigro. La cataratta osservata durante l'infanzia non si ripresenta se trattata. La parte più importante nel trattamento della cataratta congenita è il trattamento dell'ambliopia dopo l'intervento chirurgico. Pertanto, la collaborazione con il medico è molto importante affinché l'operazione sia vantaggiosa.

La chirurgia è l'unico trattamento per la cataratta?

L'unico trattamento per la cataratta è la chirurgia. E la chirurgia deve essere eseguita in termini di qualità della vista del paziente. Oggi, gli interventi di cataratta vengono eseguiti con molto successo. Secondo i vecchi tempi, con i nuovi metodi, la chirurgia della cataratta può essere eseguita senza aghi, anestesia, punti di sutura e dolore. L'esperienza dell'oculista nella chirurgia della cataratta e la qualità della nuova lente da posizionare nell'occhio sono molto importanti per risultati di successo.

Qual è la topografia corneale?

La topografia corneale del paziente e le misurazioni della lente intraoculare vengono effettuate con un esame oculistico molto dettagliato prima dell'operazione. La cornea è un tessuto trasparente a forma di cupola situato sulla superficie anteriore dell'occhio. Dietro la cornea c'è la parte dell'iride che dà colore all'occhio. La cornea protegge le strutture interne dell'occhio rifrangente la luce proveniente dall'esterno e focalizzandola sulla retina. Retina è il nome della parte nervosa che fornisce la visione. La rifrazione più alta è nella cornea. Se c'è una torbidità o deformità nella cornea, ciò influisce anche sulla visione. Pertanto, è importante determinare le condizioni della cornea prima dell'intervento di cataratta. È inoltre necessario determinare le condizioni della cornea mediante la topografia per la selezione intelligente della lente. Molte operazioni come gli interventi di cataratta che cambieranno la vista richiedono un'analisi dettagliata. Più sana e migliore è questa analisi, più ne risente il successo dell'intervento. La topografia corneale rivela la superficie anteriore e posteriore dell'occhio come una mappa a colori. Con la topografia, vengono determinati la posizione, lo spessore, il grado, lo spessore della cornea, le sue condizioni e le dimensioni. Viene registrato lo spessore e la forma più piccoli nella cornea. Pertanto, è possibile determinare il percorso per l'intervento chirurgico. Con questo test, oltre alla cataratta, si valutano la presenza di tensione oculare, lo stato della retina, anomalie della superficie esterna della cornea e disturbi legati alla curvatura. Inoltre, la topografia viene eseguita per tutti gli interventi chirurgici agli occhi tranne la cataratta. Che tipo di lente verrà posizionata nell'occhio del paziente può essere determinato facilmente.

Quali tecniche chirurgiche vengono utilizzate?

Cos'è la chirurgia della cataratta senza soluzione di continuità?

Il metodo FACO è oggi il metodo più utilizzato nella chirurgia della cataratta. FAKO è un intervento di cataratta "laser" con espressione popolare. Ciò che viene fatto qui è la rimozione del cristallino dell'occhio che si è indurito con l'energia ultrasonica e ha perso la sua trasparenza fondendosi. In altre parole, l'energia ultrasonica viene utilizzata nella chirurgia, non il laser. FAKO viene eseguito con incisioni più piccole rispetto ai vecchi tipi di interventi di cataratta. Si usava eseguire incisioni di 6-7 mm, ma con FAKO si eseguono incisioni di 3 mm o anche più piccole. In passato, la lente veniva tolta e il tessuto corneale veniva chiuso con punti di sutura. Ora è fatto da minuscole incisioni con micro strumenti e le lenti vengono inserite nell'occhio in base alle esigenze del paziente e non vengono eseguiti punti di sutura. Poiché c'è una piccola incisione nella chirurgia, queste incisioni possono chiudersi da sole. FAKO è un metodo più comodo per non avere punti, evitare l'astigmatismo e sbarazzarsi degli occhiali. Una piccola incisione significa sempre un rischio inferiore e un recupero visivo più rapido.

Cos'è la chirurgia FAKO?

FAKO, che è un intervento ambulatoriale, viene eseguito con anestesia topica. In altre parole, una goccia contenente anestetico viene applicata all'occhio. Prima dell'operazione, anche le pupille del paziente sono dilatate. Prima di PHACO, i pazienti avevano sempre bisogno di occhiali da vicino o da lontano dopo l'intervento, ma oggi, grazie alle nuove lenti intraoculari, questo non è più necessario. Ottimi risultati visivi possono essere ottenuti scegliendo tra cinque diversi tipi di lenti, ovvero monofocali, toriche, monofocali toriche, multifocali o multifocali toriche, a seconda delle esigenze del paziente. Sebbene il periodo medio di recupero per i pazienti sia compreso tra 5-7 giorni, i pazienti possono tornare al lavoro dopo una settimana. I pazienti sono chiamati al controllo il giorno dopo l'operazione, nella prima settimana e nel primo mese.

PHACO in 10 passaggi

1. Il paziente viene in ospedale e vengono effettuate le valutazioni finali. Quando l'area in cui verrà eseguito l'intervento chirurgico, l'anestesia topica viene rilasciata al paziente. Quando l'occhio diventa insensibile, viene praticata un'incisione speciale di circa 3 mm nel punto in cui si incontrano la regione della cornea e della sclera.

  1. Una sostanza che protegge il tessuto oculare viene inserita nell'occhio attraverso questa incisione. Con questa sostanza, il chirurgo tratta l'occhio in modo sicuro.
  2. Include oculare. La cataratta è anche in una membrana qui. Con l'aiuto di micro strumenti, viene aperta una finestra nella parte anteriore di questa membrana.
  3. Questa membrana viene separata dal nucleo (nucleo) e dal guscio (corteccia) della cataratta utilizzando un liquido.Il liquido iniettato dalle facce laterali della membrana verso la parte posteriore si stacca dalla membrana da altre parti con uno speciale iniettore. Con questo processo, la cataratta viene rilasciata all'interno della propria membrana.
  4. A questo punto, la cataratta può ora essere eliminata. Il processo inizia con l'energia ultrasonica, FAKO. Mentre la cataratta viene scomposta con questo metodo, il dispositivo assorbe queste parti e inietta un fluido intraoculare vicino alla natura.
  5. Se c'è una cataratta dura, la frantumazione viene eseguita con un secondo micro strumento.
  6. La corteccia viene pulita.
  7. Una sostanza simile alla gelatina viene messa negli occhi. L'interno della membrana svuotata dalla cataratta è riempito con questa sostanza.
  8. In questa fase, posiziona una nuova lente nell'occhio.
  9. È il passaggio in cui termina l'intervento. Senza punti di sutura, il paziente si alza dal tavolo operatorio e può tornare a casa un'ora dopo.

    È un intervento chirurgico molto comune?

    Gli interventi di cataratta sono un metodo di trattamento chirurgico comune. Tuttavia, la chirurgia della cataratta è di grande importanza per la qualità della vista del paziente a causa delle sue complicazioni e dei suoi rischi. La sterilizzazione e la qualità dei materiali utilizzati nell'operazione e l'esperienza del chirurgo che eseguirà l'operazione sono molto importanti.

Quali sono le proprietà delle lenti intraoculari?

La qualità della lente intraoculare influisce sulle prestazioni visive della persona. Riflessi e perdite di colore si verificano con lenti intraoculari di scarsa qualità. Questi effetti non si verificano nelle lenti intraoculari di qualità. Poiché le lenti monofocali, che sono più comunemente utilizzate nelle applicazioni di lenti intelligenti, non hanno la capacità di adattarsi, è possibile vedere chiaramente una singola distanza dopo l'intervento chirurgico. Tuttavia, le lenti note come lenti intelligenti possono adattarsi cambiando la loro posizione e forma nell'occhio, proprio come le lenti naturali. Sebbene siano in corso studi intensivi in ​​questo settore, la piena applicazione clinica non è stata ancora trovata. Nelle lenti, che sono le più utilizzate oggi e sulle quali vengono condotti studi in continuo, si producono parti diverse dell'ottica delle lenti in diverse forme e rifrazioni. Ha lo scopo di distinguere e vedere chiaramente ogni distanza osservata con queste diverse parti del cervello.

Quali sono le nuove caratteristiche tecnologiche delle lenti intraoculari?

Lo sviluppo più importante nella chirurgia della cataratta negli ultimi anni è sperimentato nella tecnologia delle lenti intraoculari. Le lenti intraoculari sintetiche sono spesso prodotte da materiale acrilico o siliconico. Queste lenti, che hanno un diametro medio di 6 mm, possono essere piegate e inserite nell'occhio attraverso piccole incisioni grazie al materiale utilizzato. Queste lenti trasparenti e lisce sono progettate per svolgere il lavoro della lente naturale. Le lenti intraoculari a superficie classica, monofocali (unifocali) e sferiche, ampiamente utilizzate negli interventi di cataratta, svolgono questa funzione fino a un certo punto. Tuttavia, le lenti a focale singola possono essere regolate per vedere solo la distanza o solo il vicino e la superficie sferica di queste lenti riduce la qualità dell'immagine.

Le lenti vengono utilizzate esclusivamente per il paziente?

Nessun dolore in FAKO

Con che frequenza devono essere effettuati i controlli?

Il trattamento cambia quando si ripresenta la cataratta?

La cataratta di solito non è un problema ricorrente, ma a volte può verificarsi "cataratta secondaria". Durante l'operazione, c'è un posto sottile a forma di membrana chiamato "capsula posteriore" dove le lenti sono poste all'interno dell'occhio. Questa membrana può diventare opaca in alcuni pazienti. Nel paziente possono manifestarsi sintomi come visione offuscata e abbagliamento. Questa si chiama cataratta secondaria. Tuttavia, questo non è un problema che richiede un intervento chirurgico. Questo problema può essere risolto con il metodo laser YAG simile allo strumento di ispezione. Non c'è contatto visivo con il laser YAG. Con questo metodo, viene creato uno spazio millimetrico nel tessuto della capsula posteriore e l'opacizzazione qui formata viene rimossa. La cataratta secondaria viene rimossa con un metodo indolore che può richiedere secondi durante l'esame.