È ora di prendere il vaccino antinfluenzale

Con l'autunno arrivò anche la stagione dell'influenza. Secondo gli esperti, uno dei modi più efficaci per prevenire l'influenza è vaccinarsi. Il vaccino antinfluenzale fornisce protezione contro le malattie rafforzando ulteriormente il sistema immunitario se somministrato precocemente. Gli esperti del dipartimento delle malattie toraciche dell'ospedale Memorial Ata┼čehir hanno fornito informazioni sul "ruolo efficace del vaccino antinfluenzale nella prevenzione delle malattie".

Se non viene intrapresa alcuna azione, può causare polmonite.

L'influenza è più comune nei mesi autunnali e invernali. Si trasmette attraverso la tosse o gli starnuti, goccioline che si diffondono nell'aria e per contatto diretto. Oggetti comuni come maniglie delle porte, tastiere di computer e telefoni possono causare contaminazioni. I sintomi includono febbre, mal di gola, naso che cola, starnuti, tosse, mal di testa, dolore ai muscoli e alle articolazioni e debolezza. Di solito, si osserva un miglioramento entro 1-2 settimane. Tuttavia, può essere più grave negli anziani, nei diabetici e nelle persone con malattie croniche del rene, del cuore o del sistema respiratorio sottostanti. Inoltre, può preparare il terreno a malattie come la polmonite.

Ottenere un vaccino antinfluenzale non significa che non avrai mai l'influenza

Poiché l'influenza è una malattia virale, non risponde al trattamento antibiotico. Si raccomanda ai pazienti di bere molti liquidi, riposo a letto e farmaci per i sintomi. I farmaci diretti contro i virus sono utili nel primo periodo.

Evitare il contatto con persone con influenza, lavarsi le mani frequentemente (ad esempio dopo aver stretto la mano), evitare ambienti chiusi e affollati e il vaccino antinfluenzale può essere raccomandato per la protezione contro l'influenza. Poiché il virus dell'influenza è un virus che cambia continuamente tipo, l'Organizzazione mondiale della sanità determina ogni anno i tipi di virus comuni e il vaccino viene preparato di conseguenza. Il vaccino contiene 3 tipi di virus morti. Dopo l'applicazione, occorrono 10-15 giorni affinché l'effetto compaia. Per questo motivo, si consiglia di farlo all'inizio dell'autunno. Va bene farlo tutto l'inverno, il motivo per farlo presto è assicurarsi che l'immunità inizi il prima possibile. A proposito, ottenere un vaccino antinfluenzale, sebbene per lo più protettivo, non significa che una persona non avrà mai l'influenza quell'anno. La protezione del vaccino varia tra il 60 e l'80 percento. Inoltre, il vaccino antinfluenzale non protegge da altre malattie simil-influenzali (come il comune raffreddore).

Il vaccino antinfluenzale viene somministrato come mezza dose ai bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni e come dose completa sopra i 3 anni di età. I bambini di età inferiore a 8 anni che vengono vaccinati per la prima volta devono essere vaccinati due volte con un intervallo di 1 mese.

Chi dovrebbe essere vaccinato contro l'influenza?

Quelli di età superiore ai 65 anni, quelli con alcune malattie polmonari (come l'asma, la bronchite cronica), i pazienti cardiaci e vascolari cronici, il diabete, le malattie del sangue, le persone immunocompromesse (come l'uso di cortisone a lungo termine, l'AIDS, il trattamento del cancro) dovrebbero ottenere il vaccino antinfluenzale. Inoltre, può essere opportuno che coloro che soggiornano nelle case di cura, il personale che vi lavora e il personale sanitario ricevano il vaccino antinfluenzale.

Chi non dovrebbe vaccinarsi contro l'influenza?

Poiché il vaccino è preparato nelle uova di gallina, chi è allergico alle uova, chi è allergico al contenuto del vaccino, chi ha una malattia neurologica chiamata sindrome di Guillain-Barré e le donne nei primi 3 mesi di gravidanza non dovrebbero contrarre il vaccino antinfluenzale. Il vaccino antinfluenzale non deve essere somministrato a bambini di età inferiore a 6 mesi. Si raccomanda inoltre a chi ha una malattia febbrile al momento della vaccinazione di posticipare la vaccinazione fino al miglioramento della malattia.

Il vaccino antinfluenzale ha effetti collaterali?

Poiché il vaccino antinfluenzale contiene virus non vivi, non è possibile contrarre l'influenza a causa del vaccino. Tuttavia, potrebbero esserci lievi effetti collaterali dovuti al vaccino. Tra questi effetti collaterali,

  • Dolore, arrossamento o gonfiore nell'area in cui è stato somministrato il vaccino,
  • Dolori muscolari
  • Sensazione di malessere,
  • Si può contare una leggera febbre.

Raramente, c'è il rischio di gravi reazioni allergiche, specialmente in quelli con un'allergia all'uovo.